L’Edilfox sogna per un tempo a Lodi, poi viene condannato da un tris in cinque minuti dei campioni d’Italia

Wasken Lodi-Edilfox Grosseto 5-2 (p.t. 1-1)

WASKEN LODI: Grimalt, Porchera; Schiavo, D’Anna, Barbieri, Cervi, Greco, Antonioni, Mendez Ortiz, Torner. All. Pierluigi Bresciani.

EDILFOX GROSSETO: Menichetti, Sassetti; Mount, Nacevich, Saavedra, Rodriguez, Paghi, Franchi, Cabella, Biancucci. All. Federico Paghi.

ARBITRI: Alessandro Eccelsi e Louis Antony Hyde.

RETI: nel p.t. 8’55 Rodriguez, 14’43 Greco; nel s.t. 3’56 Mendez Ortiz, 5’38 Greco, 8’49 D’Anna, 18’ Mendez Ortiz, 18’24 Paghi (rigore)

NOTE: espulsione temporanea (2’) Nacevich.

Tre reti in cinque minuti condannano alla sconfitta l’Edilfox Grosseto nella seconda partita dei quarti di finale al “PalaCastellotti” contro il Wasken Lodi. I ragazzi di Federico Paghi hanno sognato per un tempo il grande colpo, andando in vantaggio e chiudendo sull’1-1 al prima frazione, ma nella ripresa Mendez e Greco e D’Anna, tra il 4’ e il 9’,  hanno permesso ai giallorossi di far girare il match dalla loro parte e di qualificarsi per la semifinale, contro la vincente della serie tra Valdagno e Follonica. Il Cp esce di scena a testa alta, dopo un grande campionato.

Nel primo tempo l’Edilfox parte con lo spirito giusto e mette in seria difficoltà la retroguardia lodigiana. E’ di Pablo Saavedra il primo squillo della gara. I campioni d’Italia devono impegnarsi per evitare guai: Rodriguez a tu per tu con Grimalt, dopo un bello scambio con Franchi, mette alto. I locali colpiscono un palo pieno di Mendez, mentre Menichetti ferma Torner. Al 9’ il Circolo Pattinatori trova il guizzo vincente con un gran tiro di Rodriguez dal limite che s’infila sotto l’incrocio della porta difesa da Grimalt. Franchi prova a fare il bis, ma il Lodi aumenta la pressione. Al 13’, per un fallo da cartellino blu di Nacevich su Mendez, il padroni di casa hanno la possibilità di pareggiare con una punizione di prima con Torner, ma Menichetti para. In power play i grossetani si  difendono bene, ma a due secondi dal rientro del quinto giocatore maremmano arriva il tiro di Alberto Greco che fa secco Menichetti. Nei rimanenti dieci minuti di gara le due squadre si fronteggiano, sfoderando grandi difese e all’intervallo il risultato è fermo sull’1-1.

La ripresa si apre con un tentativo di Greco, che finisce sul corpo di Rodriguez. Mendez, il bomber della stagione viene invece fermato da Menichetti e dalla traversa. L’occasione più ghiotta dell’inizio ripresa capita a D’Anna, che non riesce a trovare l’attimo giusto a porta sguarnita, permettendo il recupero del portiere biancorosso. La gara si sblocca al 4’ con un missile di Mendez che Menichetti non riesce a trattenere. Il Lodi ci crede sempre di più e dopo nemmeno due  minuti trova anche la terza rete con un gran tiro di Greco che s’infila nel sette.  Il Wasken continua a macinare gioco e occasioni: al 9’ arriva anche il 4-1 dell’ex D’Anna che sfrutta il passaggio di Greco. I biancorossi accusano il colpo e faticano a ritrovare la vivacità d’inizio partita. Rodriguez ha la possibilità di accorciare le distanze al 14’, ma Grimalt para il suo rigore. Qualche minuto dopo finisce invece sul palo un tiro di Nacevich. Il 5-1 del Lodi è uno show di Mendez che controlla e mette in rete. Il Grosseto non molla e Stefano Paghi infila in rete un rigore preciso e potente che vale il 5-2. E’ l’epilogo di un’annata comunque bellissima per il Cp che ha centrato per la prima volta nella sua storia i playoff scudetto.

Quarti di finale

 Wasken Lodi-Edilfox Grosseto 2-0 (4-1, 5-2), Trissino-Engas Vercelli 2-0 (4-0, 3-2), Galileo Follonica-Why Sport Valdagno 1-1 (8-7 dopo rigori, 7-8 dopo rigori), GDS Forte dei Marmi-Ubroker Bassano 1-1 (4-3, 3-5). Gara3, sabato 7 maggio: Follonica-Valdagno, Forte dei Marmi-Bassano.

L’Edilfox s’arrende al Lodi (4-1) in gara1 dei quarti finale. Decisiva la doppietta di Mendez e quattro tiri diretti sbagliati

Edilfox Grosseto-Wasken Lodi 1-4

EDILFOX GROSSETO: Menichetti, Sassetti; Mount, Nacevich, Saavedra, Rodriguez, Paghi, Franchi, Cabella, Biancucci. All. Federico Paghi.

WASKEN LODI: Grimalt, Porchera; Schiavo, D’Anna, Barbieri, Cervi, Greco, Antonioni, Mendez Ortiz, Torner. All. Pierluigi Bresciani.

ARBITRI: Franco Ferrari e Massimiliano Carmazzi.

RETI: nel p.t. 10’51 Mendez Ortiz; nel s.t. 12’09  Mendez Ortiz, 15’04 Torner, 17’32 Saavedra

NOTE: espulsione temponea (2’): Torner.

Il Circolo Pattinatori Edilfox gioca alla pari con il Wasken Lodi campione d’Italia, ma due pali e altri quattro tiri diretti sbagliati condannano i ragazzi di Federico Paghi alla sconfitta (4-1) nella prima sfida dei quarti di finale.

Il primo tempo, bellissimo ed equilibrato, è stato deciso da due episodi, il contropiede che ha permesso a Mendez Ortiz di segnare con la difesa locale disunita e il rigore che Paghi non è riuscito a mettere dentro. Nella ripresa la differenza è stata fatta dal secondo errore nel tiro diretto della serata, dal bis di Mendez Ortiz, dalla punizione di Torner e dal contropiede di D’Anna. Il Cp non ha fatto nulla di meno dei campioni, ma ha sbagliato un po’ troppo e hanno trovato sulla loro strada un super Grimalt.

L’inizio della sfida è stato appassionante con il Grosseto che ha giocato alla pari con i campioni d’Italia, creando anche qualche occasione in più per passare in vantaggio. Franchi, Rodriguez (prima da lontano, poi sotto porta) provano a battere il portiere Grimalt, mentre Menichetti dice di no all’ex D’Anna. All’8’ è di Stefano Paghi l’occasione più ghiotta, con la pallina che va a colpire il palo alla sinistra della porta lodigiana. 

Al 15’ un veloce contropiede, dopo un’occasione mancata da Nacevich, permette al Lodi di portarsi in vantaggio: è il capocannoniere principe di A1, Jordi Mendez Ortiz a trovare il varco giusto nella porta difesa da Menichetti. 

Il Grosseto non si perde d’animo e si rende pericoloso con Saavedra che fugge al diretto avversario, ma Grimalt ferma. A 6’45 Saavedra e Mount davanti alla porta ospite non riescono a concludere, ma venti secondi dopo Saavedra viene steso in area. Stefano Paghi s’incarica del tiro, ma la pallina va nuovamente a sbattere sul palo. A 3’56 Saavedra si rammarica per non essere riuscito a deviare in rete un gran tiro di Rodriguez.

Nella ripresa la musica non cambia, con il Circolo Pattinatori che cerca il pareggio e il Wasken che si difende in maniera ordinata e si affida a qualche conclusione ben fermata da Menichetti. Quella del Grosseto è un’azione continua, con tutti gli effettivi. Il portiere della nazionale ha chiamato agli straordinari sulle sventole di Cabella e Paghi. Al 10’ un brutto fallo di Torner su Cabella viene sanzionato con un blu. Saavedra si fa ipnotizzare da Grimalt. In superiorità numerica Grosseto non riesce a trovare il varco giusto, che trova invece Mendez Ortiz per raddoppiare. 

A 7’28 capitan Saavedra fa esplodere il “Mario Parri” con la rete che riapre la partita e dopo otto secondi il Grosseto ha l’occasione di rientrare definitivamente in partita sul decimo fallo ospite, ma Franchi sbaglia il terzo tiro diretto.

A 4’23 dalla fine un bel contropiede concluso da Romeo D’Anna mette virtualmente  la parola fine al match.

A 3’49 l’espulsione di Grimalt riscalda gli animi ma il secondo portiere Porchera riesce a fermare anche la punizione di prima di Paghi e toglie anche l’ultima speranza ai grossetani, che adesso devono andare a Lodi per cercare un riscatto.

Quarti di finale. Gara1, Engas Vercelli-Trissino 0-4, Edilfox Grosseto-Wasken Lodi 1-4, Why Sport Valdagno-Galileo Follonica 7-8; domenica (18) Ubroker Bassano-GDS Impianti Forte dei Marmi.

Gara2 mercoledì 4 maggio (20,45) ed ev. gara3 Venerdì 6 maggio (20,45) Lodi-Grosseto; sabato 7 maggio (20,45): Trissino-Vercelli, Follonica-Valdagno, Forte dei Marmi-Bassano.

C.P. GROSSETOPGRETIN.EPUNIZ.RIGORIBLU
Giovanni Menichetti27-102
Paride Sassetti5-1124
Tommaso Bruni1-31
Alessandro Franchi29251/43
German Nacevich28101
Serse Cabella28410/23
Alex Mount29225/120/14
Lorenzo Biancucci5023
Stefano Paghi29163/73/711
Mario Rodriguez26932/74
Pablo Saavedra29240/103
Leonardo Ciupi10

L’Edilfox sbarca ai quarti di finale di serie A1: eliminato Sarzana dopo 100 minuti giocato da grande squadra

Edilfox Grosseto-Gamma Sarzana 2-4

EDILFOX GROSSETO:  Menichetti, Sassetti; Mount, Nacevich, Saavedra, Rodriguez, Paghi, Franchi, Cabella, Biancucci. All. Federico Paghi.

GAMMA SARZANA: Corona, Bianchi, Pol Galbas, Najera, Borsi, Angeletti, Joan Galbas, Rossi, De Rinaldis. All. Mirko Bertolucci.

ARBITRI: Ulderico Barbarisi e Carlo Iuorio.

RETI: nel p.t. 8’05 Joan Galbas, 8’13 Mount, 13’44’ Franchi, 24’59 Najera; nel s.t. 13’58 Pol Galbas, 24’18 Najera.

NOTE: espulsione temporanea (2’) De Rinaldis nel s.t.

Il Circolo Pattinatori Edilfox è ai quarti di finale.  Il verdetto atteso dai tifosi grossetani è arrivato sabato sera dopo la gara di ritorno dei preliminari playoff che i ragazzi di Federico Paghi hanno perso per 4-2 contro il Gamma Sarzana al termine di cinquanta minuti nei quali il tesoro di cinque lunghezze di vantaggio (8-3 il finale) messo insieme mercoledì scorso alla pista del Vecchio Mercato di Sarzana, non è stato minimamente intaccato dagli ospiti, tenuti sempre sotto controllo dai biancorossi, che hanno fallito tante occasioni per vincere anche questo duello.

Il Sarzana si è presentato in Maremma sospinto dal tifo di un gruppetto di irriducibili supporters che hanno sostenuto i ragazzi di Mirko Bertolucci. L’Edilfox che ha iniziato la gara con lo stesso quintetto dell’andata con Paghi, Rodriguez, Saavedra e Mount, fin dalle prime battute ha attaccato con intelligenza, attaccando senza prestare il fianco agli ospiti.

La gara si scalda al 9’: Joan Galbas con una bella azione personale entra in area e buca Menichetti. Il Circolo Pattinatori impiega però otto secondi per pareggiare grazie ad una bella combinazione tra Nacevich e Mount, con quest’ultimo che supera Corona. Al 14’ il Grosseto passa in vantaggio con Franchi, che da due passi mette in rete su un delizioso assist dalla destra di Saavedra. A 7 minuti dalla fine il Gamma va vicino al pareggio, con il tiro di De Rinaldis che sbatte sul palo e torna in campo. Il Circolo Pattinatori è però padrone del campo, anche se il Sarzana riesce con Najera, a sette decimi dalla sirena, riesce ad andare al riposo sul 2-2.

Nella ripresa Sarzana parte all’assalto,  ma la difesa grossetana non molla di un centimetro, ma l’Edilfox crea anche diverse occasioni.  Al 9’ la punizione di prima di Stefano Paghi sbatte sul palo e poco poco Rodriguez sciupa una bella opportunità. Al 10’ Mount manda alto di un soffio un tiro diretto, sul decimo fallo dei rossoneri ospiti. Al 14’ Pol Galbas ridà fiato alle speranze dei vincitori della Coppa Italia, ma il Cp è in totale controllo del match. Saavedra si fa parare un’altra  punizione. Najera firma la doppietta personale a 42 secondi dalla fine, ma Grosseto non trema. Cabella potrebbe accorciare ma Corona ferma il rigore e il tiro successivo. Ma a sei secondi nessuno può più fermare l’Edilfox lanciata verso un risultato meraviglioso, mai raggiunto prima d’ora.

Il coach Federico Paghi dà le ultime indicazioni ai suoi ragazzi (foto Mario Spalletta)

Edilfox Grosseto da favola: espugna la pista di Sarzana (8-3) e ipoteca la qualificazione ai quarti di finale

Gamma Sarzana-Edilfox Grosseto 3-8

GAMMA SARZANA: Corona, Bianchi, Pol Galbas, Najera, Cardella, Borsi, Cinquini, Joan Galbas, Rossi, De Rinaldis. All. Mirko Bertolucci.

EDILFOX GROSSETO:  Menichetti, Sassetti; Mount, Nacevich, Saavedra, Rodriguez, Paghi, Franchi, Cabella, Biancucci. All. Federico Paghi.

ARBITRI: Luca Molli e Marcello Di Domenico

RETI: nel p.t. 16’06 Saavedra, 23’58 Rossi; nel s.t. 4’38 Franchi, 7’08 Franchi, 8’40 Nacevich, 13’09 Saavedra, 15’17 Mount, 18’31 Mount, 19’52 Franchi, 20’05 De Rinaldis, 23’15 Rossi (rigore).

NOTE: espulsione temporanea Corona, Joan Galbas nel s.t.

Incredibile impresa del Circolo Pattinatori Edilfox che nella prima partita dei preliminari playoff espugna, con un travolgente 8-3, la pista del Vecchio Mercato di Sarzana e mette una seria ipoteca sulla qualificazione ai quarti di finale. Prima di conquistare il pass per la supersfida con il Lodi campione d’Italia mancano cinquanta minuti, anche se il risultato acquisito mercoledì sera sul campo del Gamma Sarzana è un trampolino di lancio importante, considerando che è stata fornita una prova da stropicciarsi gli occhi. Nel match di ritorno sabato sulla pista di via Mercurio basterà controllare un bottino insperato alla vigilia, soprattutto se si considera lo stato di forma dei locali allenati da Mirko Bertolucci.

Nel primo tempo, con una prestazione sontuosa, il Cp Grosseto mette subito in chiaro le sue intenzioni, giocando alla pari, e anche meglio, dei freschi vincitori della Coppa Italia; si porta in vantaggio con una magia di Saavedra e cede l’1-1 dopo una precedente azione da rivedere, con un fallo non concesso. E nella ripresa i ragazzi di Federico Paghi hanno fatto ancora meglio, fornendo una prestazione da grande squadra che può far sognare ad occhi aperti i tifosi. I ragazzi del presidente Osti sono andati a segno sette volte con reti bellissime e tiri diretti imparabili.

L’inizio della sfida al “Pala Terzi” è stato gradevole e di prima qualità con continui ribaltamenti di fronte che sono stati bloccati dalla difesa o dai due portieroni. Il Grosseto va vicino alla rete con un Alex Mount molto reattivo, che con la sua velocità s’infila nella retroguardia ligure, e con Stefano Paghi, mentre Menichetti si salva su Rossi e Najera. Il Circolo Pattinatori tiene il campo con autorità, anche se non riesce a bucare la porta di casa. Al 10’ Federico Pablo Paghi chiama in pista Franchi e Nacevich e successivamente c’è spazio per Cabella.

 Al 17’ capitan Saavedra interrompe un digiuno che durava da qualche settimana e porta in vantaggio l’Edilfox con uno spettacolare “alza e schiaccia” che non lascia scampo a Corona, dopo aver ricevuto la palla da Rodriguez. Per Saavedra è il 22° centro stagionale. Il Sarzana per qualche istante accusa il colpo ma poi avanza il baricentro alla ricerca del pareggio. L’occasione più nitida se la procura Najera a 4’30 dalla sirena. Il pareggio arriva però a un minuto dalla fine con Rossi che trova un varco nella difesa, sul servizio di Borsi, e con un tiro sotto misura batte Menichetti. 

La ripresa si apre con una bella girata di Saavedra dopo 20 secondi e con una super parata di Corona su Paghi. Al 5’ Franchi riporta in vantaggio l’Edilfox con un gran tiro dal limite che s’infila a mezz’altezza nella porta dei liguri. Passano due minuti e mezzo e Franchi allunga con una grande giravolta in mezzo all’area dopo aver ricevuto la pallina Stefano Paghi. Una rete che conferma il giocatore arrivato da Scandiano come il valore aggiunto in questa stagione. Un contropiede micidiale di Nacevich, che ruba palla a un avversario e s’invola verso la porta ospite, porta i biancorossi addirittura sul 4-1 con una rete da manuale.

Il Grosseto è padrone del campo: Corona nega per tre volte il quinto gol ai maremmani. 5-1 che arriva però con una straordinaria incursione di Pablo Saavedra che s’invola sulla sinistra. Al 15’ Corona sgambetta Cabella e si becca un cartellino blù. Alex Mount trasforma il tiro diretto e firma il 6-1 che toglie ogni speranza al Sarzana. L’inglese su punizione di prima segna anche il 7-1, dopo l’espulsione di Joan Galbas. Al 20’ Franchi (tripletta per lui) segna sotto misura l’8-1, ma stavolta Sarzana riesce a tornare al gol e dopo 13 secondi trova il 2-8 con De Rinaldis. Nelle battute conclusive del match il Gamma prova a rendere ancora meno pesante il passivo, ma riesce solo a trovare il 3-8 su rigore di Francesco Rossi. Un risultato bellissimo e meritato, al termine della più bella partita dell’anno lontano dalle mura amiche.

Saavedra, Nacevich e Mount, tre colonne dell’Edilfox, a segno mercoledì a Sarzana (foto Mario Spalletta)

•I risultati dei preliminari playoff

Gara1, Gamma Innovation Sarzana-Edilfox Grosseto 3-8, Tierre Montebello-Engas Vercelli 6-5.

Gara2 sabato alle 20,45 a Grosseto e Vercelli.

L’Edilfox dà spettacolo e supera la corazzata Forte dei Marmi. Matematico il settimo posto

Edilfox Grosseto-GDS Forte dei Marmi 3-2

EDILFOX GROSSETO: Menichetti, Sassetti; Mount, Nacevich, Saavedra, Rodriguez, Paghi, Franchi, Cabella, Biancucci. All. Federico Paghi.

GDS FORTE DEI MARMI: Gnata, Bertozzi; Gual, Giovannetti, Festa, Gil, Illuzzi, Rubio, Maremmani, Cinquini. All. Alessandro Martini.

ARBITRI: Franco Ferrari e Louis Antony Hyde.

RETI: nel p.t. 7’05 Gual, 11’27 Mount; nel s.t. 2’57 Nacevich, 12’03 Gil, 12’26 Franchi.

L’Edilfox Grosseto chiude la regular season di A1 con la più bella vittoria dell’anno, a spese del GDS Forte dei Marmi, sceso in Maremma per giocarsi il secondo posto. I ragazzi di Federico Paghi hanno disputato un incontro straordinario, senza sbavature, rimontando la rete iniziale e trovando il sigillo decisivo dopo appena 23 secondi dal pareggio ospite. Una prova di forza fortemente voluta e bellisssima. Il Circolo Pattinatori finisce così al settimo posto e aspetta di conoscere la sua avversaria per i preliminari dei playoff. Sarà la decima classificata (Sarzana o Montebello) che verrà sfidata prima in trasferta e poi in casa.

L’inizio del match è equilibrato con occasioni da una parte e dall’altra, ma sono i versiliesi a trovare il vantaggio con Marc Gual che trova il varco giusto per battere Menichetti. Immediata la reazione del Circolo Pattinatori: Gnata dice no alla bella azione di Franchi, ma il Grosseto continua a spingere e trova il meritato pareggio con Alex Mount, sullo splendido servizio di Saavedra dalla destra. La partita continua a rimanere a livelli altissimi. Le due rivali non si risparmiano e cercano il vantaggio. Il Cp cambia volto rispetto a Valdagno e gioca alla pari con un avversario che vuole i tre punti, ma che si trova di fronte una difesa arcigna, insuperabile.  Al 19’ Rubio impegna Menichetti, mentre Gnata ferma con la pettorina il tiro di Mount nell’azione successiva. I campioni delle due squadre le provano tutte, con azioni spettacolari (compreso l’alza e schiaccia di Franchi a 36 secondi dalla fine), ma i primi 25’ si chiudono sull’1-1.

Nella ripresa German Nacevich risolve una mischia con una rete che fa secco Gnata e qualche istante dopo Mount non riesce a trovata il colpo vincente sotto porta. La Gds Impianti spinge per pareggiare, ma Menichetti si fa trovare pronto. Franchi in contropiede al 10’ non riesce a trovare lo specchio della porta e per un soffio vede uscire poi una girata in area. All’11 Franchi viene agganciato plateamente in area, ma Mount si fa deviare il tiro diretto dal portiere lucchese. A rimettere in corsa il Forte dei Marmi è Pedro Gil che piazza la pallina al sette di Menichetti per il 2-2. Appena il tempo di rimettere la palla al centro che Franchi riporta avanti  l’Edilfox raccogliendo l’assist di Nacevichi. Il centro sportivo di via Mercurio esplode di gioia. L’Edilfox continua a costruire: Rodriguez fallisce da due passi la quarta rete. Il Forte agisce in contropiede, ma la retroguardia è sempre molto attenta. Menichetti prima ferma Giovannetti, poi Cinquini. A 18 secondi dalla sirena la palla danza davanti pericolosamente all’area ma esce. E’ l’ultima emozione di una gara da passare direttamente alla storia.

La gioia di Federico Paghi. «Questa vittoria rende straordinario tutto il nostro campionato – esulta mister Federico Paghi – siamo matematicamente settimi e senza infortuni e episodi sfortunati potevamo essere anche più in alto. La squadra contro il Forte dei Marmi è stata perfetta. Tanta grinta, cuore e classe. E adesso sotto con i playoff, dove ci faremo valere».

L’Edilfox s’arrende sulla pista di Valdagno nel recupero della 23ª giornata (9-2)

Why Sport Valdagno-Edilfox Grosseto 9-2 

WHY SPORT VALDAGNO: Sgaria, Fongaro; Motaran, De Oro, Piroli, Clodelli, Ciocale, Cocco, Pass Gonzalez, Manuel Mir. All. Diego Mir.

EDILFOX GROSSETO: Sassetti, Bruni; Mount, Leonardo Ciupi,  Saavedra, Rodriguez, Paghi, Franchi, Cabella, Biancucci. All. Federico Paghi.

ARBITRI: Massimiliano Carmazzi e Alfonso Rago.

RETI: nel p.t.  3’26 Motaran, 8’11 Gonzalez, 10’09 Gonzalez, 14’23 De Oro, 17’50 Gonzalez, 22’56 Gonzalez; nel s.t.  0’57 De Oro, 9’44 Ciocale, 16’32 Cabella, 17’10 Mount, 22’25 Motaran.

NOTE: espulsione temporanes (2’): Cabella nel p.t.; Gonzalez, Clodelli nel s.t.

Svanisce il sogno sesto posto per l’Edilfox Grosseto, battuto per 9-2 sulla pista del Why Sport Valdagno, a causa di un primo tempo da incubo, chiuso sul 6-0 dalla formazione di Diego Mir. Nella ripresa i ragazzi di Federico Paghi hanno giocato alla pari con i locali, ma solo solo riusciti a segnare due reti e a rendere meno amaro il ko. 

Il Valdagno si è presentato in campo deciso a difendere con i denti i due punti di vantaggio nei confronti del Circolo Pattinatori, al quale dopo questa battuta d’arresto servirà una vittoria casalinga contro il Forte dei Marmi per riprendersi il settimo posto, che garantirebbe il fattore campo nella gara decisiva dei preliminari playoff.

Mercoledì sera a Valdagno, contro un avversario che ha disputato una delle  più belle gare della stagione, Saavedra e compagni hanno iniziato bene, ma in undici minuti, dal rigore di Motaran, si sono trovati sotto di quattro reti. Nella ripresa i maremmani hanno provato ad avvicinarsi, ma i veneti hanno controllato con molta tranquillità, visto il vantaggio acquisito nella prima frazione. Di Cabella e Mount le segnature biancorosse.

Il Grosseto si è presentato in Veneto senza il portiere Menichetti, ancora bloccato dal mal di schiena, e il difensore argentino Nacevich, che si è procurato una distorsione alla caviglia. In panchina si sono sistemati quindi i giovani Bruni e Leo Ciupi.

La prima occasione capita a Saavedra sul bel suggerimento di Mount, ma il capitano non riesce a finalizzare. E’ però il Valdagno a passare in vantaggio su un rigore di Motaran, che prima sbatte sulla traversa e poi entra in rete sulla ribattuta del giocatore locale che anticipa Sassetti

Immediata la risposta del Grosseto, con Saavedra che libera Mount, ma Sgaria blocca. Piroli chiama invece al lavoro Sassetti.  Con tre tocchi di prima il Valdagno raddoppia in contropiede al 9’ grazie a una conclusione con Marc Gonzalez. Passano due minuti e lo spagnolo Gonzalez cala il tris con un tap-in vincente. L’Edilfox non s’arrende e continua a tenere il gioco in mano e ci vuole una super parata di Sgaria per evitare la rete di Saavedra. Al 12’ un siluro di Gaston De Oro, che s’infila al sette di Paride Sassetti, fa volare sul 4-0 il Why Sport. Al 7’10 dalla fine della prima frazione, un fallo da espulsione di Cabella permette ai locali di battere una punizione di prima Gonzalez, che trova il varco giusto per battere Sassetti. La prima parte di gara si chiude con un gran gol al volo di Gonzalez che anticipa Franchi e firma il 6-0. 

Dopo 57 secondi della ripresa De Oro va a segno, servito da Mir

Al 7’ Saavedra manda sulla traversa la punizione di prima per il decimo fallo di squadra dei veneti. Mister Paghi, a gara ormai decisa, dà spazio anche al giovane portiere Tommaso Bruni, che viene superato da Ciocale al 10’. Al 17’ arriva finalmente la rete dell’Edilfox. A realizzarla è Serse Cabella con un gran tiro che non lascia scampo a Sgaria, superato dopo appena 38 secondi dalla punizione di prima di Alex Mount

Prima della sirena s’è stato il tempo del nono centro del Valdagno, ad opera di Motaran, che ha fissato il 9-2 finale.

I risultati di mercoledì sera. Recuperi 23ª giornata: Tierre Montebello-Galileo Follonica 9-5, Why Sport Valdagno-Edilfox Grosseto 9-2. Anticipo 26ª giornata: Engas Vercelli-Bidielle Correggio 6-3.

La classifica: Trissino 61; Lodi 54; Forte dei Marmi 52; Follonica 50; Bassano 45; Valdagno 41; Vercelli 37; Grosseto e Sarzana 36; Montebello 33; Sandrigo 26; Monza 19; Correggio 15; Matera 0. 

Vittoria d’autore per l’Edilfox contro il Sarzana: i grossetani conquistano salvezza e ottavo posto

Edilfox Grosseto-Gamma Sarzana 5-2

EDILFOX GROSSETO: Menichetti, Sassetti; Mount, Nacevich, Saavedra, Rodriguez, Paghi, Franchi, Cabella, Biancucci. All. Federico Paghi.

GAMMA SARZANA: Corona, Bianchi; Pol Galbas, Najera, Cardella, Borsi, Cinquini, Joan Galbas, Rossi, De Rinaldis. All. Mirko Bertolucci.

ARBITRI: Joseph Silecchia e Francesco Stallone di Giovinazzo.

RETI: nel p.t. 8’05 Franchi, 20’53 Nacevich; nel s.t. 6’33 Franchi, 16’56 Rodriguez, 21’20 Rossi (rigore), 22’02 Franchi, 22’34 Najera.

NOTE: espulsione temporanea (2’): De Rinaldis, Paghi nel p.t.; Joan Galbas, Menichetti nel s.t.

Colpo d’autore dell’Edilfox Grosseto che piega (5-2) sulla pista amica di via Mercurio la corazzata Gamma Sarzana, al termine di una partita giocata in maniera intelligente e con la determinazione dei giorni migliori. Franchi, autore di una straordinaria tripletta, Nacevich e Rodriguez hanno firmato un’affermazione che potrebbe segnare una svolta alla stagione. Come prima cosa, però, i tre punti garantiscono la matematica salvezza e i playoff. 

Il Circolo Pattinatori Edilfox ritrova la grinta e il bel gioco delle giornate migliori e mette a segno una bella impresa sulla pista Mario Parri battendo (5-2) il Gamma Sarzana. Un successo straordinario che permette ai ragazzi di Federico Paghi di conquistare la matematica salvezza, i playoff e di rimettersi in corsa per il settimo-ottavo posto che renderebbe speciale una stagione fino a questo momento bellissima. Uno shoutout fortemente voluto da Saavedra e compagni, che potrebbe diventare un trampolino di lancio per le ultime tre gare della regular season.

Nel primo tempo i tifosi accorsi alla pista Mario Parri hanno applaudito un Circolo Pattinatori che ha cambiato passo rispetto alle precedenti settimane, contrastando con intelligenza un Sarzana arrivato in Maremma per giocarsi le ultime possibilità per conquistare il sesto posto.  Nella ripresa i maremmani si sono confermati e le reti di Franchi, al 7’, e di Rodriguez hanno messo il punto esclamativo sull’affermazione di Saavedra e compagni.

L’inizio del Grosseto è promettente, con Saavedra e Rodriguez che sbattono contro il portiere Simone Corona. L’Edilfox insiste, ma ci vuole una bella azione personale di Alessandro Franchi per sbloccare la partita. Il Sarzana prova a rispondere, ma i locali vanno vicino al raddoppio. La partita diventa bellissima, con veloci azioni da una parte e dall’altra. Con il passare dei minuti la squadra di Mirko Bertolucci alza il baricentro ma i biancorossi tengono bene il campo. Grazie ad uno spettacolare contropiede, tutto di prima, Nacevich finalizza un assist di Alex Mount. 

La ripresa si apre con la punizione di prima, concessa per il decimo fallo di squadra del Grosseto, parata da Menichetti. Simone Corona risponde immediatamente fermando il tiro diretto di Pablo Saavedra. Nacevich prova a superare Corona, che risponde molto bene.  Il Grosseto va vicino al terzo gol: il tiro diretto di Mount (dopo l’espulsione di Joan Galbas) va a sbattere sul palo, mentre il portiere ligure ferma poi l’alza e schiaccia dell’inglese. In superiorità numerica, è Franchi, autore di una gara straordinaria, a trovare il 3-0 con un’azione bellissima, con un tiro davanti al portiere. Il Sarzana non s’arrende ma la difesa di casa e il portiere Menichetti fanno buona guardia. Al 17’ arriva il quarto sigillo dell’Edilfox con una magia di Mario Rodriguez che legittima una prestazione sopra le righe. Rodriguez potrebbe dilagare, ma Rodriguez colpisce il secondo palo. Il Sarzana accorcia le distanze con un rigore (concesso per un fallo da espulsione di Menichetti) di Rossi, che infila la palla a mezz’altezza contro Sassetti. Il Grosseto riallunga subito con una punizione di Franchi e su un tiro diretto Najera batte Paride Sassetti per il 5-2 finale.

•I risultati del 24° turno: Engas Vercelli-Why Sport Valdagno 3-3, Teamservicecar Monza-GDS Forte dei Marmi 1-3, Edilfox Grosseto-Gamma Sarzana 5-2, Tierre Montebello-Telea Sandrigo 5-2, Hp Matera-Bidielle Correggio 4-8, Galileo Follonica-Wasken Lodi 1-3, Ubroker Bassano-Gsh Trissino 6-5.

La classifica: Trissino 58; Lodi 53; Forte dei Marmi 49;  Follonica 47*; Bassano 44; Valdagno 37*; Sarzana 35; Vercelli 33; Grosseto 33*; Montebello 29*; Sandrigo 26; Monza 19; Correggio 15; Matera 0.

*Una gara in meno.

Marcatori: Mendez Ortiz (Lodi) 49; Cocco (Trissino) 37; Malagoli (Trissino) 34; Torner (Lodi) 33; Ambrosio (Bassano) 29.

La doppietta di Montigel condanna l’Edilfox nel derby di Coppa Italia a Follonica (5-2)

Galileo Follonica-Edilfox Grosseto 5-2

GALILEO FOLLONICA: Barozzi, Irace; Montauti, Davide Banini, Federico Pagnini, Marco Pagnini, Francesco Banini, Bonarelli, Montigel, Llobet. All. Sergio Silva.

EDILFOX GROSSETO: Menichetti, Sassetti; Mount, Nacevich, Saavedra, Rodriguez, Paghi, Franchi, Cabella, Biancucci. All. Federico Paghi.

ARBITRI: Ulderico Barbarisi e Andrea Davoli. 

RETI: nel p.t. 9’29 Francesco Banini, 18’14 Cabella, 19’20 Montigel, 19’38 Montigel; nel s.t. 14’06 Francesco Banini, 19’07 Davide Banini, 24’45 Franchi.

NOTE: espulsione temporanea (2’): Mount, Rodriguez, Davide Banini.

Il Circolo Pattinatori Grosseto Edilfox saluta la Coppa Italia, superato nei quarti di finale al “Capannino” dal Galileo Follonica (5-2). Una sconfitta amara per i ragazzi di Federico Paghi, condannati soprattutto da due reti subite nel primo tempo nel giro di 18 secondi per mano di Fernando Montigel, che hanno portato i locali dall’1-1 al 3-1, e  dato la giusta tranquillità al quintetto azzurro per la seconda parte di gara. Il portiere biancorosso Menichetti ha fermato tre tiri diretti dei padroni di casa, tenendo a galla la sua squadra (appena due reti negli ultimi 100 minuti) che non è riuscita purtroppo a recuperare lo svantaggio nella ripresa, accorciando le distanze solo nel finale con Franchi.

I biancorossi, che hanno comunque tenuto bene la pista, si possono adesso concentrare sul campionato: hanno una settimana per preparare la sfida con il Sarzana (in programma mercoledì 30 alla pista Mario Parri) che potrebbe garantire un posto matematico nei playoff.

La prima parte di gara è tutta di marca follonichese, con il Grosseto che pensa più a difendersi che ad attaccare. I primi rischi alla porta di Giovanni Menichetti arrivano da Llobet e Davide Banini. Lo spagnolo Llobet ci prova ma prima viene murato da Rodriguez, poi dal portiere Menichetti

Il Galileo insiste, anche se il Circolo Pattinatori controlla abbastanza bene. Al 9’ Davide Banini si libera e lascia partire un tiro che va a sbattere sul palo. Il vantaggio locale arriva su un episodio: Francesco Banini, appena entrato in campo, si mette in proprio, brucia sul tempo Stefano Paghi e batte Menichetti.

L’ingresso di Mount e Nacevich dà un po’ di vivacità al Grosseto, ma Barozzi ferma l’argentino. Mister Paghi chiama anche Cabella, che prima mette alto e poi non riesce a ribadire in rete sul tiro di Mount. Al 19’ l’Edilfox trova il pareggio: Nacevich, che gioca di sponda, lascia partire un gran tiro che viene ribadito in rete da Serse Cabella. A 5’40 il Follonica torna in vantaggio: Montigel mette in rete al volo sotto la traversa, su un assist di Marco Pagnini. A Montigel bastano diciotto secondi per portare il Galileo sul 3-1 con una cannonata che non lascia scampo a Menichetti. L’Edilfox accusa un po’ il colpo e il Follonica prova ad allungare. A 1’32 Saavedra non inquadra la porta su un preciso servizio di Rodriguez. 

Il primo pericolo della ripresa arriva con un tiro da fuori di Montigel, mentre Marco Pagnini  mette a lato. Il Grosseto replica con una bella conclusione di Rodriguez. I grossetani ci provano con una bella azione personale di Stefano Paghi e con un tiro di Paghi. Menichetti, al 7’50, para alla grande una punizione di Llobet e con l’uomo in meno il Grosseto si vede negare la seconda rete della serata da un miracoloso intervento di Barozzi. La gara è vivace: prima Banini e poi Rodriguez mettono scompiglio nelle difese altrui. 

A 12’10 dalla fine Menichetti ferma ancora lo spento Llobet sulla punizione di prima, concessa dopo l’espulsione di Rodriguez. Sul decimo fallo di squadra, tocca a Marco Pagnini fare i conti con la dura legge di Giovanni Menichetti, ma qualche istante è costretto a capitolare sul tiro di Francesco Banini, che vale il 4-1 locale. Per un fallo (dubbio) di Cabella su Francesco Banini, l’arbitro Davoli concede un rigore che lo stesso Banini spedisce sul palo. Al quinto tentativo, il Galileo insacca un tiro diretto, con Davide Banini, che supera Menichetti con un “alza e schiaccia”. Il Grosseto ci prova con Rodriguez, ma Barozzi para. A 2’09 una spinta di Davide Banini su Paghi permette allo stesso Paghi di tirare un rigore, che Barozzi riesce purtroppo a respingere. L’ultima emozione del match la regala Alessandro Franchi, che in superiorità numerica con un bel “alza e schiaccia” fa secco Barozzi. Una rete che purtroppo rende solo meno amara la sconfitta dell’Edilfox.

•I risultati dei quarti di finale di Coppa Italia: Trissino-Sarzana 3-4, Forte dei Marmi-Bassano 6-0, Lodi-Vercelli 5-2, Follonica-Grosseto 5-2. Semifinali (16/4 a Forte dei Marmi): Trissino-Lodi, Forte dei Marmi-Follonica. 

L’Edilfox scivola al nono posto dopo le gare del 22° turno

L’Edilfox Grosseto Circolo Pattinatori scivola al nono posto dopo la sconfitta di sabato sera contro la Telea Sandrigo per 1-0. Lo stop contro i vicentini complica la corsa un piazzamento tra le prime otto della regular season, anche se Vercelli e Sarzana sono ancora nel mirino dei ragazzi di Federico Paghi che dovranno invertire immediatamente rotta, anche per conquistare i punti mancati per la matematica qualificazione alla volata scudetto. In attesa della sfida di mercoledì 30 aprile contro il Sarzana, Saavedra e compagni cercheranno un pronto riscatto nel quarto di finale di Coppa Italia di mercoledì 23 al Capannino di Follonica.

I risultati della 22ª giornata: Teamservicecar Monza-Gamma Sarzana 5-4, Engas Vercelli-Tierre Montebello 9-8, Wasken Lodi-GDS Forte dei Marmi 5-4, Galileo Follonica-Gsh Trissino 6-5, Edilfox Grosseto-Telea Sandrigo 0-1, Matera-Why Sport Valdagno 2-9, Ubroker Bassano-Bidielle Correggio 8-3.

La classifica: Trissino 55; Lodi 50; Follonica 47; Forte dei Marmi 43;  Bassano 41; Valdagno 36; Sarzana 32; Vercelli 32; Grosseto 30; Montebello 26; Sandrigo 23; Monza 18; Correggio 11; Matera 0.

MARCATORI: Mendez Ortiz (Lodi) 48; Cocco (Trissino) 35; Torner (Lodi) 32; Malagoli (Trissino) 32; Francesco Banini (Follonica) 27.

Le statistiche del Circolo Pattinatori Edilfox

C.P. GROSSETOPGRETIN.EPUNIZ.RIGORIBLUASSIST
Giovanni Menichetti22-90 
Paride Sassetti2-120 
Alessandro Franchi22170/234
German Nacevich22718
Serse Cabella21210/121
Alex Mount22152/60/147
Lorenzo Biancucci4017
Stefano Paghi22163/53/61010
Mario Rodriguez19832/745
Pablo Saavedra22210/6310

Sorprendente sconfitta casalinga dell’Edilfox Grosseto contro un arcigno Sandrigo (1-0)

Edilfox Grosseto-Telea Sandrigo 0-1

EDILFOX GROSSETO: Menichetti, Sassetti; Mount, Nacevich, Saavedra, Rodriguez, Paghi, Franchi, Cabella, Biancucci. All. Federico Paghi.

TELEA SANDRIGO: Bernardelli, Cocco; Pallares, Pozzato, Poletto, Garcia Bielsa, Menin, Cacau, Neves, Gavioli. All. Franco Vanzo.

ARBITRI: Luca Molli e Mauro Giangregorio.

RETI: nel s.t. 18’48 Neves

Sorprendente battuta d’arresto casalinga del Circolo Pattinatori Edilfox Grosseto sulla pista Mario Parri contro un Telea Sandrigo che ha messo in mostra tutte le sue qualità, a cominciare da una difesa ben organizzata che ha fermato ogni azione offensiva dei maremmani, e che ha trovato a sei minuti dalla fine il tiro vincente con Diogo Neves.

Nelle battute iniziali è il Grosseto a produrre il maggior numero di occasioni da rete, ma Bernardelli s’oppone bene ai tiri di Saavedra e Rodriguez. All’8’ un tiro di Paghi scheggia la traversa. Il Sandrigo, che voleva mantenere in vita le speranze di agganciare il decimo posto, non guarda solo a difendersi, ma replica con un bel tiro di Gavioli, sul quale si distende Menichetti. Con l’inserimento in campo di Mount e Nacevich il Circolo Pattinatori aumenta la pressione, ma Bernardelli si fa trovare pronto sulla tripla conclusione di Nacevich e su quella di Rodriguez. A 8’ dalla fine coach Paghi si gioca anche la carta Cabella. I tentativi di Pozzato e Garcia mettono i brividi all’Edilfox, che prima della fine del primo tempo sbatte ancora su Bernardelli e viene costretta ad andare al riposo sullo 0-0.

La ripresa inizia sulla falsariga del finale di primo con Grosseto che prova a sbloccare il punteggio, con una manovra forse un po’ troppo compassata e la Telea che replica con alcuni pericolosi contropiede. A 13’30 dalla fine l’inglese Alex Mount fallisce la più clamorosa delle occasioni davanti al portiere sul servizio di Franchi. Mount prova a rifarsi, ma un paio di tentativi vanno fuori di un soffio.  A 6’12 arriva la beffa per i biancorossi, che capitolano sul tiro dalla distanza di Diogo Neves. La gara s’infiamma: il Cp Grosseto va vicino due volte al pareggio, reclama un rigore sul tiro di Franchi. Stefano Paghi viene fermato da Bernardelli. Negli ultimi novanta secondi mister Paghi mette in pista il quinto giocatore di movimento, con la porta sguarnita, ma anche questa mossa della disperazione non basta per raddrizzare la partita. 

In questo momento della stagione, con la formazione che mercoledì è attesa al quarto di finale di Coppa Italia a Follonica, serve archiviare subito questo incidente di percorso e tornare alla vittoria per conquistare un posto di prestigio nella classifica finale della regular season.

Alessandro Franchi marcato stretto da Cacau (foto Mario Spalletta)