News

L’Edilfox gioca alla pari sulla pista di Bassano ma crolla nel finale (4-9)

Un duello tra Cancela e Franchi nella gara d'andata tra Grosseto e Bassano (foto Mario Spalletta)

Ubroker Bassano-Edilfox Grosseto 9-4

UBROKER BASSANO: Català, Nicoletti; Amato, Ambrosio, Baggio, Muglia, Cancela, Coy, Luna, Scuccato. All. Luis Nunes.

EDILFOX GROSSETO: Menichetti, Sassetti; Mount, Nacevich, Saavedra, Rodriguez, Paghi, Franchi, Cabella, Biancucci. All. Federico Paghi.

ARBITRI: Di Domenico di Correggio e Hyde di Breganze.

RETI: nel p.t. 3’16 Coy, 6’21 Nacevich, 21’12 Muglia, 22’17 Cabella, 23’04 Ambrosio (pp); nel s.t. 1’04 Saavedra, 4’33 Franchi, 6’45 Cancela, 15’07 Ambrosio (rig.), 12’06 Coy, 17’ Ambrosio, 18’08 Scuccato, 18’59 Cancela.

NOTE: espulsioni temporanee (2’): Mount e Paghi nel p.t.; Mount, Baggio nel s.t.

L’Edilfox Grosseto torna da Bassano con una sconfitta piena di recriminazioni. Senza Mario Rodriguez, rimasto in panchina per tutta la gara, il quintetto allenato da Federico Paghi gioca alla pari con il quintetto di Nunes per oltre 40 minuti ma viene condannato da un black-out di due minuti, nel quale subisce tre reti da un quintetto che ha sofferto la vivacità di Saavedra e compagni. Sul 5-4 l’Edilfox si è vista anche negare un evidente rigore (Scuccato ha tolto una rete con la mano), ma dopo il gol del 6-4, firmato Coy al 13′, è calata la notte per il Circolo Pattinatori, che ha subito alla fine un 9-4 veramente immeritato, considerato che con un grande inizio di ripresa si è trovato anche a condurre per 4-3.

Nel primo tempo il Grosseto dopo aver sofferto inizialmente la vivacità dei veneti, in vantaggio con una rete di Coy, servito da Ambrosio, prende fiducia, assesta la difesa e al 7’, dopo aver messo paura a Català, pareggia i conti con uno slalom di Nacevich che deposita la palla in rete. I biancorossi subiscono un palo di Cancela, ma resistono ed anzi contrattaccano, colpendo anche un palo con Saavedra, servito da Nacevich. A 11’02 un fallo di Mount dà al Bassano la possibilità di portarsi in vantaggio, ma Menichetti para il primo tiro di Cancela, che manda poi la palla a sbattere sul palo. Menichetti si supera anche a 9’24 dalla fine sul tiro di diretto concesso per il blu a Mount. Al 22’ Muglia riporta avanti i locali, ma Serse Cabella (secondo centro stagionale) firma il 2-2 con uno straordinario diagonale dalla destra. A 1’55 l’Ubroker trova la rete con la quale va al riposo sul 3-2: Paghi commette un fallo da blu. S’incarica della punizione Ambrosio che con un po’ di fatica dribbla Menichetti e mette in rete.

Nella ripresa il Circolo Pattinatori impiega un minuto per tornare in partita con un gran contropiede di Mount, che lancia Saavedra che buca Català con un gran tiro. Il portiere del Bassano è chiamato poco dopo a deviare un tiro di Nacevich, mentre non può nulla sul tiro di Franchi, pescato dalla sinistra di Saavedra, che al 5’ porta i maremmani per la prima volta in vantaggio nella gara. Al 7’ Cancela anticipa Nacevich e segna il 4-4. Un intervento con palla alta di Paghi viene punito dall’arbitro Di Domenico con un rigore, trasformato da Ambrosio. Al 10’ si vede negare il gol su tiro di Franchi da un intervento di mano di Scuccato non ravvisato dagli arbitri, che avrebbero dovuto fischiare un rigore. Dal potenziale 5-5 arriva invece il 6-4 locale con una giocata personale di Marc Coy, a difesa schierata, che batte Menichetti con un gran diagonale. Il secondo blu di serata a Mount permette a Muglia di tirare una punizione di prima, ma il portiere grossetano chiude la saracinesca per la terza volta nel match. In superiorità numerica, il missile di Ambrosio buca la difesa grossetana per il 7-4. Il bolide di Scuccato che piazza la pallina sul primo palo chiude la partita. Prima della fine del match arriva anche il nono gol di Cancela. Ma a quel punto il Grosseto (che a 2’03 ha fallito una punizione di prima con Franchi) era già con la testa all’importante sfida casalinga di sabato prossimo contro il Vercelli.

IL COMMENTO DI GERMAN NACEVICH. «Partita molto difficile, abbiamo tenuto testa al Bassano e  il risultato finale non rispecchia l’andamento della gara. 9-4 è un punteggio ingiusto per noi. Non siamo contenti di questa sconfitta, ma dobbiamo lavorare subito per la partita di sabato prossimo».

Nell’altro recupero della serata, il Galileo Follonica ha superato la cenerentola Matera per 7-4.

La classifica: Trissino 52; Lodi 41; Forte dei Marmi 40; Follonica e Bassano 38; Vercelli e Sarzana 29; Grosseto e Valdagno 27; Montebello 20; Monza 15; Sandrigo 14; Correggio 11; Matera 0.

Marcatori: Mendez Ortiz (Lodi) 40; Cocco (Trissino) 29; Torner (Lodi) e Malagoli (Trissino) 27; Nadini (Monza) 24.   

Condividi questa articolo

Start typing to see posts you are looking for.