News

Edilfox e Galileo di nuovo di fronte in coppa Italia il prossimo 11 gennaio alla pista Mario Parri

La curva con i tifosi biancorossi nel derby al Capannino (foto Michele Nannini)

Edilfox Grosseto e Galileo Follonica, che mercoledì sera hanno dato vita a una gara tiratissima, gioca nel finale più sui nervi che sulla tecnica, per la stanchezza accumulata nel weekend di Champions League, si ritroveranno nuovamente di fronte mercoledì 11 gennaio sulla pista Mario Parri di via Mercurio. Il derby maremmano è maturato in base alla classifica del girone d’andata. I ragazzi di Michele Achilli si sono sistemati al terzo posto, a causa dello scontro diretto perso con il Wasken Lodi che li affianca a quota 26 punti alle spalle dell’imprendibile Trissino. Gli azzurri di Sergio Silva hanno invece scavalcato al sesto posto il Forte dei Marmi, sconfitto in maniera inaspettata sul campo di Montecchio Precalcino. 

Gli accoppiamenti dei quarti di finale di Coppa Italia (in caso di parità dopo 50’, supplementari e rigori):  Trissino-Engas Vercelli, Wasken Lodi-GDS Forte dei Marmi, Edilfox Grosseto-Galileo Follonica, Ubroken Bassano-Gamma Sarzana.

Una fase di gioco della sfida di mercoledì al Capannino tra Galileo Follonica e Edilfox Grosseto (foto Michele Nannini)

Il Circolo Pattinatori, recuperando con Gaston Tonchi De Oro lo svantaggio del primo tempo (2-1) ha dato al Capannino l’ennesima dimostrazione di concretezza. Il secondo posto dopo tredici gare (otto vittorie, due pareggi e tre sconfitte) è figlio di una prima parte di campionato sensazionale. Mercoledì Saavedra e compagni hanno creato decine di occasioni da rete, sventate da Barozzi, hanno attaccato con intensità e difeso con la solita concentrazione, dovendo fare a meno per la maggior parte della gara del granitico Mario Rodriguez, sceso in campo dopo una indisposizione.

«E’ stata una partita bella – commenta il capitano biancorosso Pablo Saavedra – Follonica nel primo tempo ha giocato meglio di noi, abbiamo subito troppo, ma siamo rimasti in partita perché abbiamo difeso bene e Giovanni Menichetti ha fatto degli ottimi interventi».

«Nella ripresa – prosegue Saavedra – siamo venuti fuori e abbiamo creato tante occasioni, mettendo in difficoltà Barozzi. Alla fine il risultato è giusto. E’ vero che loro erano privi di Montigel, ma noi non abbiamo avuto Marione Rodriguez».

Il capitano dell’Edilfox ringrazia il pubblico grossetano per il sostegno: «Abbiamo potuto contare su una curva molto bella, con bambini e genitori che ci hanno aiutato. Il Grosseto ha bisogno del loro aiuto per fare sempre meglio. Sono contentissimo del nostro girone d’andata. Adesso stacchiamo un po’, per poi riprendere alla grande, con la trasferta a Vercelli e il derby in via Mercurio».

Condividi questa articolo

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su skype
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Set your categories menu in Header builder -> Mobile -> Mobile menu element -> Show/Hide -> Choose menu
Create your first navigation menu here
Shopping cart
Start typing to see posts you are looking for.