News

L’Edilfox torna alla vittoria travolgendo il Monza (8-3)

Un duello tra Lazzarotto e Franchi (foto Mario Spalletta)

Edilfox Grosseto-Teamservicecar Monza 8-3

EDILFOX GROSSETO: Menichetti, Sassetti; Mount, Nacevich, Saavedra, Rodriguez, Paghi, Franchi, Cabella, Biancucci. All. Federico Paghi.

MONZA: Campor, Ferronato; Lazzarotto, Nadini, Galimberti, Lanaro, Tamborindegui, Ardit, Torné. All. Tommaso Colamaria.

ARBITRI: Ulderico Barbarisi e Roberto Toti.

RETI: nel p.t. 10’27 Paghi (rig.), 19’09 Saavedra; nel s.t. 4’04 Tamborindegui, 4’18 Paghi, 7’33 Mount, 7’58 Saavedra, 8’48 Mount, 13’14 Mount, 15’24 Nadini (rigore), 16’27 Franchi, 18’03 Tamborindegui.

NOTE: espulsione temporanea (2’) Torné. 

L’Edilfox Grosseto torna alla vittoria contro il Teamservicecar Monza al termine di un match in crescendo, concluso con un 8-3 che la dice lunga sulla superiorità dei maremmani, che hanno disputato quaranta minuti da stropicciarsi gli occhi. Dal gol del vantaggio arrivato su rigore, il Circolo Pattinatori è salito in cattedra e per il pur volenteroso quintetto brianzolo non c’è stato niente da fare. La squadra di Federico Paghi sale così a 22 punti, a ridosso delle big, grazie anche ad una tripletta dell’inglese Alex Mount, sempre più protagonista nel torneo di serie A1.

Fin dai primi minuti l’Edilfox si è riversata nell’area del Monza alla ricerca della rete, ma i tentativi dei biancorossi sono andati a sbattere sul portiere Campor o finiti di poco a lato. Con il passare dei minuti i brianzoli sono cresciuti ed anche Giovanni Menichetti ha dovuto opporsi ai tiri di Tamborindegui. Il risultato si sblocca all’11’ su un rigore trasformato alla perfezione da Stefano Paghi. Il Cp continua a creare occasioni ma la difesa ospite resiste. Al 15’ esce Nacevich per un leggero infortunio (non , poco dopo Menichetti dice di no a Nadini. Al 20’, dopo una decina di palline fermate da Campor, Saavedra trova il raddoppio su un servizio dalla sinistra di Paghi. 

Nella ripresa dopo quattro minuti il Monza accorcia con Tamborindegui, ma ai biancorossi bastano quattordici secondi per riprendere le distanze grazie a Stefano Paghi, ma dall’ottavo minuto il Grosseto si scatena: Mount e Saavedra vanno in rete nel giro di   venticinque secondi. E’ la notte dell’inglese Mount, che va a segno al nono e poi trasforma in maniera perfetta una punizione di prima. Il Monza trasforma un rigore con Nadini e prova ad avvicinarsi, ma è Franchi con una giocata spettacolare a riportare i maremmani sull’8-2. Tamborindegui trova la doppietta personale, ma il Grosseto ha ormai chiuso il match.

SORRIDE PAGHI – Al termine del match l’allenatore Federico Paghi sorride soddisfatto. «Siamo partiti un po’ contratti – dice – la posta in palio era troppo importante, ma dopo il vantaggio di Stefano Paghi la squadra si è distesa e ha disputato una partita straordinaria per continuità ed azioni create. E Campor ci ha negato la gioia della rete una decina di volte».

Il capitano dell’Edilfox Pablo Saavedra ha firmato una bella doppietta (foto Mario Spalletta)

I risultati della quarta di ritorno: Edilfox Grosseto-Teamservicecar Monza 8-3, Tierre Montebello-Wasken Lodi 4-7, Engas Vercelli-Ubroker Bassano 4-5, Gamma Sarzana-Bidielle Correggio 13-3, Why Sport Valdagno-GDS Forte dei Marmi 4-0, Telea Sandrigo-Trissino 2-7. Mercoledì 2 marzo: Matera-Galileo Follonica.

La classifica: Trissino 42; Bassano 29; Galileo Follonica, Forte dei Marmi 28; Wasken Lodi 26; Gamma Sarzana 23; Edilfox Grosseto,  Valdagno e Vercelli 22; Montebello 16; Sandrigo e Monza 11; Correggio 7; Hp Matera 0. 

Condividi questa articolo

Start typing to see posts you are looking for.