News

L’Hobbystore domina il primo tempo a Castiglione, ma non riesce a resistere nella ripresa

Tommaso Bruni grande protagonista sulla pista di Casa Mora

Blue Factor Castiglione-Hobbystore Grosseto 7-5

BLUE FACTOR CASTIGLIONE: Michael Saitta, Donnini; Buralli, Guarguaglini, Onori, Santoni, Montauti, Brunelli, Perfetti. All. Alberto Aloisi.

HOBBYSTORE GROSSETO: Bruni, Spinetti; Alessandro Saitta, Borracelli, Gucci, Nerozzi, Giusti, Alfieri, Battaglia, Bianchi. All. Pablo Saavedra.

ARBITRO: Matteo Galoppi di Gavorrano.

RETI: nel p.t. 11’03 Nerozzi, 11’16 Battaglia, 14’06 Brunelli, 15’27 Battaglia, 16’45 Nerozzi, 18’ Montauti, 22’25 Bianchi; nel s.t. 4’37 Piro, 8’04 Brunelli, 19’10 Piro, 24’53 Brunelli.

NOTE: espulsione temporanea (2’): Buralli, Montauti, Ale Saitta, Borracelli, Alfieri, Battaglia, Bianchi.

All’Hobbystore Circolo Pattinatori Grosseto non basta uno straordinario primo tempo per conquistare punti nel derby disputato al Casa Mora contro la Blue Factor Castiglione (7-5 il finale). I ragazzi grossetani, guidati per l’occasione dalla panchina da Pablo Saavedra, hanno giocato i migliori 25’ della stagione, rifilando cinque reti ai biancocelesti padroni di casa, ma nonostante un’ottima difesa e un Tommaso Bruni migliore in campo non sono riusciti a evitare il prepotente ritorno locale.

Le due cugine maremmane hanno comunque dato vita ad una gara bellissima, spettacolare, molto maschia, con 7 espulsioni, che ha visto una bella trasformazione dell’Hobbystore che per gran parte della gara ha dominato il quotato quintetto di Alberto Aloisi. E onestamente il 7-5 finale lascia tanto amaro in bocca nel Cp Grosseto che stava pregustando il primo successo o quanto meno il primo risultato positivo della Coppa Italia di serie A2, dopo due sconfitte. Il Castiglione, invece, anche con un pizzico di fortuna l’ha spuntata e ha ipotecato il passaggio al turno successivo.

Al 12’, dopo una prima parte all’insegna dell’equilibrio, l’Hobbystore prende in mano la partita con due reti nel giro di 13 secondi: Nerozzi devia in rete un tiro dalla distanza di Battaglia, mentre lo stesso Battaglia raddoppia accentrandosi dalla sinistra e battendo Saitta. Gigi Brunelli accorcia le distanze al 15’, ma Battaglia ruba palla a Perfetti e batte Saitta con un gran gol. Davanti alla porta, poi, Michele Nerozzi raccoglie un perfetto assist dalla destra per segnare il poker. Buralli e Montauti confezionano il 4-2 in contropiede, ma Bianchi fa chiudere il primo tempo al Grosseto sul 5-2 con una bella incursione in power play. Nella ripresa il Castiglione si getta nell’area biancorossa a testa bassa, ma deve fare i conti con una serie di straordinarie parate di Tommaso Bruni che nega a più riprese ai locali la gioia del gol. Piro trova però il 3-5 al 5’. Il portiere grossetano s’arrende poi davanti alla prodezza di Brunelli, che mette dentro in tap-in; Bruni ferma una punizione di prima di Montauti, ma viene superato con un tiro all’angolino di Piro che firma il 5-5. Il decisivo vantaggio della Blue Factor al 20’: Montauti ruba palla a Gucci e s’invola verso la porta di Bruni, battuto con un bel tiro. Sui titoli di coda, con il Circolo Pattinatori in campo con cinque uomini di movimento, trova un bugiardo 7-5 con un contropiede solitario mettendo dentro a porta vuota. Il Grosseto, calato nella parte finale della ripresa, ha provato ad andare a segno per conservare il vantaggio, ma le conclusioni di Nerozzi e Alfieri sono stati fermate da Michael Saitta, mentre Ale Saitta ha messo a lato un tiro diretto, concesso per il decimo fallo di squadra della Blue Factor. Rimane comunque la grande prestazione dei primi 40’ di gioco che fanno ben sperare per il campionato.

Condividi questa articolo

Start typing to see posts you are looking for.