Percorso: ARCHIVIO NEWS
Italiano
sabato, 16.02.2019
< Il Circolo Pattinatori Edilfox punta al successo numero tredici contro il Prato 1954
domenica, 10.02.2019 11:00 11:00 Età: 6 giorni
Categoria: Attività agonistica

L'Edilfox C.P. brinda alla quattordicesima vittoria contro l'Estra Prato 1954

Matteo Battaglia, grande protagonista contro l'Estra Prato (foto Mimmo Casaburi)

Edilfox C.P. Grosseto-Estra Prato 1954

EDILFOX:Michael Saitta, Bruni; Alessandro Saitta, Bardini, Vecoli, Lugli, Rosati, Angeloni, Gemignani, Battaglia. All. Massimo Mariotti

ESTRA PRATO:Alessandro Vespi, Francesco Vespi; Barbani, Benelli, Cappelli, Pacini, Poli, Raggioli. All. Enrico Bernardini.

ARBITRO:Gelsomino Iuorio di Salerno.

RETI:nel p.t. 15’11 e 20’10 Vecoli, 24’39 Battaglia; nel s.t. 15’22, 16’06 Battaglia, 18’48 Poli.

NOTE:espulsione temporanea (2’): Pacini, Poli, Bardini, Poli, Barbani.

 

L’Edilfox Circolo Pattinatori Grosseto supera anche l’Estra Prato 1954 (5-1) e colleziona la quattordicesima vittoria consecutiva nel campionato di serie B. I ragazzi di Massimo Mariotti hanno dominato in lungo e largo l’incontro, ma non sono riusciti a dilagare per una difesa a zona che ha permesso ai lanieri di limitare i danni. Nel primo tempo il Grosseto, prima di trovare la rete di una punizione di prima di Gionata Vecoli al quarto d’ora di gioco hanno colpito il palo con Battaglia e Lugli ed hanno anche fallito un rigore con Alessandro Saitta. I biancorossi sono però rimasti tranquilli e alla fine hanno bucato la porta difesa da Alessandro Vespi, continuando però a colpire pali e a produrre occasioni. Chiuso il primo tempo sul 3-0 con una doppietta di Vecoli e il centro di Battaglia, nella ripresa l’Edilfox ha chiuso i conti con un rigore realizzato da Battaglia e con una magia dello stesso Battaglia, che ha firmato la terza rete personale in tuffo. Di ottima battuta l’unico gol del Prato, realizzato da Poli a sei minuti dalla fine del confronto. I lanieri hanno comunque fatto una buona impressione, se non altro per una difesa a zona ben organizzata che ha lasciato pochi spazi alla corazzata maremmana.

Soddisfatto a fine partita il coach Massimo Mariotti: «Il Prato è una buona squadra, allenata da Enrico Bernardini, uno che sa fare il suo mestiere e che ha utilizzato una difesa a zona stretta che pochi fanno. Per attaccare questo tipo di difesa ti devi allenare molto. Bisogna correre meno e aspettare il momento giusto. Noi siamo stati troppo precipitosi e alcuni passaggi sono stati imprecisi».

«Preferisco comunque aver vinto per 5-1 che per il 12-4 – prosegue Mariotti – non serve fare goleade. A questo punto della stagione non è importante battere i record ma lavorare per essere al top della condizione per le finali».

Nell’altro anticipo della quinta di ritorno il Viareggio Hockey ha vinto, soffrendo (6-4) sulla pista di Siena e mantiene inalterate le otto distanze dal quintetto biancorosso, sempre più vicino alla qualificazione per i playoff.