Sconfitta amara per l’Edilfox sulla pista di Lodi. Decisivi gli ultimi due minuti (4-2)

Wasken Lodi-Edilfox Grosseto 4-2

WASKEN LODI: Grimalt, Porchera; Giovannetti, Faccin, Najera, Fernandes, Barbieri, Fantozzi, Antonioni, Bozzetto. All. Pierluigi Bresciani.

EDILFOX GROSSETO: Menichetti, Sassetti; Mount, Nacevich, Saavedra, Rodriguez, De Oro, Paghi, Franchi, Cabella. All. Michele Achilli. 

ARBITRI: Filippo Fronte di Novara ed Alfonso Rago di Giovinazzo.

RETI: nel p.t. 23’31 De Oro; nel s.t. 1’05 Najera, 1’33 Franchi, 18’37 Fernandez, 22’38 Bozzetto, 23’46 Najera.

NOTE: espulsione temporanea (2’) Paghi nel s.t.

Finale amaro per l’Edilfox Grosseto, sconfitto sulla pista del Wasken Lodi (4-2 il finale) negli ultimi due minuti, dopo aver condotto il match per quasi venti  minuti. Il terzo stop della stagione è arrivato al termine di una partita gagliarda giocata alla pari dai ragazzi di Michele Achilli contro una squadra in crescita, che era reduce da un successo esterno sulla pista di Bassano. Il Circolo Pattinatori si è presentato al Pala Castellotti con un quintetto inedito con German Nacevich subito in campo. Per tutto il primo tempo le due formazioni si sono date battaglia con continui capovolgimenti di fronte con grandi opportunità da una parte e dall’altra, sventate dalle belle parate dei due portieri.  La gara vive sul filo dell’equilibrio per 18 minuti, ma negli ultimi minuti l’azione del Grosseto diventa arrembante e ci sono volute alcune grandi parate di Grimalt per fermare i tentativi di De Oro. La partita è spettacolare, con un miracolo di Menichetti su Faccin.  Lodi nel finale reclama anche un blu per un fallo di Nacevich e proprio in dirittura il Grosseto cambia il volto alla gara. A 1’24 dalla fine approfitta di un errore di Giovannetti per volare in contropiede e superare Grimalt con un gran destro dal limite dell’area. La ripresa apre con un botta e risposta nel giro di 28 secondi.  Il pareggio del Lodi arriva dopo 65 secondi con un colpo da biliardo di Najera che manda la palla alle spalle di Menichetti. Immediata la risposta dei biancorossi.  Un assist al bacio per Alex Mount a centro area per Alessandro Franchi che non lascia scampo a Grimalt. Il Grosseto va vicino al raddoppio in un paio di occasioni, con lo scatenato De Oro e Rodriguez, ma il Lodi non molla e da parte sua chiama spesso al lavoro Menichetti. All’11 l’arbitro espelle Stefano Paghi per un fallo a centrocampo. Si Incarica della punizione di prima l’ex Andrea Fantozzi, fermato dal portiere grossetano. A sei minuti dalla fine i lombardi trovano il pareggio con Fernandes, che capitalizza un passaggio da dietro porta. Il quintetto di Bresciani va anche vicino al vantaggio con una traversa di Antonioni, ma il Grosseto non sta a guardare e si rituffa in avanti per cercare di portare a casa i tre punti, ma Saavedra viene fermato da Grimalt. A 2’11 arriva la doccia fredda, il tiro diretto di Bozzetto che batte Menichetti sul decimo fallo dei biancorossi. A 76 secondi Najera mette in freezer la partita con una rete in contropiede veloce. A 1’06 Saavedra non riesce a trasformare una punizione di prima. E’ l’ultima emozione di una partita bellissima.

I risultati della decima giornata: Forte dei Marmi-Sandrigo 2-4, Trissino-Vercelli 8-3, Lodi-Grosseto 4-2, Montebello-Bassano 0-2, Montecchio Precalcino-Sarzana 3-5, Valdagno-Follonica 7-2, Monza-Cgc Viareggio 5-1. 

Classifica: Trissino 27; Bassano 22; Grosseto, Lodi, Sarzana 19; Forte dei Marmi 18; Follonica 17; Vercelli 14; Valdagno 11; Monza 10; Viareggio e Sandrigo 9; Montebello 4; Montecchio Precalcino 2.

Il Circolo Pattinatori 1951 insignito della stella di bronzo al merito del Coni

Un riconoscimento per il passato, che darà una spinta per il futuro. Il Circolo Pattinatori Grosseto 1951 ha ricevuto martedì sera, dopo 71 anni di vita, la stella di bronzo al merito del Coni. La premiazione è avvenuta nell’aula magna del Polo liceale Aldi nel corso della Giornata Olimpica,  durante la quale sono stati premiati atleti, società e dirigenti maremmani, che si sono distinti nella scorsa stagione a livello nazionale e internazionale.

Il Cp Grosseto  si è presentato al prestigioso appuntamento con sette giocatori della squadra che sta brillando in serie A1 (Alessandro Franchi, Stefano Paghi, Paride Sassetti, Alex Mount, Gaston De Oro, German Nacevich e il capitano Pablo Saavedra), l’allenatore Michele Achilli e il preparatore atletico Stefano Chirone. A consegnare la meritatissima stella di bronzo al presidente della società, Stefano Osti, è stato il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna, affiancato dal presidente regionale Coni Simone Cardullo e dalla delegata provinciale Elisabetta Teodosio.

«La nostra società – ha detto il presidente Stefano Osti – ha festeggiato lo scorso anno i settant’anni di vita ed è una delle più antiche della città. Questo premio, che condivido con i miei consiglieri, tecnici e atleti, lo voglio dedicare al primo presidente Mario Parri e ai pionieri, senza la cui opera non sarebbe stato possibile arrivare fino a questo».

«Il Circolo Pattinatori sta avendo un discreto presente –  ha proseguito Osti – e un futuro roseo che grazie a tutti si sta scrivendo con impegno e dedizione». Il presente, come ha ricordato la delegata Elisabetta Teodosio, porterà i ragazzi di Michele Achilli in Svizzera nel prossimo fine settimana per il secondo turno di Champions League, ma nel frattempo la società sta lavorando, di concerto con l’amministrazione comunale, per implementare il centro sportivo di via Mercurio con la costruzione di un palazzetto per l’hockey su pista che consentirà al Circolo Pattinatori di ospitare anche eventi di rilevanza internazionale che  permetteranno, magari, di conseguire tra qualche anno la stella d’argento al merito sportivo.

La delegata provinciale Elisabetta Teodosio legge le motivazioni del premio al Circolo Pattinatori

Il Circolo Pattinatori organizza un pullman di tifosi per il derby del 21 dicembre a Follonica

Il Circolo Pattinatori Grosseto 1951 organizza per i propri tifosi un pullman in occasione della trasferta di Follonica, in programma mercoledì 21 dicembre alla pista “Antonio Armeni”. La partenza degli sportivi grossetani alla volta del golfo avverrà alle 19,30 dal centro sportivo di via Mercurio.

Per gli appassionati grossetani di hockey su pista è sicuramente una ghiotta occasione per assistere ad un derby di altissimo livello, visto che le due squadre maremmane stanno disputando una stagione da protagoniste. Il duello tra Galileo Follonica e Edilfox Grosseto sarà tra l’altro l’ultimo atto del girone d’andata. 

 Le prenotazioni si accettano, entro mercoledì 14 dicembre, nella sede del Circolo Pattinatori in via Mercurio o telefonando al numero 338.5490777.

L’Edilfox conserva il quarto posto dopo i recuperi di serie A1

I recuperi infrasettimanali del massimo campionato di hockey pista hanno consegnato ufficialmente al Circolo Pattinatori Edilfox Grosseto il quarto posto solitario. Una posizione d’eccellenza che conferma momento davvero magico per i ragazzi di Michele Achilli, che vorranno consolidare il piazzamento al fianco delle big di A1 già sabato 3 dicembre davanti al pubblico amico contro il Valdagno.

I biancorossi sono a un solo punto dai cugini follonichesi e a tre dal secondo posto, occupato dal Bassano. In testa alla classifica si è insediata la corazzata Trissino, che ha tremato per 35 minuti prima di piegare la “Big red machine”.

Per un paio di minuti del secondo tempo, domenica scorsa, dopo le reti di Alex Mount e Gaston De Oro, l’Edilfox Grosseto è balzato in testa alla classifica di serie A1. E questo la dice lunga sulla grande stagione che stanno disputando Saavedra e compagni. L’importante non sarà cullarsi sugli allori e proseguire  a viaggiare al massimo, magari, per concretizzare un altro sogno, quello del passaggio del secondo turno di Champions League. Se a Diessbach il quintetto di Achilli giocherà con l’intensità vista a Trissino nessun traguardo sembra precluso. Oliveirense, Calafell e gli svizzeri del Diessbach giocheranno con il coltello tra i denti, ma il Cp ha tutte le carte in regola per regalare un’altra gioia al presidente Stefano Osti.

I risultati dei recuperi di mercoledì: Trissino-Wasken Lodi 6-2, Montecchio Precalcino-Valdagno 3-3, Montebello-Forte dei Marmi 2-6.

La classifica: Trissino 21; Ubroker Bassano 19; Galileo Follonica 17; Edilfox Grosseto 16; Gds Forte dei Marmi 15; Engas Vercelli 14; Gamma Sarzana e Wasken Lodi 13; Why Sport Valdagno 8; Cgc Viareggio e Telea Sandrigo 6; Teamservicecar Monza e Tierre Montebello 4; Montecchio Precalcino 2.

Il programma del 9° turno. Sabato, Vercelli-Forte dei Marmi, Follonica-Trissino, Sarzana-Montebello, Edilfox Grosseto-Valdagno, Sandrigo-Monza, Viareggio-Montecchio P.; domenica, Bassano-Lodi.

Giovanni Lamioni: «Edilfox rimarrà al fianco del Circolo Pattinatori»

La famiglia del Circolo Pattinatori ha inviato un augurio di buon lavoro al nuovo amministratore delegato dell’Us Grosseto, Giovanni Lamioni. «Dopo una breve parentesi – scrive il presidente del Cp Stefano Osti –  ci sono nuovamente degli grossetani in sella al Grosseto, l’augurio è che con la nuova dirigenza la squadra possa portarsi quanto prima in acque tranquilli, per iniziare dal prossimo anno un cammino che riporti il Grifone nelle categorie che merita».

Il Circolo Pattinatori Grosseto è legato a doppio filo con l’Usg Grosseto. Nelle scorse settimana Giovanni Lamioni ha acquisito l’azienda Edilfox, main sponsor della società biancorossa, con la quale è passata dalla serie B all’attuale terzo posto in classifica e alla Coppa Campioni.

Ma anche i vertici del Cp hanno importanti trascorsi nell’Usg. Il presidente Osti, dal 1974, a più riprese è stato segretario, procuratore speciale, amministratore, commissario, direttore generale del sodalizio biancorosso; il vicepresidente Ernesto Croci è stato il responsabile marketing nei primi anni dell’epoca Piero Camilli.

Giovanni Lamioni, che ha pubblicamente ammesso di non conoscere l’hockey, ma anticipato che sarà presente in una delle prossime gare casalinghe in via Mercurio, nel corso della conferenza stampa di presentazione all’indomani dell’acquisto dell’Us Grosseto 1912 ha annunciato che continuerà a essere il main sponsor della società grossetana anche per il 2023 e chissà che il matrimonio, che tanti frutti ha dato, non possa continuare anche in futuro.

L’Edilfox cala il pokerissimo con il Forte dei Marmi che vale il terzo posto in classifica

Edilfox Grosseto-GDS Forte dei Marmi 2-1

EDILFOX GROSSETO: Menichetti, Sassetti; Mount, Nacevich, Saavedra, Rodriguez, De Oro, Paghi, Franchi, Alfieri. All. Michele Achilli.

GDS FORTE DEI MARMI: Gnata, Taiti; Borgo, Gual, Gil, Illuzzi, Lombardi, Petrocchi, Torner, Rossi, Cinquini. All. Roger Molina. 

ARBITRI: Luca Molli e Mauro Giangregorio.

RETI: nel p.t. 0’35 Rodriguez, 12’50 Torner, 18’47 Navevich; nel s.t. 

NOTE: espulsione temporanea (2’): Torner nel p.t.

 Non si ferma la marcia dell’Edilfox Grosseto che colleziona la quinta vittoria stagionale superando il Forte dei Marmi in un derby tirato e ricco di emozioni. I ragazzi di Michele Achilli hanno disputato una partita straordinaria e la vittoria contro i versiliesi permette di sistemarsi al terzo posto della classifica a un solo punto dai cugini del Follonica. 

Saavedra e compagni hanno dominato il match e senza le parate del portierone azzurro Gnata il punteggio sarebbe stato ancora più ampio. Una prova convincente per una formazione che dopo la lunga sosta ha ripreso a giocare con la grinta e la concentrazione delle prime sei giornate.

Dopo una manciata di secondi Pedro Gil la mette nel sacco, ma in maniera irregolare, con un tocco di piede. E’ valida invece la rete, dopo trentacinque secondi, di Mario Rodriguez, che devia un tiro da lontano di “Tonchi” De Oro. I versiliesi, privi di Federico Ambrosio, tornato dai Mondiali con uno stiramento, si riversano subito nell’area avversaria, ma porgendo il fianco ai veloci e pericolosi contropiede locali. La gara è bellissima. Menichetti sventa alcuni tentativi ospiti, mentre De Oro chiama un paio di volte in causa Gnata. Al 13’ l’Edilfox manca di un soffio il raddoppio su una bella combinazione tra Nacevich e Mount, ma nel ribaltamento di fronte arriva il pareggio firmato da Torner.

Al 13’ il Grosseto ha la possibilità di riportarsi in vantaggio, ma Gnata ferma con i pattini la punizione di prima di Saavedra, concessa per il fallo da blu di Torner. Nel proseguimento c’è una brutta caduta di Pedro Gil (trasportato in ospedale per accertamenti) che fa fermare la gara per dieci minuti. Alla ripresa del gioco il Forte spaventa Menichetti con Rossi, mentre Nacevich e Mount sbattono sul portierone della nazionale. Ed è proprio l’argentino Nacevich al 19’ a far esplodere di gioia la pista Mario Parri con un gran tiro centrale, poco fuori area. Passano appena due minuti e Menichetti difende il vantaggio parando con il petto un tiro di diretto di Torner e poco dopo ferma un contropiede di Gual, permettendo di andare al riposo sul 2-1. La ripresa si apre con una gran deviazione difensiva di Rodriguez su un tiro a colpo sicuro e due belle occasioni di De Oro e Mount. L’Edilfox muove velocemente la palla e regala spettacolo, ma non riesce a trovare la terza rete. A 10’ dalla fine ci vuole una super parata di Menichetti per fermare un tentativo di Cinquini. Il Circolo Pattinatori arriva diverse volte davanti a Gnata, ma l’estremo difensore riesce a fermare ogni tiro, compresa la punizione di prima di Alex Mount a 2’55 dalla fine, per il decimo fallo di squadra del Forte. A venti secondi dalla fine Gnata ferma la punizione di De Oro, ma il Grosseto conserva fino alla sirena il prezioso vantaggio, che garantisce un altro passo in avanti in classifica.

Coppa Italia di A2, la Blue Factor vince il derby con Follonica (6-5)

Bella e entusiasmante partita al Casa Mora: alla fine nel derby di Coppa Italia di serie A2 la spunta la Blue Factor che batte l’Acea Follonica per 6-5, con il Castiglione che vola in testa alla classifica del girone. Gara intensa, ricca di colpi di scena e in equilibrio fino alla fine. Nel Castiglione squalificato capitan Brunelli e il tecnico Alberto Aloisi, in panchina va Alessandro Brizzi. Nel Follonica l’allenatore Franco Polverini si affida alla coppia di A1 Bonarelli-Cabiddu. L’inizio è di studio con la difesa a zona dei padroni di casa che mette in crisi il Follonica. In cattedra i portieri, Saitta nei biancocelesti, e Mugnaini e poi Ernesto Maggi negli azzurri del Golfo. Il match si sblocca dopo 13’: Piro dal vertice sinistro in diagonale insacca l’1-0.  Il Follonica stenta a reagire e il Castiglione raddoppia al 16’. Buralli penetra centralmente e dal limite dell’area non lascia scampo al portiere. Poi contropiede ancora del Castiglione: Piro spara fuori ma sulla respinta della sponda Perfetti sul secondo palo riesce ad agganciare e mettere in rete, 3-0. A questo punto gli ospiti si scuotono. Bonarelli dalla sua metà pista spara un bolide, il tocco di Buralli sulla traiettoria fa rimbalzare la pallina e mette fuori causa Saitta, 3-1. Il Castiglione allunga ancora. Il solito Buralli spinge e serve al limite Peerfetti, Mugnaini vola e respinge ma in tap-in ancora Perfetti mette dentro, 4-1 al 23’. Nell’ultimo minuto di tempo succede di tutto. Cabiddu serve in aerea Bonarelli, rimasto solo, e il tiro fulmina Saitta, 4-2. Perfetti a tre secondi dalla sirena, alla balaustra attacco aggancia Cabiddu, beccandosi il blù. Saitta vola sulla punizione di Bonarelli. Ad inizio ripresa a pochi secondi dalla fine del power play, ci pensa Polverini servito da Cabiddu a bucare il portiere castiglionese per il 4-3. L’inerzia sembra passare definitivamente al Follonica, con il ritmo del Castiglione che cala. Il fallo di Montauti che abbatte Bonarelli vale il penalty, e il capitano del Follonica, tripletta, non sbaglia, 4-4 all’8’.  Il Follonica però spreca il nuovo rigore del possibile sorpasso, pattino in area, Saitta stoppa Bonarelli. I biancocelesti (in maglia biancorosa per l’occasione) resistono e tornano avanti al 14’, per un altro fallo con il pattino in area azzurra. Buralli è glaciale e dal dischetto fulmina con una cannonata Maggi, 5-4. Le azioni si susseguono, fra parate e qualche errore clamorosa. Al 21’ il nuovo pareggio del Follonica: Cabiddu dalla distanza tira in porta, Saitta respinge corto e Polverini è un rapace e insacca il 5-5. Bonarelli aggancia Buralli in ripartenza e si becca il blù. Lo stesso Buralli dai 7 metri e 40 non lascia nuovamente scampo a maggi e segna il 6-5 a 2′ dalla fine. L’ultima emozione sul 10° fallo del Castiglione: Saitta ferma Cabiddu e sigilla la vittoria e primato. 

BLUE FACTOR CASTIGLIONE: Michael Saitta, (Alessandro Donnini); Mattia Piro, Federico Buralli, Matteo Mantovani, Diego Guarguaglini, Brando Santoni, Filippo Montauti, Luca Mantovani, Emanuele Perfetti. All. Alessandro Brizzi.

ACEA FOLLONICA: Marco Mugnaini, (Ernesto Maggi); Mattia Polverini, Matteo Faelli, Francesco Margheriti, Adriano Maggi, Claudio Bracali, Jacopo Mariotti, Alberto Cabiddu, Oscar Bonarelli. All. Franco Polverini.

ARBITRO: Carlo Iuorio di Salerno.

RETI: pt (4-2) 12’58 Piro (C), 16’47 Buralli (C), 18’59 Perfetti (G), 22’09 Bonarelli (F), 22’56 Perfetti (C), 24’58 Bonarelli; st 1’54 Polverini (F), 14’01 Buralli (C), 7’06 Bonarelli (F), 13’36 rig. Buralli (C), 20’36 Polverini (F), 22’37 pp Buralli (C).

Il calendario della Coppa Italia di serie A2 girone D1

Sabato 15 ottobreHobbystore Grosseto-Blue Factor Castiglione2-6
Domenica 23 ottobreAcea Follonica-Hobbystore Grosseto8-6
Sabato 29 ottobreBlue Factor Castiglione-Acea Follonica6-5
Sabato 5 novembreBlue Factor Castiglione-Hobbystore Grosseto 
Sabato 12 novembreHobbystore Grosseto-Acea Follonica 
Domenica 20 novembreAcea Follonica-Blue Factor Castiglione 

La classifica 

 PPgPvPaPeGfGsD
BLUE FACTOR CASTIGLIONE622001275
ACEA FOLLONICA3210113121
HOBBYSTORE GROSSETO02002814-6

Il dottor Giovanni Baldi è volato in Argentina: seguirà le nazionali ai World Games

Il medico sociale del Circolo Pattinatori Grosseto, Giovanni Baldi, è intanto volato in Argentina. Sarà il responsabile sanitario delle tre nazionali azzurre che parteciperanno ai World Games. Nelle prossime settimane Baldi dovrà seguire gli atleti della squadra Seniores, di quella Under 19 e della selezione femminile. Un’esperienza, della durata di circa tre settimane, che il medico grossetano sta affrontando con grande entusiasmo e che arricchirà il suo palmares sportivo che lo ha visto impegnato nel calcio, nell’ippica (sia al Casalone che all’ippodromo dei Pini), fino ad arrivare al ciclismo e al golf.

Commissione comunità europea dello sport

La Maremma Toscana Sud è una comunità europea dello sport. Visitato anche il centro sportivo di via Mercurio

L’Ambito Toscana Sud è ufficialmente European Community of Sport 2024. La comunicazione di Aces Europe è arrivata al sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna martedì 18 ottobre e conferma la straordinarietà del grande percorso avviato negli anni dall’Amministrazione comunale in materia di sport e turismo. Indispensabile il contributo di Orbetello, Monte Argentario, Capalbio, Semproniano, Scansano, Campagnatico e Cinigiano, Civitella Paganico, Comuni dell’Ambito Maremma Toscana Sud, con Grosseto capofila.

La commissione giudicatrice nella sua visita in Maremma ha fatto tappa anche nel centro sportivo di via Mercurio, rimanendo particolarmente colpita dalla funzionalità dei suoi impianti, la pista Mario Parri, la palestra e i campi di tennis e calcetto.

«Con questo riconoscimento – annuncia il sindaco Vivarelli Colonna – arriva la conferma che Grosseto e gli altri Comuni stanno andando nella giusta direzione, ponendo nuovi obiettivi in vista del 2024. Ringrazio chi ha deciso di aderire a questa sfida: saremo una grande comunità dello sport, con la natura, gli impianti, il mare».

«Viene premiato così il lungo lavoro dell’Amministrazione, degli uffici, del mondo dello sport tutto – spiega il vicesindaco e assessore allo Sport Fabrizio Rossi – merito di una grande squadra composta dall’Ente, dalle associazioni e dalle società sportive, dai nostri campioni e da chi semplicemente ha passione per lo sport. La squadra cresce ulteriormente con questo successo mantenendo alta l’attenzione e aprendo collaborazioni anche con gli altri Comuni. Viene premiata la nostra idea di sport diffuso, la gestione degli impianti comunali e il nostro modo di interpretare ambiente, territorio e sport».

«Un’ottima notizia anche per il turismo – conclude l’assessore al Turismo Megale – che è stata un po’ la chiave di lettura del dossier, nel suo binomio con lo sport. Fondamentale è stata la partecipazione dell’Ambito Maremma Toscana Sud e tanti Comuni ci stanno chiedendo di aderire e dare il loro contributo a questa grande festa dello sport e del turismo che ci vedrà protagonisti nel 2024 e durerà l’intero anno».

A dicembre 2023 a dicembre verrà consegnata la bandiera. Nel 2024 – dopo un monitoraggio costante da parte della commissione – sarà scelta la migliore comunità delle cinque appena proclamate.

L’Edilfox perde con La Vendéenne ma vince il girone di La Roche Sur Yon

Circolo Pattinatori Edilfox-La Vendéenne 1-3

EDILFOX GROSSETO: Menichetti, Sassetti; Rodriguez, Saavedra, Franchi, De Oro, Paghi, Nacevich, Mount, Cabella. All. Michele Achilli.

LA VENDEENNE: Bento, Blanco; Debrouver, Delgado, Pinto, Vankammelbecke, Alminana, Gefflot, Thebaud, Sisti. All. Marc Salicru.

ARBITRI: Alvaro de la Hera (Spa) e Carlos Correia (Por).

RETI: nel p.t. 9’43 Thebaud (LV), 19’45 Thebaud (LV); nel s.t. 3’43 Rodriguez (G), 23’31 Gefflot (LV).

NOTE: espulsioni temporanee (2’): Sisti e De Oro nel p.t.

Il Circolo Pattinatori Grosseto chiude al primo posto nel girone di Champions League a la Roche sur Yon, nonostante la sconfitta di misura contro i locali de La Vendeenne (1-3). I biancorossi di Michele Achilli si sono trovati di fronte un avversario motivatissimo, che si giocava la qualificazione e per questo ha aggredito un Grosseto un po’ stanco, che ha comunque cercato in più occasioni la via della rete, senza riuscirci.

La prima conclusione, a lato è di De Oro, dopo una manciata di secondi, Il Grosseto continua ad attaccare ma non riesce a concludere. Una doppietta di Thebaud nel giro di dieci minuti permette ai francesi, sostenuti dal tifo infernale dei propri tifosi, di andare al riposo sul 2-0. Tra le due reti Debrouver ha anche la possibilità di andare a segno su una punizione di prima che viene fermata da Menichetti. La ripresa, dopo un altro tiro diretto da Debrouver, vede un Circolo Pattinatori più convinto che al 4’ trova il gol del 2-1 con un bel tiro al volo di Mario Rodriguez. I maremmani mancano il pareggio ed è anzi La Vendéenne a mettere a segno il terzo sigillo con Gefflot. L’Edilfox prova fino all’ultimo ad accorciare nuovamente, ma fallisce anche una punizione diretta. Menichetti ferma il tiro diretto  concesso per il decimo fallo di squadra e tiene la sua squadra avanti nella classifica avulsa, permettendo di festeggiare una straordinaria qualificazione al secondo turno, previsto dal 15 al 18 dicembre.

«Siamo tutti molto contenti – dice Michele Achilli – per aver concluso il girone al primo posto, dispiaciuti per l’epilogo finale; oggi doveva vincere una squadra, quella francese. I ragazzi hanno dato tutto.  Sebbene potessimo perdere fino a quattro gol di scarto, la squadra ha giocato per cercare di vincere la terza partita. Se all’inizio di questa trasferta mi avessero detto che il Grosseto arrivava primo, non ci avrei creduto»

«Contro i francesi – aggiunge Achilli – eravamo stanchi fisicamente, eravamo reduci dalla partita di mercoledì scorso, da 21 ore di viaggio, e da due partite giocate a duemila. Eravamo forse appagati mentalmente, sapendo che eravamo qualificati al 99%. Con la Vendeene abbiamo regalato un tempo, dopo aver giocato bene all’inizio, non siamo riusciti a segnare, ma siamo stati penalizzati gli arbitri che hanno fischiato falli in continuazione. Abbiamo finito per innervosirsi troppo e questo non dovrebbe succedere».

«Abbiamo vinto il girone – conclude l’allenatore – e questo è quello che conta. Il livello tecnico era buono, sia francesi che spagnoli erano forti e sono stati piacevolmente sorpreso dalla mia squadra, che ha comandato il gioco». 

I risultati del primo turno: Edilfox Grosseto-King’s Lynn 13-2, La Vendeenne-Finques Prats Lleida 2-4; Kings Lynn-La Vendeenne 1-4; King’s Lynn-Finque Prats Lleida 1-14, Edilfox Grosseto-La Vendéenne 1-3. Grosseto e La Roche Sur Yon promossi al secondo turno. Le altre qualificate: Forte dei Marmi, Braga, Calafell, Valdagno, Caldes, Valongo. Prossimo turno dal 15 al 18 dicembre.