Il Doc del Cp Grosseto, Gianni Baldi, bronzo agli Europei con la nazionale italiana

Un’altra lunga battaglia sportiva, con un dolce esito finale. L’Italia, batte 9-8 la Francia ai tiri di rigore e conquista la medaglia di bronzo al termine di un’altra sfida infinita: dopo la semifinale contro la Spagna anche la finale per il terzo posto è stata una partita tirata e dalle mille emozioni. Questa volta però sono stati gli azzurri a spuntarla grazie al rigore finale di Giulio Cocco e alle parate di Stefano Zampoli, che ha neutralizzato i tiri dalla breve distanza dei giocatori transalpini. Un cambio arrivato alla fine dei supplementari per il portiere in forza al Trissino, che ha sostituito Riccardo Gnata proprio per la lotteria finale. L’Italia si conferma sul podio europeo per la sesta volta consecutiva (dal 2012 in poi regolarmente nelle prime tre), per la terza di fila medaglia di bronzo dopo le edizioni del 2018 (La Coruna) e 2021 (Paredes).

A esultare insieme agli azzurri c’è anche un grossetano, il medico sociale del Circolo Pattinatori 1951, il dottor Gianni Baldi che da un paio di stagione segue la nazionale italiana dal punto di vista sanitario.

Un denominatore comune rispetto alla partita contro la Spagna: il cuore messo dagli azzurri in pista, anche questa sera immenso e oltre le difficoltà, gli errori e la sfortuna. Orfana dell’infortunato Francesco Compagno, Bruno Sgaria e con Francisco Ipinazar in panchina per onor di firma (ha tirato un rigore nella serie), l’Italia è partita contratta e influenzata dalle tante energie spese nella semifinale. Fin da subito è parso evidente che la Francia avesse qualche energia in più legate al maggior riposo (i transalpini avevano perso la sera prima con il Portogallo ai regolamentari ed erano scesi in pista alle 18.30) e la squadra di Alessandro Bertolucci ha sofferto l’inizio. Tante azioni create ma poco efficaci da parte degli alfieri italiani, dall’altra parte Les Bleus (orfani di Carlo di Benedetto) hanno trovato in Roberto di Benedetto la propria punta di diamante realizzativa: doppio vantaggio a quota 15’13” e 16’47” e 2-0 transalpino che sarà il risultato dell’intervallo.

La reazione dell’Italia arriva a 40” dall’inizio della ripresa con il gol di Elia Cinquini ma è Remi Herman, a quota 4’01”, a ricacciare indietro gli azzurri. Sul 3-1 l’incontro sembra finito ma non la pensa così Alessandro Faccin che, a 12’55”, segna il suo primo gol nell’Europeo e di certo uno dei più importanti in questa competizione: da quel momento la squadra capitanata da Giulio Cocco trova coraggio e Andrea Malagoli, come nella serata precedente, realizza il sigillo del pareggio nel finale di partita (3-3 a 20’02”) che porta la sfida all’extra time. Nei supplementari è Davide Gavioli prima (3’58 del primo tempo) e Cocco poi (1’02” del secondo tempo) a portare l’Italia sul 5-3 e illudere la truppa di Alessandro Bertolucci che la sfida sia in discesa. La Francia non è d’accordo e trova la rete del 5-4 grazie al tiro diretto di Roberto di Benedetto (decimo fallo azzurro). E’ il fratello Bruno però a regalare la gioia dell’insperato 5-5 che gela gli azzurri a quota 2’25”.

Nei tiri di rigore l’Italia gioca la carta Stefano Zampoli e il portiere del Trissino ricambia la fiducia del commissario tecnico respingendo cinque piazzati dei giocatori transalpini. Azzurri in gol con Malagoli e Cocco, quest’ultimo a segno in tre tentativi differenti dei quali l’ultimo, quello che ha consegnato il 9-8 finale e la medaglia di bronzo al collo di tutti i suoi compagni.

ITALIA – FRANCIA 9-8 ai rigori (0-2, 3-1, 1-0, 1-2, 4-3)
ITALIA:
 Gnata, Cinquini, Gavioli, Malagoli, Cocco (C) – Faccin, Antonioni, Barbieri, Ipinazar, Sgaria. All. Bertolucci
FRANCIA: Audelin, Di Benedetto B, Herman, Di Benedetto R, Savreux L – Da Costa, Gefflot, Barengo, Di Benedetto C (C), Audelin. All. Savreux F
ARBITRI: Pedro Silva (POR), Mayor (SPA).

RETI: 1t: 15’13” Di Benedetto R (FRA), 18’00” Di Benedetto R (dir.shot) (FRA) – 2t: 0’36” Cinquini (ITA), 4’03” Herman (FRA), 12’43” Faccin (ITA), 20’19” Malagoli (dir.shot) (ITA) – 1t OT: 3’59” Gavioli (ITA) – 2t OT: 1’04” Cocco (ITA), 1’30” Di Benedetto R (dir.shot) (FRA), 2’13” Di Benedetto R (FRA) – Rigori: Goal per Italy, Cocco, Malagoli, Cocco e Cocco; Goal per Francia, Herman, Gefflot, Di Benedetto R
ESPULSIONI: 1st: 15’13” Antonioni (2′) (ITA), 22’14” Da Costa (2′) (FRA) – 2nd: 15’32” Malagoli (2′) (ITA)