News

L’Edilfox ha un appuntamento con la storia: mercoledì derby con il Follonica per i quarti di finale di Coppa Italia

Una fase di gioco della gara disputata in via Mercurio (foto Mario Spalletta)

Il Circolo Pattinatori Edilfox Grosseto non ha completamente smaltito la delusione per l’inattesa sconfitta casalinga di sabato scorso contro il Sandrigo, ma è chiamato immediatamente a cambiare rotta: mercoledì sera alle 20,45 alla pista “Antonio Armeni” di Follonica (diretta streaming su Fisrtv.it) ha un appuntamento con la storia, il quarto di finale di Coppa Italia contro i cugini del Galileo Follonica Hockey.

La società grossetana manca dalle Finals di Coppa Italia da ben 36 anni, dalla finalissima disputata nel 1986 a Viareggio contro l’imbattibile Novara. Una gara nella quale i ragazzi allenati da Marco Mariotti misero paura fino a metà secondo tempo ad un quintetto che all’epoca non aveva rivali grazie a campioni del calibro di Massimo Mariotti, Dal Lago, Colamaria e Bernardini. 

L’Edilfox, che si è guadagnata un posto nei playoff grazie ad un girone di andata straordinario, chiuso al sesto posto, ha molteplici motivi per cercare l’impresa. Nella massima serie il Cp Grosseto, che ha conquistato tre successi e un pareggio in casa. non ha mai vinto al Capannino, anche se lo scorso anno conquistò un ottimo 3-3, e vorrebbe provare a sfatare questo tabù, ripetendo l’exploit del Sarzana che ha eliminato dalla competizione il Trissino andando a vincere in Veneto.  In terzo luogo, Saavedra e compagni scenderanno in campo con gli occhi venati di sangue per riscattarsi dopo il ko interno contro il Sandrigo, che ha allontanato il sesto posto e non ha permesso di festeggiare la matematica qualificazione per i playoff scudetto, che avrebbe dato un’ulteriore tranquillità per le ultime partite di regular season.

L’allenatore Federico Paghi parte proprio dallo scivolone contro il Sandrigo: «Siamo andati un po’ meno bene delle precedenti settimane, ma la formazione di Vanzo vale molto di più di quello che dice la classifica».

Il pensiero poi scivola su questo storico derby di Coppa Italia al Capannino:  «Dobbiamo dimenticare Sandrigo ed essere concentrati. Non dobbiamo essere sazi delle vittorie, dei traguardi raggiunti, il nostro obiettivo è ottenere sempre il massimo. Dobbiamo essere orgogliosi di aver guadagnato una qualificazione che mancava da tempo e vogliamo onorarla».

«Sulla carta – prosegue Paghi – il Follonica è più forte, lo sta dimostrando anche nelle ultime partite, a cominciare dalla bella vittoria contro il Trissino, però ci soffre e questo quarto di finale si gioca in una partita secca. Conterà l’emotività, conterà tanto la voglia di vincere e se noi l’avremo daremo dei grossi problemi al Follonica. Il Sarzana, vincendo a Trissino, ci ha insegnato che nello sport niente è impossibile e, pur sapendo che sarà una gara molto difficile, noi andiamo al Capannino per giocarcela e per dare spettacolo».

Il Grosseto, che nell’ultima derby disputato sulla pista Mario Parri ha costretto gli azzurri di Sergio Silva al 2-2, rammaricandosi per non aver sfruttato a dovere alcune occasioni nel primo tempo, si presenta a questo quarto di finale con l’organico al completo. 

I convocati: Menichetti, Sassetti; Mount, Nacevich, Saavedra, Rodriguez, Paghi, Franchi, Cabella, Biancucci.

Arbitri: Ulderico Barbarisi e Andrea Davoli. 

I risultati dei quarti di finale di Coppa Italia: Trissino-Sarzana 3-4, Forte dei Marmi-Bassano 6-0, Lodi-Vercelli 5-2. 

Condividi questa articolo

Start typing to see posts you are looking for.