Percorso: ARCHIVIO NEWS
Italiano
mercoledì, 13.11.2019
< E' il gran giorno: sabato l'Edilfox inaugura la pista di via Mercurio contro il Roller Bassano
sabato, 19.10.2019 18:47 18:47 Età: 25 giorni
Categoria: Attività agonistica

Prova di forza dell'Edilfox Grosseto contro il Bassano nel debutto in via Mercurio

Due momenti del successo biancorosso in via Mercurio

Edilfox Grosseto-Zetamec Bassano 6-1

EDILFOX GROSSETO: Michael Saitta, Bruni; Alessandro Saitta, Gucci, Saavedra, Vecoli, Gemignani, Brunelli, Battaglia, Buralli. All. Massimo Mariotti.

ZETAMEC BASSANO: Comin, Bombieri; Pelva, Tottene, Panizza, Marangoni, Zen, Fraccaro, Bergamin. All. Ivano Zanfi.

ARBITRO: Alessandro Ciccolella.

RETI: nel p.t. 9’09 Buralli, 19’48 Saavedra; nel s.t. 2’39 Gemignani, 3’43 Buralli, 10’08 Gucci, 15’ Pelva, 19’44 Gucci.

NOTE: cartellino blu a Battaglia e Fraccaro.

Bella prova di forza dell’Edilfox Grosseto nella seconda giornata del campionato di serie A2 di hockey pista, contro lo Zetamec Roller Bassano. Nella giornata dell’inaugurazione della pista di via Mercurio (davanti a quasi 200 spettatori) i ragazzi di Massimo Mariotti si esprimono al meglio, dimostrando solidità difensiva e buon gioco offensivo e per gli avversari (terzi nello scorso campionato) non c’è scampo. I biancorossi grossetani, che hanno fallito anche un rigore con Buralli a 5’25 dalla fine del  primo tempo, hanno chiuso la prima frazione con le segnature di Federico Buralli (conclusione dalla destra) e Pablo Saavedra (sul bel servizio di Gigi Brunelli), i due volti nuovi della “Big red machine” e nella ripresa sono arrivati fino al 5-0, con i gol di capitan Gemignani, con il bolide dalla sinistra di Buralli, e il gol di Carlo Gucci. prima di subire l’unico gol del match dal Bassano, che ha comunque sbagliato due rigori. L’ultimo acuto della gara è stato il centro di Gucci, che ha così firmato una doppietta come Buralli.

«Sono molto soddisfatto - ha detto a fine gara l’allenatore Massimo Mariotti - I ragazzi sono stati bravi, hanno giocato più concreti, diligenti e hanno fatto valere il fattore campo. Abbiamo giocato da squadra e mi hanno fatto piacere i complimenti del tecnico avversario».

«Non bisogna però adagiarsi - prosegue Mariotti - questo deve essere solo un punto di partenza per diventare sempre piu squadra. Il pubblico? Me ne aspettavo forse un pochino di più, ma dobbiamo lavorare per farci conoscere in città, per far innamorare nuovamente i grossetani di questo sport».