«Dobbiamo lavorare sulla mentalità». Carlo Gucci fa un bilancio della Coppa Italia di A2

Con la pesante battuta d’arresto contro l’Acea Follonica, è andata in archivio la prima parte di stagione per la squadra di serie A2 del Circolo Pattinatori Grosseto Hobbystore, sconfitta nelle prime quattro sfide di Coppa Italia, con un’alternanza di rendimento. I ragazzi di Carlo Gucci hanno disputato alcuni buoni spezzoni di gara, uscendo con il rimpianto di non essere riusciti a battere il Follonica all’andata e il Castiglione al ritorno. 

I biancorossi ripartiranno adesso il 7 gennaio 2023, sfidando proprio il Follonica di Franco Polverini, contro il quale hanno disputato forse il più brutto match di questa Coppa.

«Rimane un po’ di amarezza – sottolinea l’allenatore Carlo Gucci all’indomani della sconfitta contro i giovani azzurri – Ci siamo impegnati, s’è impegnata la società, s’è impegnata la squadra. La partita conclusiva con il Follonica non ci voleva, avevamo visto dei miglioramenti nelle ultime gare. Contro la squadra di Polverini abbiamo fatto purtroppo un passo indietro».

Su cosa dovrete lavorare in vista del campionato di A2, che quest’anno tornerà ad avere una retrocessione nel girone B?

«Dobbiamo lavorare sulla mentalità, sulla personalità. Abbiamo giocatori che in campo ci possono stare in ogni partita. Dobbiamo venirne fuori e questo deve essere il risultato di una mentalità giusta dall’inizio alla fine di ogni match, dagli allenamenti, dalla programmazione. Vediamo. Abbiamo quasi due mesi per discutere, per vedere dove abbiamo sbagliato, dove abbiamo fatto bene. Speriamo a gennaio di migliorare il nostro percorso».

Carlo Gucci il mister dell’Hobbystore Cp Grosseto di A2

I risultati della Coppa Italia di A2: Hobbystore Cp Grosseto-Blue Factor Castiglione 2-6, Acea Follonica-Hobbystore 8-6, Castiglione-Hobbystore 7-5, Hobbystore-Follonica 4-12.

I marcatori grossetani: Nerozzi 6; Battaglia 4; Bianchi e Saitta 2; Cabella, Gucci e Salvadori 1.

L’Hobbystore saluta la Coppa Italia con una sconfitta contro l’Acea Follonica

Coppa Italia serie A2, Hobbystore Grosseto-Acea Follonica 4-12

HOBBYSTORE GROSSETO: Bruni, Spinetti; Saitta, Battaglia, Borracelli, Gucci, Nerozzi, Alfieri, Bianchi, Salvadori. All. Stefano Paghi.

ACEA FOLLONICA: Mugnaini, Ernesto Maggi; Galgani, Ricceri, Mariotti, Giabbani, Bracali, Faelli, Cabiddu, Bonarelli. All. Franco Polverini.

ARBITRO: Edoardo D’Alessandro.

RETI: nel p.t. a 6’53 Cabiddu, 10’03 Cabiddu, 12’55 Bonarelli, 19’56 Cabiddu, 20’37 Bonarelli, 23’47 Giabbani; nel s.t. a 0’17 Bonarelli, 2’17 Faelli, 2’27 Bianchi, 3’05 Salvadori, 3’34 Bracali, 6’03 Bonarelli, 7’59 Galgani, 12’12 Battaglia, 21’53 Battaglia, 22’56 Mariotti

NOTE: espulsione temporanea (2): Faelli, Nerozzi nel p.t.; Gucci, Faelli, Bianchi, Cabiddu nel s.t.

Il Circolo Pattinatori Hobbystore Grosseto archivia la prima parte della stagione con una sconfitta nel derby contro l’Acea Follonica (4-12). La formazione biancorossa guidata da Carlo Gucci ha sofferto la velocità dei giovani azzurri e il talento di Cabiddu e Bonarelli (7 reti in due), prestati alla squadra di A2 dal mister del Galileo Sergio Silva. I grossetani hanno iniziato bene, ma si sono spenti dopo aver subito tre reti nel giro di sei minuti. Il quintetto dell’ex Polverini ha giocato con continuità, dimostrando di poter contendere alla Blue Factor Castiglione la vittoria del girone, nel match in programma domenica prossima al Capannino. 

Il Circolo Pattinatori si presenta al via con Borracelli, Gucci, Battaglia e Bianchi, davanti a Bruni; Follonica risponde con Bracali, Faelli, Cabiddu e Bonarelli davanti a Mugnaini.  

La prima ghiotta occasione della gara se la procura, a 3’08 dall’inizio, l’Hobbystore, ma la punizione di prima (concessa per il fallo di Faelli) di Matteo Battaglia va a sbattere sul palo alla destra di Mugnaini. La prima rete della gara arriva al settimo, con un tiro sotto porta di Cabiddu. Il Grosseto prova subito di pareggiare i conti, ma il guantone di Mugnaini ferma le conclusioni da lontano di Gucci e Saitta. E’ però ancora Cabiddu, da fuori, a raddoppiare per gli azzurri di Polverini. Follonica segna la terza rete su tiro diretto di Oscar Bonarelli, concesso per un fallo da cartellino blu di Nerozzi. L’Hobbystore  va due volte al tiro con Bianchi, mentre Tommaso Bruni risponde ai tentativi di Galgani e Cabiddu. Al 20’ dopo un bel passaggio di  Bonarelli da dietro porta, Cabiddu trova il 4-0 e dopo quaranta secondi è Bonarelli a siglare il 5-0. Prima della fine del tempo, Mugnaini ribatte i tiri di Battaglia e Bianchi, mentre Mattia Giabbani firma il 6-0 con il quale si chiudono i primi 25’. Nella ripresa l’Acea va subito sull’8-0 grazie a Cabiddu e Faelli. A questo punto si sveglia l’Hobbystore che va a segno due volte nel giro di trenta secondi, con Bianchi, su servizio di Nerozzi e sulla punizione di prima di Salvadori. Bracali, Bonarelli (chirurgico il suo missile da lontano)  e Galgani fanno volare Follonica sull’11-2. Mugnaini para una punizione di Salvadori, ma al 13’ capitola sul tiro ravvicinato di Battaglia, che al 22′  firma anche  la doppietta personale.

L’Hobbystore  riprenderà adesso la preparazione in vista del campionato di serie A2, il cui inizio è fissato per il 7 gennaio 2023, facendo tesoro di queste quattro sconfitte di Coppa.

L’Hobbystore domina il primo tempo a Castiglione, ma non riesce a resistere nella ripresa

Blue Factor Castiglione-Hobbystore Grosseto 7-5

BLUE FACTOR CASTIGLIONE: Michael Saitta, Donnini; Buralli, Guarguaglini, Onori, Santoni, Montauti, Brunelli, Perfetti. All. Alberto Aloisi.

HOBBYSTORE GROSSETO: Bruni, Spinetti; Alessandro Saitta, Borracelli, Gucci, Nerozzi, Giusti, Alfieri, Battaglia, Bianchi. All. Pablo Saavedra.

ARBITRO: Matteo Galoppi di Gavorrano.

RETI: nel p.t. 11’03 Nerozzi, 11’16 Battaglia, 14’06 Brunelli, 15’27 Battaglia, 16’45 Nerozzi, 18’ Montauti, 22’25 Bianchi; nel s.t. 4’37 Piro, 8’04 Brunelli, 19’10 Piro, 24’53 Brunelli.

NOTE: espulsione temporanea (2’): Buralli, Montauti, Ale Saitta, Borracelli, Alfieri, Battaglia, Bianchi.

All’Hobbystore Circolo Pattinatori Grosseto non basta uno straordinario primo tempo per conquistare punti nel derby disputato al Casa Mora contro la Blue Factor Castiglione (7-5 il finale). I ragazzi grossetani, guidati per l’occasione dalla panchina da Pablo Saavedra, hanno giocato i migliori 25’ della stagione, rifilando cinque reti ai biancocelesti padroni di casa, ma nonostante un’ottima difesa e un Tommaso Bruni migliore in campo non sono riusciti a evitare il prepotente ritorno locale.

Le due cugine maremmane hanno comunque dato vita ad una gara bellissima, spettacolare, molto maschia, con 7 espulsioni, che ha visto una bella trasformazione dell’Hobbystore che per gran parte della gara ha dominato il quotato quintetto di Alberto Aloisi. E onestamente il 7-5 finale lascia tanto amaro in bocca nel Cp Grosseto che stava pregustando il primo successo o quanto meno il primo risultato positivo della Coppa Italia di serie A2, dopo due sconfitte. Il Castiglione, invece, anche con un pizzico di fortuna l’ha spuntata e ha ipotecato il passaggio al turno successivo.

Al 12’, dopo una prima parte all’insegna dell’equilibrio, l’Hobbystore prende in mano la partita con due reti nel giro di 13 secondi: Nerozzi devia in rete un tiro dalla distanza di Battaglia, mentre lo stesso Battaglia raddoppia accentrandosi dalla sinistra e battendo Saitta. Gigi Brunelli accorcia le distanze al 15’, ma Battaglia ruba palla a Perfetti e batte Saitta con un gran gol. Davanti alla porta, poi, Michele Nerozzi raccoglie un perfetto assist dalla destra per segnare il poker. Buralli e Montauti confezionano il 4-2 in contropiede, ma Bianchi fa chiudere il primo tempo al Grosseto sul 5-2 con una bella incursione in power play. Nella ripresa il Castiglione si getta nell’area biancorossa a testa bassa, ma deve fare i conti con una serie di straordinarie parate di Tommaso Bruni che nega a più riprese ai locali la gioia del gol. Piro trova però il 3-5 al 5’. Il portiere grossetano s’arrende poi davanti alla prodezza di Brunelli, che mette dentro in tap-in; Bruni ferma una punizione di prima di Montauti, ma viene superato con un tiro all’angolino di Piro che firma il 5-5. Il decisivo vantaggio della Blue Factor al 20’: Montauti ruba palla a Gucci e s’invola verso la porta di Bruni, battuto con un bel tiro. Sui titoli di coda, con il Circolo Pattinatori in campo con cinque uomini di movimento, trova un bugiardo 7-5 con un contropiede solitario mettendo dentro a porta vuota. Il Grosseto, calato nella parte finale della ripresa, ha provato ad andare a segno per conservare il vantaggio, ma le conclusioni di Nerozzi e Alfieri sono stati fermate da Michael Saitta, mentre Ale Saitta ha messo a lato un tiro diretto, concesso per il decimo fallo di squadra della Blue Factor. Rimane comunque la grande prestazione dei primi 40’ di gioco che fanno ben sperare per il campionato.

L’Hobbystore s’arrende a Follonica (8-6) dopo uno spettacolare derby di serie A2

Acea Follonica e Hobbystore Grosseto hanno dato vita ad una gran bella sfida valida per la seconda giornata della Coppa Italia di serie A2. Gli azzurri di Franco Polverini si sono aggiudicati il derby disputato sulla pista del Capannino (8-6 il finale), ma la formazione biancorossa guidata per l’occasione da Stefano Paghi ha avuto il merito di non arrendersi mai e di ribattere colpo su colpo, anche se ha finito per pagare le due reti subite nei primi quattro minuti. I follonichesi padroni di casa sono stati tra l’altro rinforzati da Alberto Cabiddu e Oscar Bonarelli, due dei giovani rincalzi della squadra di Sergio Silva in A1, mentre il Circolo Pattinatori ha messo in campo Serse Cabella, uno dei dieci moschettieri di Michele Achilli. La presenza di questi ragazzi famosi ha impreziosita una gara maschia (con cinque cartellini blu e 6 tiri diretti), giocata ad altissimi livelli per 50 minuti. 

La partenza dei follonichesi è esplosiva: i ragazzi di Franco Polverini vanno sul 2-0 nel giro di un minuto e mezzo (tra il 3’ e il 5’) e si vedono fermare dal palo una punizione di prima. Cabiddu la sblocca con un diagionale dalla sinistra e raddoppia da fuori con Bonarelli in power play.

 L’Hobbystore, superato il difficile momento iniziale, si riporta sotto al 7’ grazie a a Serse Cabella, chiamato dalla squadra di A1 per dare spessore alla seconda squadra,  che ruba palla a Faelli e mette in rete Passano appena 12 secondi e Matteo Faelli ristabilisce le distanze con la rete del 3-1, anticipando Saitta. La sfida è vibrante, ricca di emozioni. All’8’ un cartellino blù a Cabella permette a Mattia Polverini di segnare il 4-1 con un diro diretto. Un rigore di Ale Saitta riporta sotto il Circolo Pattinatori, che va all’intervallo sotto di una rete, 4-3, grazie a Michele Nerozzi. La ripresa si apre con la rete di Cabiddu, ma Carlo Gucci firma il 4-5. La doppietta di Bonarelli porta l’Acea a +3, ma la risposta di Nerozzi, al 20’ e al 22’ riavvicina l’Hobbystore sul 7-6. Oscar Bonarelli firma però l’8-6 che a 2’41 dalla sirena chiude di fatto un incontro che ha strappato scroscianti applausi al pubblico per la qualità del gioco. Una prova confortante per il prosieguo della stagione. 

•Acea Follonica-Hobbystore Grosseto 8-6

ACEA FOLLONICA: Mugnaini, Ernesto Maggi; Polverini, Faelli, Giabbani, Adriano Maggi, Bracali, Mariotti, Cabiddu, Bonarelli. All Franco Polverini.

HOBBYSTORE GROSSETO: Bruni, Spinetti, Saitta, Battaglia, Borracelli, Gucci, Nerozzi, Alfieri, Bianchi, Cabella. All. Fabio Bellan.

ARBITRO: Massimo Cardelli

RETI: nel p.t. al 2’42 Cabiddu, 4’06 Bonarelli, 6’40 Cabella, 6’52 Faelli, 8’18 Polverini, 19’22 Saitta (rig.), 22’03 Nerozzi; nel s.t. 5’ Cabiddu, 13’07 Gucci, 14’57 Bonarelli, 16’57 Bonarelli, 19’54 Nerozzi, 21’40 Nerozzi, 22’19 Bonarelli

NOTE: espulsione temporanea (2’) Nerozzi, Cabella, Bracali, Alfieri, Cabiddu nel p.t.

L’Hobbystore s’arrende al Castiglione nell’esordio nella Coppa Italia di serie A2

Hobbystore Grosseto-Blue Factor Castiglione 2-6 (p.t. 2-3)

HOBBYSTORE GROSSETO: Bruni, Del Viva; Alessandro Saitta, Gucci, Giusti, Alfieri, Salvadori, Borracelli, Nerozzi. All. Fabio Bellan

BLUE FACTOR CASTIGLIONE: Michael Saitta, Donnini; Buralli, Piro, Brunelli, Montauti, Onori, Guarguaglini, Perfetti, Santoni. All. Alberto Aloisi

ARBITRO: Donato Mauro.

RETI: nel pt. 2’22 Nerozzi, 2’46 Piro, 16’21 Buralli, 22’13 Montauti, 23’38 Alessandro Saitta; nel s.t. 2’48 Piro, 15’01 Buralli, 23’31 Montauti.

NOTE: espulsione definitiva di Aloisi e Brunelli dopo 1’40 del s.t.; espulsione temporanea (2’) Piro, Brunelli, Buralli nel p.t.

Inizia con una sconfitta casalinga contro la Blue Factor Castiglione (6-2) la stagione del Circolo Pattinatori Hobbystore. Nella prima giornata del girone D1 della Coppa Italia di serie A2 i ragazzi di Carlo Gucci (sabato anche giocatore) e Fabio Bellan hanno ceduto nella ripresa a una formazione vivace, che ha beneficiato delle belle giocate di Federico Buralli e di alcune grandi parate dell’ex Michael Saitta su Salvadori, Nerozzi e su Ale Saitta. I biancorossi hanno messo per primi la testa avanti con Michele Nerozzi, ma il vantaggio locale è durato appena 24 secondi, prima del pareggio di Mattia Piro. Dopo il botta e risposta iniziale la gara è rimasta in equilibrio con occasioni da una parte e dall’altra sventate da Saitta e Tommaso Bruni. Buralli porta avanti il Castiglione, ma il Grosseto ha due buone occasioni per pareggiare, Salvadori si fa parare un tiro diretto, mentre Saitta fa una paratona sul fratello Alessandro. Con un veloce contropiede Montauti firma invece il 3-1. Prima della fine del tempo l’Hobbystore accorcia con una punizione di prima, il quale fallisce il pareggio a 1’08 dopo l’espulsione di Buralli. E proprio il blu rischia di compromettere la gara degli ospiti. A inizio ripresa Brunelli entra in pista con una manciata di secondi di anticipo e riceve un cartellino rosso, insieme a mister Aloisi, punito per responsabilità oggettiva. La Blue Factor, che deve rimanere con l’uomo in meno per 4’, non si scompone ed anzi in inferiorità numerica trova anche il 4-2. Il Castiglione, al 7’, nel giro di quattro secondi usufruisce di due rigori, ma Bruni si esalta e ferma i tiri di Buralli. Il Grosseto, anche se fa registrare un po’ di stanchezza, ha qualche buona occasione (Alfieri spara alto davanti alla porta), ma Buralli mette la parola fine con una bella azione personale, Prima della fine Bruni ferma la punizione di prima di Buralli, ma non può nulla sull’alza e schiaccia di Montauti, che fissa il 6-2 finale. Le due grossetane, alla prima uscita stagionale, devono ancora migliorare la condizione, anche hanno mostrato grinta e agonismo che torneranno utili nel corso della stagione.

Alice s’arrende al Prato (11-6) e vede svanire i playoff di serie A2

PRATO STARTIT-ALICE GROSSETO 11-6

PRATO: Vespi, Mariotti; Lorenzo Capuano,  Baldesi, Benelli, Marzocchi, Mugnai, Santoro, Cacciatore, Alberto Capuano. All. Enrico Bernardini.

ALICE GROSSETO:  Bruni, Raffaello Ciupi; Esposto, Achilli, Salvadori, Borracelli, Rosati, Nerozzi, Alfieri, Bianchi. All.  Marco Ciupi.

ARBITRO: Francesco De Palma.

RETI: nel p.t. 0’32 Achilli (rigore), 4’24 Baldesi, 4’39 Salvadori, 5’09 Baldesi, 6’45 Baldesi, 10’24 Baldesi, 12’24 Santoro, 17’53 Alberto Capuano; nel s.t. 9’45 Achilli, 10’35 Baldesi, 13’31 Achilli, 14’30 Lorenzo Capuano, 18’25 Baldesi, 18’46 Lorenzo Capuano, 19’59 Salvadori, 21’04 Salvadori (rigore), 24’25 Barzocchi,

NOTE: espulsione temporanea (2’): Achilli, Bianchi (2).

Si conclude in maniera clamorosa a Prato la stagione del Cp Alice Grosseto. Con la sconfitta sulla pista del fanalino Startit (11-6 il finale) i ragazzi di Michele Achilli sono rimasti fuori dai playoff di serie A2. Un  epilogo inatteso arrivato al termine di un incontro che si è fatto tremendamente difficile dal sesto minuto di gioco dopo una partenza incoraggiante. Il Circolo Pattinatori è incappato in una giornata storta, che ha fatto svanire sul più bello la possibilità di confrontarsi con le migliori formazioni del girone B.

 Michele Achilli ha portato in vantaggio i biancorossi su un rigore concesso per un fallo su Lorenzo Alfieri, dopo appena trenta secondi, mentre Riccardo Salvadori ha firmato l’1-2 dopo appena quindici secondi dal pareggio di Maurizio Baldesi (il match winner con sei reti). La partita è cambiata improvvisamente dopo il 2-2 locale. Il Prato ha approfittato di alcune disattenzioni del Circolo Pattinatori per volare fino al 6-2 con il quale si è chiuso il primo tempo. Nella ripresa Alice si è riavvicinata ai locali fino al 7-4, ma tre reti dello Startit hanno chiuso definitivamente il match. A nulla sono servite purtroppo le due segnature di Salvadori.

Con questa vittoria il Prato scavalca i grossetani all’ottavo posto e conquista un posto per i quarti di finale: se la vedrà con la capolista Blue Factor Castiglione. Il Cp Alice chiude al nono posto con qualche rimpianto per alcuni punti gettati al vento strada facendo. Rimane comunque la crescita dei giovani locali che potranno diventare i punti di forza nel prossimo futuro.

Il Cp Alice sconfitto a Forte dei Marmi dopo aver regalato un tempo

Forte dei Marmi-Alice Grosseto 7-3

FORTE DEI MARMI: Taiti, Cagliotti; Barbani, Davide Deinite, Maggi, Poletti, Andrea Deinite, Reinuba, Ninci, Ambrosio. All. Alessandro Martini.

ALICE GROSSETO: Bruni, Raffaello Ciupi; Esposto, Achilli, Salvadori, Borracelli, Nerozzi, Alfieri, Giusti, Bianchi. All. Marco Ciupi. 

ARBITRO: Massimo Nucifero.

RETI: nel p.t. 8’03 Davide Deinite, 9’01 Davide Deinite, 11’52 Davide Deinite, 23’20 Ninci, 23’50 Ninci; nel s.t. 7’53 Achilli, 10’06 Nerozzi, 21’26 Ambrosio, 23’ Borracelli, 23’39 Ninci.

NOTE: espulsione temporanea Alfieri nel s.t.

Il Cp Grosseto Alice regala un tempo al Forte dei Marmi e torna dalla Versilia con una sconfitta amara, anche se preventivabile. Nei primi venticinque minuti i ragazzi di Michele Achilli  non hanno avuto la determinazione giusta per contrastare i padroni di casa che in poco meno di quattro minuti hanno indirizzato la gara con una tripletta dello scatenato Davide Deinite, mentre la doppietta di Ninci ha permesso al Forte di andare all’intervallo sul 5-0. Nel secondo tempo il Grosseto è entrato in campo in maniera convincente, con un piglio migliore e nel giro di due minuti riesce ad accorciare le distanze con un tiro diretto di Achilli e con una rete di rapoina di Nerozzi, che devia in rete una conclusione dalla distanza. Alice insiste ma il portiere Taiti blocca ogni tentativo di Salvadori, Achilli e Alfieri. Achilli, per il decimo fallo di squadra locale, ha la possibilità di riaprire l’incontro, ma Taiti para la punizione, poi Davide Deinite allontana definitivamente. Dall’occasione del 5-3 arriva però il 6-2 che chiude di fatto la gara Ninci trova bene Ambrosio che da due passi va in rete. Alice continua però ad essere propositiva: l’assist di Lorenzo Alfieri per Francesco Borracelli vale il 6-3, prima della terza rete di giornata di Ninci.

Alice perde il derby ma tiene testa al Castiglione (2-1)

CP Alice Grosseto-Blue Factor Castiglione 1-2

ALICE GROSSETO: Bruni, Raffaello Ciupi; Achilli, Salvadori, Borracelli, Rosati, Nerozzi, Alfieri, Esposto, Bianchi. All. Marco Ciupi.

BLUE FACTOR CASTIGLIONE: Saitta, Donnini; Piro, Maldini, Buralli, Guarguaglini, Santoni, Montauti, Cabiddu, Perfetti. All. Massimo Bracali

ARBITRO: Matteo Righetti.

RETI: nel p.t. 24’39 Buralli (C); nel s.t. 20’ Cabiddu, 21’44 Achilli.

NOTE: espulsione temporanea (2’) Cabiddu, Borracelli, Achilli.

Il Blue Factor Castiglione s’aggiudica il derby di serie A2 con il Cp Alice Grosseto (2-1 il finale) ma i biancorossi grossetani hanno fornito una prestazione di spessore, tenendo testa ai più quotati avversari, che hanno avuto il predominio del gioco, ma hanno spesso sbattuto su Tommaso Bruni, che negli ultimi secondi del match ha anche vietato agli avversari di allungare, fermando due punizioni di Cabiddu. Nel finale di match un rigore di Achilli riapre il match e prima della fine Alfieri avrebbe potuto anche firmare il 2-2. Il Grosseto esce comunque tra gli applausi, mentre il Castiglione prosegue la rincorsa al primo posto nel girone B.

Nel primo tempo i ragazzi di Michele Achilli hanno sofferto la buona partenza biancoceleste, ma piano piano sono saliti di tono e hanno giocato alla pari con i più quotati avversari.

Fin dall’inizio il Castiglione ha fatto la partita ma Tommaso Bruni ha negato il gol a Cabiddu. Nei primi minuti il Cp Alice è riuscito poche volte a uscire dall’area, ma in una di queste Salvadori ha messo paura a Saitta. La Blue Factor colpisce anche una traversa con Maldini, ma un fallo di Cabiddu su Nerozzi consente al Grosseto, all’8’, di tirare una punizione di prima, parata da Saitta, che para un tiro di Michele Achilli. Con il passare dei minuti il Cp prende coraggio e si avvicina sempre di più nell’area castiglionese, con Salvadori che ha due buone opportunità. A 9’45 il Grosseto rimane con l’uomo in meno per l’espulsione di Borracelli, ma riesce a resistere ed anzi si rende pericoloso con Alfieri. Il derby diventa equilibrato.

Il Castiglione, dopo essersi salvato sul tentativo di Nerozzi, riesce ad andare all’intervallo con una rete sotto porta dell’ex Buralli. Nella ripresa la musica non cambia con il Circolo Pattinatori che controlla bene le offensive ospiti. L’occasione più grossa capita a Maldini che colpisce un palo interno, mentre Salvadori s’è visto negare il pareggio da Michael Saitta. Cabiddu a cinque minuti dalla fine trova il raddoppio, ma Alice non s’arrende e riesce a dimezzare le distanze con  Achilli su rigore accorcia e nel finale Lorenzo Alfieri fallisce una buona occasione per pareggiare. A 51 secondi e successivamente a 26 secondi il portierone Bruni ferma le punizioni di Cabiddu, legittimando la bella prestazione grossetana, che ha mostrato di essere cresciuta davvero tanto.

Alice beffata nel finale nella sfida al Parri contro la Rotellistica Camaiore

Alice Grosseto-Rotellistica Camaiore 5-6

ALICE GROSSETO: Bruni, Raffaello Ciupi; Esposto, Achilli, Salvadori, Borracelli, Rosati, Nerozzi, Alfieri, Giusti. All. Marco Ciupi.

ROTELLISTICA MATERA: Bandieri, Venè; Raffaelli, Brunelli, Giorgi, Milani, Benedetti, Pardini, Tirinnanzi, Mattugini. All. Elia Guidi.

ARBITRO: Edoardo D’Alessandro di Viareggio.

RETI: nel p.t. al 0’51 Pardini, 8’08 Salvadori, 10’33 Benedetti, 14’47 Brunelli; nel s.t. a 0’56 Nerozzi, 5’53 Nerozzi, 12’19 Milani, 14’32 Achilli, 23’31 Brunelli, 24’24 Pardini (rig.).

NOTE: espulsione temporanea (2’) Giorgi, Borracelli.

Il Circolo Pattinatori Alice Grosseto esce sconfitto dallo scontro con la Rotellistica Matera, disputato sul campi amico in via Mercurio, al termine di cinquanta minuti intensi, molto maschi – con ventinove falli di squadra – che i ragazzi di Michele Achilli avrebbero meritato di chiudere almeno con un pareggio.

Alla pista Mario Parri si sono sfidate due squadre intenzionate a risalire la classifica che hanno creato diverse occasioni per andare a segno e sono stati bravi Bruni e Bandieri a limitare i danni.

Colpito a freddo da Pardini dopo appena 51 secondi, il Cp Alice si è gettato a testa bassa in avanti alla ricerca del pareggio, trovando l’opposizione del portiere Bandieri,  che ha compiuto alcune belle parate, salvando su Alfieri, lanciato da Salvadori, Nerozzi e sullo stesso Salvadori. Gli sforzi dei biancorossi sono stati premiati dal pareggio di Salvadori che ha battuto da due passi il portiere versiliese. Gli ospiti, dopo un minuto e mezzo hanno però trovato il nuovo vantaggio com Benedetti, mentre al 15’ Brunelli ha messo al sette di Bruni un servizio di Milani. Alice ha cercato di replicare ma il tiro di Salvadori ha colpito il palo pieno. Al 18’  lo stesso Salvadori s’è visto parare da Bandieri una punizione di prima dopo il blu a Giorgi. Un gran tiro di Borracelli viene tolto da softo la traversa da Bandieri. Al 22’ anche Camaiore fallisce un tiro diretto con Milani che manda  la pallina sulla traversa. A 1’58 dalla fine del primo tempo Alfieri trova la deviazione decisiva sotto porta per accorciare le distanze. Ci pensa Bruni con un grande intervento a permettere al Grosseto, che ha messo in campo anche l’esordiente Luca Esposto, di andare al riposo sotto di una sola rete.

Il debuttante Luca Esposto

Dopo 56 secondi dall’inizio della ripresa arriva invece il pareggio di Michele Nerozzi, che al 6’ trova anche il 4-3 con un tiro da mezza altezza. Al 13’ Milani riporta in parità il match su una punizione di prima concessa per il decimo fallo di squadra grossetano. Al 15’ l’allenatore giocatore Achilli riporta avanti Alice mettendo alle spalle del portiere ospite una super punizione di prima.

Negli ultimi cento secondi arriva la beffa per i biancossi: prima Brunelli trova il varco giusto per mettere la pallina sul primo palo di Bruni, probabilmente coperto da Achilli. A 36 secondi dalla sirena, poi, Pardini realizza il rigore che permette al Camaiore di conquistare tre punti, in maniera forse immeritata per quello che ha fatto vedere Alice nel corso di tutta la gara.

Il Cp Alice sconfitto sul campo di Matera. Decisivo il 5-0 iniziale dei locali

Decom Matera-Alice Grosseto 7-3

DECOM MATERA: Pozzato, El Haouzi; Spurio, Rondinone, Lapolla, Giovanni Antezza, Vargas, Tognaccia, Gadaleta, Rispogliati. All. Valerio Antezza.

ALICE GROSSETO: Bruni, Raffaello Ciupi; Salvadori, Rosati, Bardini,  Achilli, Nerozzi, Leonardo Ciupi, Alfieri, Giusti. All. Marco Ciupi.

ARBITRO: Alessandro Ciccolella di Molfetta.

RETI: nel p.t. 3’57 Vargas, 5’56 Vargas, 15’20 Antezza, 21’54 Vargas, 22’24 Lapolla, 24’27 Achilli (rigore), 24’49 Vargas; nel s.t. 7’03 Nerozzi, 8’19 Antezza, 14’29 Achilli 

NOTE: espulsione temporanea (2’): Alfieri, Gadaleta, Bardini nel s.t.

Il Circolo Pattinatori Alice Grosseto esce sconfitto (7-3) domenica pomeriggio sulla pista della Decor Matera nella seconda partita disputata in questo fine settimana (dopo la sconfitta per 13-4 di sabato  a Giovinazzo). La sfida in Basilicata si è decisa praticamente nei primi 25 minuti, conclusi con la formazione allenata da Valerio Antezza con cinque lunghezze di vantaggio. Nella ripresa, invece, i ragazzi di Michele Achilli, dando spazio anche alla panchina, hanno giocato alla pari con il Roller, mostrando una maggiore aggressività rispetto al primo tempo, facendo vedere anche alcune belle giocate, con Pozzato che ha evitato la segnatura di alcune reti ospiti. Rimane il rimpianto di non aver avuto una così bella reazione nella prima frazione, nel quale sono state decisive le due reti iniziali del fuoriclasse Vargas e altre due tra il 22′ e il 23′.

A sbloccare il risultato del match materano, anticipo della tredicesima giornata del girone B di serie A2, è l’argentino Joaquin Vargas dopo appena quattro minuti e proprio il capocannoniere di A2, dopo essersi visto parare una punizione di prima da Tommaso Bruni, raddoppia. I padroni di casa trovano, nel giro di trenta secondi, anche il terzo e quarto gol. 

Su un errore d’impostazione, Matera trova anche il quinto gol con Pamela Lapolla, servita sotto porta da Vargas. I biancorossi accorciano a 33 secondi dalla fine grazie al rigore di Michele Achilli, per un fallo evidente di Rispogliati sullo stesso allenatore-giocatore di Alice. Il Roller Matera riesce a riportarsi a cinque reti di distanza a 11 secondi dall’intervallo con il quarto gol di Vargas. Nella ripresa i primi a segnare sono i grossetani, con Michele Nerozzi lanciato da Achilli. Antezza segna il 7-2 su un tiro diretto concesso per il fallo di Lorenzo Alfieri. Bruni,  con i gambali,  ferma il rigore di Tognacca. Il Grosseto si avvicina sul 7-3 con una punizione diretta perfetta di Achilli, che nell’azione successiva colpisce anche un palo. Il Cp fallisce purtroppo una punizione di prima con Achilli, che non è fortunato nemmeno qualche istante dopo colpendo un altro palo. Il Grosseto finisce però le energie e non succede più nulla prima della sirena.