L’Edilfox riceve la visita del Bassano: è hockey stellare alla pista Mario Parri

Edilfox Grosseto-Ubroken Bassano, basta la parola. La pista Mario Parri di via Mercurio ospita sabato sera alle 20,45 una delle sfide imperdibili della serie A1 di hockey pista. I ragazzi di Michele Achilli, dopo aver ceduto i tre punti al Lodi negli ultimi due minuti – a causa di una punizione di prima del 17enne Bozzato che ha spezzato l’equilibrio – si confrontano con la formazione veneta, seconda in classifica, grazie alla vittoria di misura (2-0) sul campo del Montebello. Cinquanta minuti da gustare tutto d’un fiato per gli appassionati cittadini, che possono cambiare nuovamente la classifica e far balzare sul secondo gradino del podio i biancorossi, che in caso di vittoria potrebbero cominciare a sognare anche un quarto di finale di Coppa Italia davanti al pubblico amico.

Grosseto-Bassano è insomma un match con la maiuscola. Saavedra e compagni hanno un attacco più produttivo (45 reti a 26), il Bassano ha subito un po’ meno (26 a 34). Sulle mattonelle della tensostruttura intitolata al fondatore del Cp, si sfideranno fior di campioni. La “Big red machine”, che anche a Lodi ha dimostrato di poter competere con qualsiasi formazione (anche a Trissino il ko è arrivato solo nella seconda parte di ripresa), dovrà guardarsi soprattutto da Cancela (13 reti), Coy, Amato e Pozzato, difesi in porta da Veludo, che ha parato mercoledì un rigore sullo 0-0.

«Sarà una partita difficile – sottolinea Alessandro Franchi, autore mercoledì del secondo vantaggio Cp – ma come del resto sono tutte. I risultati infrasettimanali dimostrano che non ci sono gare scontate. Il Bassano, guidato da un ottimo tecnico portoghese, agisce molto in contropiede. Come batterlo? Imponendo il nostro gioco, esprimendosi come sappiamo, senza timori». Franchi parla anche del ko di Lodi: «C’è solo amarezza per il risultato, visto che fino a sei minuti dalla fine eravamo avanti per 2-1 e abbiamo subito il 3-2 su un tiro diretto. Ci consola comunque la buona prestazione, contro una squadra di grande valore».

Il Grosseto si presenta a questo incontro con la formazione al completo e in ottime condizioni. I convocati: Menichetti, Sassetti; Mount, Nacevich, Saavedra, Rodriguez, De Oro, Paghi, Franchi, Cabella.

I precedenti: lo scorso anno l’Edilfox ha sconfitto per la prima volta il Bassano, per 3-1 in via Mercurio, prima di perdere 9-4 al ritorno. Nel bilancio totale degli scontri diretti ci sono 4 vittorie venete, un pareggio e un successo grossetano.

Ale Franchi in azione a Lodi (foto Alberto Vanelli)

Il programma dell’11ª giornata: Follonica-Lodi, Vercelli-Valdagno, Edilfox Grosseto-Bassano (arbitri Luca Molli e Carlo Iuorio), Sandrigo-Trissino, Montecchio Prealcino-Montebello, Sarzana-Monza, Cgc Viareggio-Forte dei Marmi

Classifica: Trissino 27; Bassano 22; Grosseto, Lodi, Sarzana 19; Forte dei Marmi 18; Follonica 17; Vercelli 14; Valdagno 11; Monza 10; Viareggio e Sandrigo 9; Montebello 4; Montecchio Precalcino 2.

Sconfitta amara per l’Edilfox sulla pista di Lodi. Decisivi gli ultimi due minuti (4-2)

Wasken Lodi-Edilfox Grosseto 4-2

WASKEN LODI: Grimalt, Porchera; Giovannetti, Faccin, Najera, Fernandes, Barbieri, Fantozzi, Antonioni, Bozzetto. All. Pierluigi Bresciani.

EDILFOX GROSSETO: Menichetti, Sassetti; Mount, Nacevich, Saavedra, Rodriguez, De Oro, Paghi, Franchi, Cabella. All. Michele Achilli. 

ARBITRI: Filippo Fronte di Novara ed Alfonso Rago di Giovinazzo.

RETI: nel p.t. 23’31 De Oro; nel s.t. 1’05 Najera, 1’33 Franchi, 18’37 Fernandez, 22’38 Bozzetto, 23’46 Najera.

NOTE: espulsione temporanea (2’) Paghi nel s.t.

Finale amaro per l’Edilfox Grosseto, sconfitto sulla pista del Wasken Lodi (4-2 il finale) negli ultimi due minuti, dopo aver condotto il match per quasi venti  minuti. Il terzo stop della stagione è arrivato al termine di una partita gagliarda giocata alla pari dai ragazzi di Michele Achilli contro una squadra in crescita, che era reduce da un successo esterno sulla pista di Bassano. Il Circolo Pattinatori si è presentato al Pala Castellotti con un quintetto inedito con German Nacevich subito in campo. Per tutto il primo tempo le due formazioni si sono date battaglia con continui capovolgimenti di fronte con grandi opportunità da una parte e dall’altra, sventate dalle belle parate dei due portieri.  La gara vive sul filo dell’equilibrio per 18 minuti, ma negli ultimi minuti l’azione del Grosseto diventa arrembante e ci sono volute alcune grandi parate di Grimalt per fermare i tentativi di De Oro. La partita è spettacolare, con un miracolo di Menichetti su Faccin.  Lodi nel finale reclama anche un blu per un fallo di Nacevich e proprio in dirittura il Grosseto cambia il volto alla gara. A 1’24 dalla fine approfitta di un errore di Giovannetti per volare in contropiede e superare Grimalt con un gran destro dal limite dell’area. La ripresa apre con un botta e risposta nel giro di 28 secondi.  Il pareggio del Lodi arriva dopo 65 secondi con un colpo da biliardo di Najera che manda la palla alle spalle di Menichetti. Immediata la risposta dei biancorossi.  Un assist al bacio per Alex Mount a centro area per Alessandro Franchi che non lascia scampo a Grimalt. Il Grosseto va vicino al raddoppio in un paio di occasioni, con lo scatenato De Oro e Rodriguez, ma il Lodi non molla e da parte sua chiama spesso al lavoro Menichetti. All’11 l’arbitro espelle Stefano Paghi per un fallo a centrocampo. Si Incarica della punizione di prima l’ex Andrea Fantozzi, fermato dal portiere grossetano. A sei minuti dalla fine i lombardi trovano il pareggio con Fernandes, che capitalizza un passaggio da dietro porta. Il quintetto di Bresciani va anche vicino al vantaggio con una traversa di Antonioni, ma il Grosseto non sta a guardare e si rituffa in avanti per cercare di portare a casa i tre punti, ma Saavedra viene fermato da Grimalt. A 2’11 arriva la doccia fredda, il tiro diretto di Bozzetto che batte Menichetti sul decimo fallo dei biancorossi. A 76 secondi Najera mette in freezer la partita con una rete in contropiede veloce. A 1’06 Saavedra non riesce a trasformare una punizione di prima. E’ l’ultima emozione di una partita bellissima.

I risultati della decima giornata: Forte dei Marmi-Sandrigo 2-4, Trissino-Vercelli 8-3, Lodi-Grosseto 4-2, Montebello-Bassano 0-2, Montecchio Precalcino-Sarzana 3-5, Valdagno-Follonica 7-2, Monza-Cgc Viareggio 5-1. 

Classifica: Trissino 27; Bassano 22; Grosseto, Lodi, Sarzana 19; Forte dei Marmi 18; Follonica 17; Vercelli 14; Valdagno 11; Monza 10; Viareggio e Sandrigo 9; Montebello 4; Montecchio Precalcino 2.

Il Circolo Pattinatori 1951 insignito della stella di bronzo al merito del Coni

Un riconoscimento per il passato, che darà una spinta per il futuro. Il Circolo Pattinatori Grosseto 1951 ha ricevuto martedì sera, dopo 71 anni di vita, la stella di bronzo al merito del Coni. La premiazione è avvenuta nell’aula magna del Polo liceale Aldi nel corso della Giornata Olimpica,  durante la quale sono stati premiati atleti, società e dirigenti maremmani, che si sono distinti nella scorsa stagione a livello nazionale e internazionale.

Il Cp Grosseto  si è presentato al prestigioso appuntamento con sette giocatori della squadra che sta brillando in serie A1 (Alessandro Franchi, Stefano Paghi, Paride Sassetti, Alex Mount, Gaston De Oro, German Nacevich e il capitano Pablo Saavedra), l’allenatore Michele Achilli e il preparatore atletico Stefano Chirone. A consegnare la meritatissima stella di bronzo al presidente della società, Stefano Osti, è stato il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna, affiancato dal presidente regionale Coni Simone Cardullo e dalla delegata provinciale Elisabetta Teodosio.

«La nostra società – ha detto il presidente Stefano Osti – ha festeggiato lo scorso anno i settant’anni di vita ed è una delle più antiche della città. Questo premio, che condivido con i miei consiglieri, tecnici e atleti, lo voglio dedicare al primo presidente Mario Parri e ai pionieri, senza la cui opera non sarebbe stato possibile arrivare fino a questo».

«Il Circolo Pattinatori sta avendo un discreto presente –  ha proseguito Osti – e un futuro roseo che grazie a tutti si sta scrivendo con impegno e dedizione». Il presente, come ha ricordato la delegata Elisabetta Teodosio, porterà i ragazzi di Michele Achilli in Svizzera nel prossimo fine settimana per il secondo turno di Champions League, ma nel frattempo la società sta lavorando, di concerto con l’amministrazione comunale, per implementare il centro sportivo di via Mercurio con la costruzione di un palazzetto per l’hockey su pista che consentirà al Circolo Pattinatori di ospitare anche eventi di rilevanza internazionale che  permetteranno, magari, di conseguire tra qualche anno la stella d’argento al merito sportivo.

La delegata provinciale Elisabetta Teodosio legge le motivazioni del premio al Circolo Pattinatori

Il Circolo Pattinatori organizza un pullman di tifosi per il derby del 21 dicembre a Follonica

Il Circolo Pattinatori Grosseto 1951 organizza per i propri tifosi un pullman in occasione della trasferta di Follonica, in programma mercoledì 21 dicembre alla pista “Antonio Armeni”. La partenza degli sportivi grossetani alla volta del golfo avverrà alle 19,30 dal centro sportivo di via Mercurio.

Per gli appassionati grossetani di hockey su pista è sicuramente una ghiotta occasione per assistere ad un derby di altissimo livello, visto che le due squadre maremmane stanno disputando una stagione da protagoniste. Il duello tra Galileo Follonica e Edilfox Grosseto sarà tra l’altro l’ultimo atto del girone d’andata. 

 Le prenotazioni si accettano, entro mercoledì 14 dicembre, nella sede del Circolo Pattinatori in via Mercurio o telefonando al numero 338.5490777.

L’Edilfox difende il secondo posto mercoledì sulla pista del Wasken Lodi

Il Circolo Pattinatori Edilfox torna in pista mercoledì sera (inizio alle 20,45, diretta streaming sul canale Youtube della Fisr) sulla pista del Wasken Lodi per difendere lo storico secondo posto (era dal 1975 che il Grosseto saliva così in alto) arrivato nello scorso turno grazie all’entusiasmante vittoria sul Valdagno e alle contemporanee sconfitte di Bassano e Follonica.

I ragazzi di Michele Achilli stanno vivendo un periodo d’oro, ma rimangono i piedi ben saldi per terra, decisi a regalare soddisfazione alla società e agli appassionati. La “Big red machine” nella decima giornata di A1 sfida il Wasken Lodi, il quintetto che andando a vincere a Bassano ha permesso a Saavedra e compagni di conservare la poltrona occupata sabato sera. Quella lombarda è una squadra giovane, rinnovata, ma di grande spessore, che fa leva sul portiere Grimalt, decisivo domenica con quattro punizione di prima parate ai veneti  Il Lodi fa della velocità una delle sue armi migliori. Il bomber della truppa di Gigio Bresciani è un maremmano doc, l’ex di turno Andrea Fantozzi, che con la doppietta nel posticipo è arrivato a dieci centri, lo stesso numero Gaston “Tonchi” De Oro, che ha lasciato il Cp al successo con una tripletta.

«Ci aspetta una gara difficile – sottolinea l’allenatore Michele Achilli – contro un avversario giovane, motivatissimo, galvanizzato dal successo con il Bassano. I lombardi hanno un ottimo portiere e tanti atleti veloci. Noi stiamo vivendo un periodo felice. Andiamo a Lodi tranquilli, convinti di poter mostrare il nostro gioco e di poter lottare per la vittoria».

La gara contro i giallorossi lodigiani (campioni d’Italia nella stagione 2020-21) è l’antipasto di un altro scontro affascinante e impegnativo, in programma sabato sera sulla pista “Mario Parri” di via Mercurio, contro l’Ubroker Bassano, che condivide il secondo posto, a quota 19 punti, con l’Edilfox. Achilli, che sta facendo un gran lavoro, con la collaborazione del preparatore atletico Stefano Chirone, sa come dosare le forze, avendo a disposizione otto giocatori di movimento in grado di spaccare in qualsiasi momento la partita. «Contro il Lodi – aggiunge Achilli – avrò nuovamente a disposizione Serse Cabella che non ho utilizzato contro il Valdagno perché era appena rientrato da un infortunio e avrò quindi ancora una maggiore scelta».

I precedenti. Il match che si disputa mercoledì al “Pala Castellotti” è il 17° scontro diretto tra le due formazioni. Tre fino ad oggi sono state le vittorie dei grossetani, un pareggio e dodici le affermazioni lodigiane. Lo scorso anno i lombardi hanno vinto (5-2) in via Mercurio, prima di pareggiare in casa (3-3). Nei quarti di finale, però, il Lodi ha chiuso la serie per 2-0 (5-2, 4-1).

I convocati: Menichetti, Sassetti; Mount, Nacevich, Saavedra, Rodriguez, De Oro, Paghi, Franchi, Cabella. 

Arbitri: Filippo Fronte di Novara e Alfonso Rago di Giovinazzo.

L’U13 Tuttauto Davitti imbattuta a Viareggio. La Toscoservice diverte nel minihockey a Camaiore

E’ stato un fine settimana da ricordare per il Circolo Pattinatori. L’Edilfox ha conservato il secondo posto in classifica dopo la disputa dell’incontro tra Bassano e Lodi, grazie alla vittoria dei lombardi, mentre le giovanili hanno messo in mostra belle prestazioni. Nel recupero della sesta giornata, il Tuttauto Davitti under 13 è andato a pareggiare (1-1) sulla pista del CGC Viareggio, in un match risolto all’inizio del primo tempo. Il quintetto biancorosso guidato da Stefano Paghi è passato in vantaggio dopo 1’10 grazie a Lorenzo Turbanti, mentre i versiliesi hanno rimesso a posto le cose con un tiro diretto di Galli al 3’. Grande equilibrio nel resto del confronto.

CGC VIAREGGIO: Rosi, Bianchi; Barcaroli, Vellutini, Galli (1), Pelliccia, Miozzo, Caravano, Sbrana. All. Andrea Facchini.

TUTTAUTO DAVITTI: Sinjari; Pucillo, Cornacchini, Gabriele Sorbo, Turbanti (1), Amerighi, Alice Sorbo, Civitarese. All. Stefano Paghi.

ARBITRO: Luca Molli.

Minihockey. Domenica a Camaiore è andato in scena anche il primo concentramento stagionale del minihockey, con la Toscoservice Grosseto che ha fatto un’ottima figura. I bambini guidati da Pablo Saavedra hanno segnato tante reti e hanno trascorso una giornata all’insegna del divertimento, alternandosi nei vari ruoli, compreso il portiere. Quattro gli incontri disputati contro Viareggio, Sarzana e due volte con il Follonica. La rosa del Cp Toscoservice: Diego Croci,  Andrea Mantovani, Pietro Spinosa, Alessandro Marinoni, Aleardo Periccioli, Gabriele De Lello, Mohamed Seied Talbi, Alex Alasia.

I bambini partecipanti al concentramento di minihockey a Camaiore

L’Edilfox liquida anche il Valdagno (6-2) e balza al secondo posto in classifica

Edilfox Grosseto-Why Sport Valdagno 6-2

EDILFOX GROSSETO: Menichetti, Sassetti; Mount, Nacevich, Saavedra, Rodriguez, De Oro, Paghi, Franchi, Cabella. All. Michele Achilli.

VALDAGNO: Sgaria, Todeschini; Motaran, Nadini, Crocco, Giuliani, Rubio, Cocco, Ojeda, Garcia. All. Diego Mir.

ARBITRI: Matteo Galoppi e Carlo Iuorio.

RETI:  nel p.t. 2’14’ De Oro, 2’37 Rodriguez, 19’18 Giuliani, 23’44 Mount; nel s.t. 5’56 De Oro, 7’33 Giuliani, 12’41 Rodriguez, 22’25 De Oro

NOTE: espulsione temporanea (2’): Mount.

L’Edilfox Grosseto non si ferma più: sulla pista di via Mercurio liquida anche il Why Sport Valdagno e fa un altro passo avanti in classifica, approfittando della vittoria del Trissino a Follonica. I ragazzi di Michele Achilli hanno disputato un’altra gara perfetta e per i veneti, scesi in Maremma per recuperare lo svantaggio. Una vittoria che vale oro anche per i playoff di Coppa Italia, ormai ad un passo, con undici punti di vantaggio sugli avversari di sabato sera. Protagonisti del match Gaston De Oro con una tripletta, Rodriguez con una doppietta e Mount che ha firmato la rete più bella della serata.

Parte forte l’Edilfox, mettendo subito in difficoltà Sgaria con tiri da lontano. Al quarto tentativo, i biancorossi passano in vantaggio nel corso del 3’: Rodriguez serve De Oro, che con un delizioso “alza e schiaccia” mette in rete. Passano appena 23 secondi e “Tonchi” restituisce l’assist a Rodriguez che batte il portiere veneto con un tiro a mezza altezza. I primi dieci minuti sono tutti di marca grossetana, con dieci tiri in porta a tre. Mattia Cocco chiama al 12’ al lavoro Menichetti. Saavedra risponde subito mettendo paura al portiere veneto. Con il passare dei minuti cresce il Valdagno che si trova però sulla strada il portiere grossetano. Al 20’ però Giuliani, al termine di un’azione confusa trova l’angolino giusto per accorciare le distanze. Ci pensa però Alex Mount, con un micidiale contropiede, finalizzato con una gran rete, a ristabilire le due lunghezze di vantaggio al 24’. Al 6’ della ripresa De Oro cala il poker dopo un batti e ribatti batte dalla destra Sgaria che era riuscito a respingere i primi due tentativi, il primo di De Oro e il secondo di Saavedra. All’8’ Giuliani accorcia le distanze su punizione di prima dopo una dubbia espulsione di Mount. Al 13’ il Grosseto potrebbe allungare su rigore, ma Sgnaria intercetta il tentativo di Nacevich. Il quinto gol biancorosso è però questione di secondi: Rodriguez buca il guantone del portiere con un missile defilato sulla destra. L’Edilfox chiude definitivamente il match a 2’35 dalla fine con la tripletta di De Oro dopo una bella azione corale. 

L’Edilfox ospita sabato alla pista Mario Parri il Valdagno. E’ il primo di 8 incontri in 18 giorni

Per il Circolo Pattinatori Edilfox inizia sabato sera alla pista Mario Parri contro il Why Sport Valdagno (inizio alle 20,45) un tour de force che lo porterà a disputare, tra campionato e Champions League, 8 incontri nei prossimi 18 giorni. Una serie di incontri decisivi sia per l’accesso ai playoff di Coppa Italia (ai quali si qualificano le prime otto di A1 al termine del girone d’andata) e per il passaggio al terzo turno del più importante torneo continentale.

I ragazzi di Michele Achilli tornano in campo a distanza di sei giorni al termine della bella prestazione in casa della regina Trissino; un incontro che ha confermato il valore dei grossetani, soli al quarto posto dopo otto giornate. Delle cinque partite che rimangono prima della fine dell’anno il Circolo Pattinatori ne giocherà tre in casa, una a Lodi e una a Follonica. Una buona opportunità, insomma, per conservare la lusinghiera posizione nei quartieri nobili della classifica, al fianco delle big.

«Contro il Valdagno, ci aspetta una partita tosta – dice capitan Pablo Saavedra – quella veneta è una squadra di tutto rispetto, cresciuta di rendimento nelle ultime settimane, con due vittorie (contro Bassano e Montebello) e due pareggi».

«Il Grosseto, però, gioca davanti al suo pubblico – aggiunge il bomber biancorosso – è in una condizione di forma ottima e vuole sfruttare al meglio i confronti casalinghi. Quella di sabato sera sarà tra l’altro una gara delicata anche per l’accesso ai playoff di Coppa Italia. Il Valdagno è al nono posto e una vittoria ci permetterebbe di ipotecare un posto nei quarti di finale. Cercheremo con tutti i mezzi i tre punti anche per continuare a occupare un posto ai vertici della serie A1».

Saavedra ripensa per un  attimo alla trasferta di Trissino, chiusa con una sconfitta per 7-4, dopo aver condotto per 4-2: «C’è rimasto un po’ di rammarico per come sono andate le cose, ci avevamo veramente fatto la bocca di tornare a casa con un risultato positivo ma di fronte avevamo la squadra più forte. Basta guardare le statistiche e scorrere la rosa per rendersene conto. Siamo però usciti a testa alta».

Coach Achilli per la gara contro il Valdagno riabbraccia Serse Cabella che ha saltato due incontri per un infortunio all’avambraccio e la vivacità del giocatore follonichese sarà utile nel corso della gara. Sulla sponda Valdagno c’è il dubbio legato alla presenza dell’argentino Nicolas Ojeda.

I convocati: Menichetti, Sassetti; Mount, Nacevich, Saavedra, Rodriguez, De Oro, Paghi, Franchi, Cabella.

I precedenti: nei dieci precedenti incontri con il Valdagno, il Circolo Pattinatori ha vinto quattro volte, pareggiato una e perso cinque. La scorsa stagione l’Edilfox ha vinto in casa per 4-2 e ha perso al ritorno a Valdagno per 9-2.

Arbitri: Matteo Galoppi e Carlo Iuorio.

Alex Terence Mount, grande protagonista a Trissino, con una super tripletta (foto Mario Spalletta)

Il programma del 9° turno. Sabato, Vercelli-Forte dei Marmi, Follonica-Trissino, Sarzana-Montebello, Edilfox Grosseto-Valdagno, Sandrigo-Monza, Viareggio-Montecchio P.; domenica, Bassano-Lodi.

La classifica: Trissino 21; Ubroker Bassano 19; Galileo Follonica 17; Edilfox Grosseto 16; Gds Forte dei Marmi 15; Engas Vercelli 14; Gamma Sarzana e Wasken Lodi 13; Why Sport Valdagno 8; Cgc Viareggio e Telea Sandrigo 6; Teamservicecar Monza e Tierre Montebello 4; Montecchio Precalcino 2.

L’Edilfox conserva il quarto posto dopo i recuperi di serie A1

I recuperi infrasettimanali del massimo campionato di hockey pista hanno consegnato ufficialmente al Circolo Pattinatori Edilfox Grosseto il quarto posto solitario. Una posizione d’eccellenza che conferma momento davvero magico per i ragazzi di Michele Achilli, che vorranno consolidare il piazzamento al fianco delle big di A1 già sabato 3 dicembre davanti al pubblico amico contro il Valdagno.

I biancorossi sono a un solo punto dai cugini follonichesi e a tre dal secondo posto, occupato dal Bassano. In testa alla classifica si è insediata la corazzata Trissino, che ha tremato per 35 minuti prima di piegare la “Big red machine”.

Per un paio di minuti del secondo tempo, domenica scorsa, dopo le reti di Alex Mount e Gaston De Oro, l’Edilfox Grosseto è balzato in testa alla classifica di serie A1. E questo la dice lunga sulla grande stagione che stanno disputando Saavedra e compagni. L’importante non sarà cullarsi sugli allori e proseguire  a viaggiare al massimo, magari, per concretizzare un altro sogno, quello del passaggio del secondo turno di Champions League. Se a Diessbach il quintetto di Achilli giocherà con l’intensità vista a Trissino nessun traguardo sembra precluso. Oliveirense, Calafell e gli svizzeri del Diessbach giocheranno con il coltello tra i denti, ma il Cp ha tutte le carte in regola per regalare un’altra gioia al presidente Stefano Osti.

I risultati dei recuperi di mercoledì: Trissino-Wasken Lodi 6-2, Montecchio Precalcino-Valdagno 3-3, Montebello-Forte dei Marmi 2-6.

La classifica: Trissino 21; Ubroker Bassano 19; Galileo Follonica 17; Edilfox Grosseto 16; Gds Forte dei Marmi 15; Engas Vercelli 14; Gamma Sarzana e Wasken Lodi 13; Why Sport Valdagno 8; Cgc Viareggio e Telea Sandrigo 6; Teamservicecar Monza e Tierre Montebello 4; Montecchio Precalcino 2.

Il programma del 9° turno. Sabato, Vercelli-Forte dei Marmi, Follonica-Trissino, Sarzana-Montebello, Edilfox Grosseto-Valdagno, Sandrigo-Monza, Viareggio-Montecchio P.; domenica, Bassano-Lodi.

L’Edilfox, nonostante il ko, supera l’esame Trissino, sognando anche il colpo grosso

Trissino-Edilfox Grosseto 7-4

TRISSINO: Zampoli, Bovo; Malagoli, Cocco, Schiavo, Pinto, Galbas, Mendez, Gavioli, Ipinazar. All. Alessandro Bertolucci.

EDILFOX GROSSETO: Menichetti, Sassetti; Mount, Nacevich, Saavedra, Rodriguez, De Oro, Paghi, Franchi, Alfieri. All. Michele Achilli.

ARBITRI: Marco Rondina e Paolo Moresco

RETI: nel p.t.. 5’16 Cocco, 11’28 Mount, 11’31 Malagoli, 17’08 Mount; nel s.t. 0’22 Mount, 2’43 De Oro, 4’56 Mendez, 5’42 Cocco, 9’09 Ipinazar, 12’20 Malagoli, 14’26 Malagoli, 

NOTE: espulsione temporanea (2’) Paghi nel p.t.; Nacevich nel s.t.

Il Circolo Pattinatori Edilfox, nonostante una sconfitta maturata nella seconda parte della ripresa (7-4 il finale), supera a pieni voti l’esame Trissino. Nella tana dei campioni d’Italia e d’Europa, i ragazzi di Michele Achilli spaventano la corazzata veneta grazie a un primo tempo fatto di grandi occasioni e tanta ripresa e a un inizio ripresa che ha fatto sognare addirittura un blitz, con l’Edilfox avanti  4-2 dopo tre minuti e i trissinesi in evidente di difficoltà. La squadra di casa si è però ripresa ed è riuscita a portare a casa un successo che permette di superare Saavedra e compagni in classifica. Per il Grosseto è la seconda sconfitta dell’anno.

Il Trissino inizia la gara spingendo subito alla ricerca della rete, ma Mendez e Joao Pinto vanno a sbattere su Menichetti e su una difesa grossetana attentissima. Ci vuole un fallo da espulsione di Stefano Paghi per permettere ai campioni d’Italia di andare in vantaggio: Cocco realizza il tiro diretto aggirando il portiere dell’Edilfox. La partita s’infiamma al 12’: Mount trova in pareggio con una grande azione in velocità, piazzando la palla alla sinistra di Zampoli, che non può che guardare. Passavano però pochi secondi e Malagoli riporta avanti i trissinesi. L’Edilfox non si perde d’animo e tiene testa ai veneti. Gavioli colpisce l’incrocio dei pali. Non sbaglia Alex Mount che regala il pareggio con un’altra rete capolavoro. Il giocatore inglese si gira al limite dell’area e lascia partire un tiro di sinistro che buca il portiere. La rete dà fiducia al Grosseto che continua a mettere paura ai locali, con i tentativi di Saavedra e Rodriguez. Il capitano Saavedra si vede negare la rete del vantaggio su un bel testa a testa. La ripresa si apre con un tiro di Mount che trova lo spazio giusto per infilare la palla al sette di Zampoli. Passano pochi minuti e l’Edilfox cala il poker: “Tonchi” De Oro lascia sul posto Mendez e mette in rete. Due minuti dopo Jordi Mendez, riprendendo un tiro dalla destra, accorcia le distanze, mentre Cocco con un’azione personale riesce a trovare il 4-4. Per un tocco di Galbas con la gamba, al 7’ viene annullato il vantaggio di Gavioli. Al 10’ con un gran tiro potente e preciso da lontano di Ipinazar, che s’infila sotto la traversa per il 5-4 dei locali. Malagoli al 13’ raccoglie una palla vagante e firma il sesto gol. Un missile di Malagoli, su assist di Ipinazar, L’Edilfox non s’arrende e impreca per un palo interno di Paghi che avrebbe potuto riaprire il match. Le emozioni si susseguono fino in fondo: Ipinazar colpisce il quarto legno di serata, mentre a otto secondi  dalla fine Menichetti viene salvato dal palo sulla punizione di prima di Gavioli.