News

Federico Paghi: «Grosseto pronto a giocare alla pari con il Follonica»

Nella gara di sabato sera al Capannino ci saranno ben otto biancorossi che hanno indossato la maglia del Follonica Hockey, a cominciare dall’allenatore dell’Edilfox Federico Paghi, che ha già fermato due volte gli azzurri nella passata stagione. E si prepara a fare un’altra grande prestazione davanti ai suoi tifosi e al pubblico della città del golfo.

«Questo derby ci trova in condizioni molto buone – esordisce  mister Federico Paghi – Durante la settimana ho visto la squadra cresciuta anche in quegli elementi che sembravano un po’ indietro. Il nostro deve essere però un campionato di crescita continua, settimana dopo settimana. Vado a Follonica con l’organico al completo, dopo aver recuperato completamente gli acciaccati prima della sosta. Per quello che ho visto in questo periodo, anche se non ho avuto il riscontro di partite ufficiali o amichevoli, mi trovo a guidare una compagine in palla, che si è allenata benissimo».

Avrebbe preferito sfruttare la scia delle tre vittorie o va bene anche affrontare la vice capolista dopo la pausa?

«Va bene giocare il derby anche dopo la sosta. Non mi associo a quelli che piangono per la pausa e che sostengono che ha rovinato il ritmo. La sosta è stata uguale per tutti. Tutti abbiamo avuto di lavorare. Certo, venivamo da una striscia molto positiva, ma questo rimane e non ho perso occasione per ricordarlo ai miei ragazzi. Anche il Follonica ha messo in piedi una striscia molto positiva, i due nazionali sono stati anche poco impegnati: Banini è stato infortunato, mentre Barozzi ha giocato due incontri; anche loro non sono stati spremuti oltremodo».

Cosa teme di questa supersfida? 

«Temo noi stessi. Io non temo mai gli avversari. Se giochiamo con la grinta, la determinazione, la concentrazione e la serenità che abbiamo avuto nelle prime cinque giornate, non abbiamo grandi problemi. Di fronte abbiamo ovviamente un Follonica favoritissimo, secondo in classifica, che non ha fatto mai mistero di migliorare la posizione dell’anno scorso, il che è quasi scudetto. Noi abbiamo poco da perdere, è il Follonica che deve fare il risultato».

Il Circolo Pattinatori è più vicino al Follonica dell’anno scorso?

«Senz’altro, anche se ogni partita ha la sua storia. Non è la partita che ci cambierà la stagione: comunque vada sarà il cammino successivo, che mi auguro sia sulla falsariga di quello di prima della sosta, a dirci le nostre possibilità».

Quale sarà la chiave della sfida al Capannino?

«Queste gare sono talmente a se stanti che possono essere decise da una giocata, dal guizzo di un campione.Gli azzurri hanno Francesco Banini che, secondo me, è il vero punto di forza del Follonica, quello che si pone fuori dal coro ed  è capace in ogni momento di dare la svolta al match, come ha fatto con il Monza».

Condividi questa articolo

Start typing to see posts you are looking for.