L’Edilfox liquida anche il Valdagno (6-2) e balza al secondo posto in classifica

Edilfox Grosseto-Why Sport Valdagno 6-2

EDILFOX GROSSETO: Menichetti, Sassetti; Mount, Nacevich, Saavedra, Rodriguez, De Oro, Paghi, Franchi, Cabella. All. Michele Achilli.

VALDAGNO: Sgaria, Todeschini; Motaran, Nadini, Crocco, Giuliani, Rubio, Cocco, Ojeda, Garcia. All. Diego Mir.

ARBITRI: Matteo Galoppi e Carlo Iuorio.

RETI:  nel p.t. 2’14’ De Oro, 2’37 Rodriguez, 19’18 Giuliani, 23’44 Mount; nel s.t. 5’56 De Oro, 7’33 Giuliani, 12’41 Rodriguez, 22’25 De Oro

NOTE: espulsione temporanea (2’): Mount.

L’Edilfox Grosseto non si ferma più: sulla pista di via Mercurio liquida anche il Why Sport Valdagno e fa un altro passo avanti in classifica, approfittando della vittoria del Trissino a Follonica. I ragazzi di Michele Achilli hanno disputato un’altra gara perfetta e per i veneti, scesi in Maremma per recuperare lo svantaggio. Una vittoria che vale oro anche per i playoff di Coppa Italia, ormai ad un passo, con undici punti di vantaggio sugli avversari di sabato sera. Protagonisti del match Gaston De Oro con una tripletta, Rodriguez con una doppietta e Mount che ha firmato la rete più bella della serata.

Parte forte l’Edilfox, mettendo subito in difficoltà Sgaria con tiri da lontano. Al quarto tentativo, i biancorossi passano in vantaggio nel corso del 3’: Rodriguez serve De Oro, che con un delizioso “alza e schiaccia” mette in rete. Passano appena 23 secondi e “Tonchi” restituisce l’assist a Rodriguez che batte il portiere veneto con un tiro a mezza altezza. I primi dieci minuti sono tutti di marca grossetana, con dieci tiri in porta a tre. Mattia Cocco chiama al 12’ al lavoro Menichetti. Saavedra risponde subito mettendo paura al portiere veneto. Con il passare dei minuti cresce il Valdagno che si trova però sulla strada il portiere grossetano. Al 20’ però Giuliani, al termine di un’azione confusa trova l’angolino giusto per accorciare le distanze. Ci pensa però Alex Mount, con un micidiale contropiede, finalizzato con una gran rete, a ristabilire le due lunghezze di vantaggio al 24’. Al 6’ della ripresa De Oro cala il poker dopo un batti e ribatti batte dalla destra Sgaria che era riuscito a respingere i primi due tentativi, il primo di De Oro e il secondo di Saavedra. All’8’ Giuliani accorcia le distanze su punizione di prima dopo una dubbia espulsione di Mount. Al 13’ il Grosseto potrebbe allungare su rigore, ma Sgnaria intercetta il tentativo di Nacevich. Il quinto gol biancorosso è però questione di secondi: Rodriguez buca il guantone del portiere con un missile defilato sulla destra. L’Edilfox chiude definitivamente il match a 2’35 dalla fine con la tripletta di De Oro dopo una bella azione corale. 

L’Edilfox, nonostante il ko, supera l’esame Trissino, sognando anche il colpo grosso

Trissino-Edilfox Grosseto 7-4

TRISSINO: Zampoli, Bovo; Malagoli, Cocco, Schiavo, Pinto, Galbas, Mendez, Gavioli, Ipinazar. All. Alessandro Bertolucci.

EDILFOX GROSSETO: Menichetti, Sassetti; Mount, Nacevich, Saavedra, Rodriguez, De Oro, Paghi, Franchi, Alfieri. All. Michele Achilli.

ARBITRI: Marco Rondina e Paolo Moresco

RETI: nel p.t.. 5’16 Cocco, 11’28 Mount, 11’31 Malagoli, 17’08 Mount; nel s.t. 0’22 Mount, 2’43 De Oro, 4’56 Mendez, 5’42 Cocco, 9’09 Ipinazar, 12’20 Malagoli, 14’26 Malagoli, 

NOTE: espulsione temporanea (2’) Paghi nel p.t.; Nacevich nel s.t.

Il Circolo Pattinatori Edilfox, nonostante una sconfitta maturata nella seconda parte della ripresa (7-4 il finale), supera a pieni voti l’esame Trissino. Nella tana dei campioni d’Italia e d’Europa, i ragazzi di Michele Achilli spaventano la corazzata veneta grazie a un primo tempo fatto di grandi occasioni e tanta ripresa e a un inizio ripresa che ha fatto sognare addirittura un blitz, con l’Edilfox avanti  4-2 dopo tre minuti e i trissinesi in evidente di difficoltà. La squadra di casa si è però ripresa ed è riuscita a portare a casa un successo che permette di superare Saavedra e compagni in classifica. Per il Grosseto è la seconda sconfitta dell’anno.

Il Trissino inizia la gara spingendo subito alla ricerca della rete, ma Mendez e Joao Pinto vanno a sbattere su Menichetti e su una difesa grossetana attentissima. Ci vuole un fallo da espulsione di Stefano Paghi per permettere ai campioni d’Italia di andare in vantaggio: Cocco realizza il tiro diretto aggirando il portiere dell’Edilfox. La partita s’infiamma al 12’: Mount trova in pareggio con una grande azione in velocità, piazzando la palla alla sinistra di Zampoli, che non può che guardare. Passavano però pochi secondi e Malagoli riporta avanti i trissinesi. L’Edilfox non si perde d’animo e tiene testa ai veneti. Gavioli colpisce l’incrocio dei pali. Non sbaglia Alex Mount che regala il pareggio con un’altra rete capolavoro. Il giocatore inglese si gira al limite dell’area e lascia partire un tiro di sinistro che buca il portiere. La rete dà fiducia al Grosseto che continua a mettere paura ai locali, con i tentativi di Saavedra e Rodriguez. Il capitano Saavedra si vede negare la rete del vantaggio su un bel testa a testa. La ripresa si apre con un tiro di Mount che trova lo spazio giusto per infilare la palla al sette di Zampoli. Passano pochi minuti e l’Edilfox cala il poker: “Tonchi” De Oro lascia sul posto Mendez e mette in rete. Due minuti dopo Jordi Mendez, riprendendo un tiro dalla destra, accorcia le distanze, mentre Cocco con un’azione personale riesce a trovare il 4-4. Per un tocco di Galbas con la gamba, al 7’ viene annullato il vantaggio di Gavioli. Al 10’ con un gran tiro potente e preciso da lontano di Ipinazar, che s’infila sotto la traversa per il 5-4 dei locali. Malagoli al 13’ raccoglie una palla vagante e firma il sesto gol. Un missile di Malagoli, su assist di Ipinazar, L’Edilfox non s’arrende e impreca per un palo interno di Paghi che avrebbe potuto riaprire il match. Le emozioni si susseguono fino in fondo: Ipinazar colpisce il quarto legno di serata, mentre a otto secondi  dalla fine Menichetti viene salvato dal palo sulla punizione di prima di Gavioli.

Edilfox in grande condizione s’aggiudica il Memorial Luigi Vettone a Sarzana

L’Edilfox Circolo Pattinatori Grosseto conferma il suo stato di grazia anche a Sarzana, imponendosi, con due prestazioni importanti, nel “9° torneo Gammainnovation – memorial Luigi Vettone” che si è svolto venerdì sera nel centro polivalente della cittadina ligure. I ragazzi di Michele Achillihanno impiegato pochissimi minuti (si è giocato con la formula di due tempi da quindici minuti) per prendere in mano la gara contro il Seregno che si è trovato subito sotto 6-0, prima di riuscire ad andare ai cinque minuti di riposo sul 6-1. Nella ripresa i biancorossi hanno allentato la presa, finendo per imporsi 8-3. A segno per il Circolo Pattinatori Franchi (2), Mount (3), Saavedra (1) e Rodriguez.

Nella seconda sfida della serata, invece il Sarzana si è imposto per 2-1 sul Seregno.

Nell’ultimo match, diventato una finale, le due formazioni di serie A1 hanno chiuso a reti bianche i primi quindici minuti. Nella ripresa, Achilli ha messo in campo Nacevich e Mount che hanno subito cambiato volto alla gara: tiro dalla distanza dell’argentino e deviazione vincente dell’inglese. Il raddoppio è opera di Stefano Paghi, che ha segnato con uno scavetto dopo una spettacolare azione personale. La formazione di Achilli domina e dà spettacolo. Il 3-0 finale arriva con una bella iniziativa del capitano Pablo Saavedra che infila la pallina sotto la traversa e legittima una vittoria bellissima, che serve solo a ribadire le potenzialità di una squadra che durante questa sosta per i Mondiali in Argentina sta lavorando duro per la ripresa del campionato e per il secondo turno di Champions League a Diessbach, in Svizzera, dal 14 al 16 dicembre. Ottime le prestazioni di tutto il gruppo, con De Oro e Rodriguez sugli scudi.

La formazione del CP Edilfox: Menichetti, Sassetti; Rodriguez, Saavedra, Franchi, De Oro, Paghi, Nacevich, Mount.

I risultati del triangolare: Edilfox Grosseto-Seregno 8-3, Seregno-Gamma Sarzana 1-2, Gamma Sarzana-Edilfox Grosseto 0-3.

Con un secondo tempo straordinario, il Cp Edilfox espugna la pista del Monza (6-2)

Teamservicecar Monza-Edilfox Grosseto 2-6

TEAMSERVICECAR MONZA: Fongaro, Borgonovo; Olivieri, Galimberti, Lanaro, Tamborindegui, Ardit, Piozzinio, Gavioli, Tremolada. All. Tommaso Colamaria

EDILFOX GROSSETO: Menichetti, Sassetti; Mount, Nacevich, Saavedra, Rodriguez, De Oro, Paghi, Franchi, Cabella. All. Michele Achilli.

ARBITRI: Louis Antony Hide e Andrea Davoli.

RETI: nel p.t. al 13’15 Tamborindegui, 20’45 Galimberti; nel s.t. 3’36 Franchi, 9’51 Mount, 10’38 Paghi, 15’23 Rodriguez, 21’28 De Oro, 23’26 De Oro.

NOTE: espulsione temporanea (2’): De Oro nel p.t.; Ardit nel s.t.

Con un secondo tempo straordinario, concluso con un parziale di 6-0, l’Edilfox Grosseto consolida il quarto posto in classifica, andando a vincere al palasport di Biassono contro un Teamservicecar Monza che per un tempo ha tenuto testa ad una squadra che sta vivendo un momento magico, grazie ad un gruppo coeso che trova sempre la forza di raddrizzare le partite, grazie a una panchina lunghissima. Un successo bellissimo, con la squadra di Michele Achilli rimasta tranquilla dopo 25 minuti senza reti e chiusi in svantaggio.

La prima grande occasione della partita la sciupa Ardit, solo davanti a Menichetti, che riesce a fermare la conclusione del talento lombardo. Il Grosseto replica con Franchi, che va a sbattere su Fongaro. A sbloccare il risultato è una bella incursione di Tamborindeguidalla sinistra che riesce a mettere in fondo alla rete. L’attenta difesa brianzola riesce a fermare le pressanti incursioni maremmane, con Fongaro che risponde presente al tiro dalla destra di Nacevich. A 4’15 dalla fine, Galimberti sorprende la difesa grossetana dalla destra per segnare il 2-0. A due minuti dalla fine gli arbitri puniscono un leggero fallo di De Oro con Menichetti che sulla punizione di Galimberti viene salvato dal palo, prima di sventare definitivamente la minaccia con una deviazione. In power play Monza colpisce una traversa, mentre Saavedra viene fermato da un miracolo di Fongaro, che manda i locali all’intervallo sul 2-0. La ripresa si apre con un paio di occasioni colossali del Monza, per segnare il 3-0, su due sviste difensive, ma Menichetti salva con super interventi. 

Una girata di Franchi che alza la palla e la infila al sette riapre la partita. Il Grosseto al 5’ reclama un rigore il fallo di Tamborindegui lanciato a rete. L’Edilfox pressa e si vede annullare anche una rete di Rodriguez su punizione da Hyde, in quanto il tiro, finito al sette, doveva essere di seconda. L’azione del Circolo Pattinatori è arrembante e il Monza stenta a fermare gli scatenati grossetani, anche se Saavedra e compagni rischiano sulle veloci ripartenze locali. E’ Alex Mount a ristabilire la parità all’10’ con una deviazione sul lancio di Paghi. 

Lo stesso Stefano Paghi, straordinario nel secondo tempo, con una grande azione personale trova la rete del vantaggio 47 secondi dopo: parte dalla propria difesa e va segnare con un gancio. Ardit ferma fallosamente Saavedra e si vede sventolare il blu sotto al naso. Saavedra si presenta dai 7,40 ma Fongaro si stende ed evita il poker. Nei due minuti con l’uomo in più Mount colpisce la traversa, mentre Mario Rodriguez mette dentro il 4-2 con un tiro da lontano. Un palo di Galimberti e Menichetti negano al Teamservicecar il terzo gol. La gara si chiude di fatto a 3 minuti e mezzo dalla fine: “Tonchi” De Oro parte dalla sinistra, si accentra e lascia partire un rasoterra in diagonale che non lascia scampo a Fongaro. E il puntero italoargentino mette la firma sul sesto gol con un tiro alla distanza. Adesso la squadra potrà riposarsi durante questa lunga sosta per i World Games in Argentina e prepararsi con calma al derby toscano di mercoledì 23 novembre, sulla pista Mario Parri, contro il Forte dei Marmi.

La formazione del Circolo Pattinatori Edilfox Grosseto (foto Mario Spalletta)

La situazione

I risultati della sesta giornata: Gamma Sarzana-Engas Vercelli 5-4, Teamservicecar Monza-Edilfox Grosseto 2-6. Gli anticipi di martedì: Montecchio Precalcino-Follonica 0-3, Tierre Montebello-Why Sport Valdagno 3-4, Cgc Viareggio-Sandrigo 2-2, GDS Forte dei Marmi-Ubroker Bassano 3-5. 

 Da giocare: Trissino-Lodi (30 novembre). 

La classifica: Galileo Follonica e Ubroker  Bassano 16; Hockey Trissino 15; Edilfox Grosseto 13; Gamma Sarzana 10;  Wasken Lodi e  GDS Forte dei Marmi 9; Engas Vercelli 8; Tierre Montebello 4; TeamServiceCar Monza, Cgc Viareggio, Why Sport Valdagno 3; Telea Medical Sandrigo 2; Montecchio Precalcino 0.

Una doppietta di Nacevich fa volare l’Edilfox al terzo posto

Edilfox Grosseto-Montecchio Precalcino 6-4

EDILFOX GROSSETO: Menichetti, Sassetti; Mount, Nacevich, Saavedra, Rodriguez, De Oro, Paghi, Franchi, Cabella. All. Michele Achilli

MONTECCHIO PRECALCINO: Martinez, Cocco; Posito, Zanini, Mir, Guglielmi, Cardella, Vega, Pozzo. All. Ivano Zanfi.

ARBITRI:  Carmassi di Viareggio e Righetti di Sarzana.

RETI: nel p.t. 2’20 Vega, 6’52 Posito, 7’31 Saavedra, 8’32 Paghi, 24’34 De Oro; nel s.t. 4’46 Saavedra, 8’ Vega (rigore), 15’06 Posito, 17’13 Nacevich, 19’09 Nacevich

NOTE: espulsione temporanea (2’): Mount nel s.t.

L’Edilfox Cp Grosseto torna alla vittoria in campionato, superando (6-4) un Montecchio Precalcino tenuto in vita dalla parate del portiere ex Barcellona Martinez e da tre tiri diretti. Il quintetto di Michele Achilli ha dominato il confronto, ma ha dovuto aspettare gli ultimi minuti per brindare a una vittoria strameritata. 

Il Grosseto non ha nemmeno il tempo di organizzarsi che deve rimontare la rete subita dopo 140 secondi di gioco a causa di un tiro dalla destra di Vega. I biancorossi ripartono immediatamente in avanti e piovono occasioni dalla stessa di De Oro, Saavedra, Franchi Rodriguez, ma la porta di Arnau Martinez rimane inviolata.  Al 7’ arriva addirittura la doccia fredda del 2-0, segnata da Posito con una punizione di prima. Immediata la reazione dell’Edilfox che dimezza le distanze con una bella azione personale di capitan Saavedra. Passa appena un minuto e il Circolo Pattinatori trova il pareggio con un gran diagonale dalla destra di Stefano Paghi che lascia di stucco Martinez. Michele Achilli ruota gli uomini a disposizione e con forze fresche l’azione del Cp Grosseto diventa arrembante: il tiro di Nacevich va a sbattere sul palo con la complicità del portiere. I biancorossi fanno la partita, con Nacevich, Saavedra che chiamano al lavoro Martinez, ma i veneti non stanno a guardare e Menichetti deve sventare qualche offensiva.  Nell’ultimo giro di orologio Cabella si vede negare la gioia della rete dal portiere, ma il vantaggio grossetano è rimandato solo di qualche secondo: “Tonchi” De Oro trova l’angolo giusto per segnare con un tiro dalla tre quarti. La ripresa si apre con un gran contropiede con De Oro che non riesce a finalizzare il servizio di Saavedra, al 5’ il portiere del Montecchio mette il guantone per fermare Rodriguez e De Oro, ma non riesce a opporsi alla conclusione di Saavedra. All’8’ Vega trasforma un rigore concesso per un presunto fallo di Franchi in area. L’Edilfox prova in tutte le maniere a sferrare il colpo del ko, ma il portiere spagnolo Martinez dice sempre di no. Un fallo molto dubbio fischiato dall’arbitro Righetti, direzione molto discutibile la sua,  contro Mount (espulso) permette al Montecchio di pareggiare con un tiro diretto di Posito. Il Grosseto con cuore e grinta si riporta in avanti con German Nacevich che trova il varco giusto per battere Martinez e lo stesso Nacevich realizza sotto misura la rete della tranquillità.

La situazione

I risultati della quinta giornata: Wasken Lodi-Gds Forte dei Marmi 0-4, Galileo Follonica-Gamma Sarzana 7-1, Why Sport Valdagno-Trissino 4-7, Engas Vercelli-Cgc Viareggio 4-4, Edilfox Grosseto-Montecchio Precalcino 6-4, Telea Medical Sandrigo-Tierre Chimica Montebello 4-4; domenica ore 18,  Ubroker Bassano-Teamservicecar Monza.

La classifica: Trissino 15; Follonica 13; Bassano e Grosseto 10; Lodi e Forte dei Marmi 9; Vercelli 8; Sarzana 7; Montebello 4; Monza 3; Viareggio 2; Sandrigo 1; Valdagno e Montecchio Precalcino 0.

Circolo Pattinatori Edilfox raggiunto nel finale sulla pista di Sarzana (3-3)

Gamma Sarzana-Edilfox Grosseto 3-3

GAMMA SARZANA: Corona, Bianchi; Rispogliati, Festa, Garcia, Borsi, Perroni, Alonso, Ortiz, Francesco De Rinaldis. All. Paolo De Rinaldis.

EDILFOX GROSSETO: Menichetti, Sassetti; Mount, Nacevich, Saavedra, Rodriguez, De Oro, Paghi, Franchi, Cabella. All. Michele Achilli.

ARBITRI: Ferrari di Viareggio e Nicoletti di Vicenza.

RETI: nel p.t. al 24’21 De Oro; nel s.t. 10’50 Alonso, 10’58 Saavedra, 16’03 Ortiz, 16’28 Saavedra, 20’55 Ortiz.

NOTE: espulsione temporanea di Ortiz e De Oro.

Finisce con un salomonico 3-3 il duello tra Gamma Sarzana e Circolo Pattinatori Edilfox, disputato mercoledì sera sulla pista del Vecchio Mercato. Un pareggio che sta un po’ stretto ai ragazzi di Michele Achilli, battuti da un tiro diretto, ma che alla fine è lo specchio di un confronto disputato a viso aperto da due protagoniste della stagione. 

Il Circolo Pattinatori torna con un pareggio (3-3) dalla pista del Vecchio Mercato di Sarzana. Un risultato che lascia un po’ di amaro in bocca ai ragazzi di Michele Achilli, che si sono portati per ben tre volte in vantaggio e che stavano pregustando la terza vittoria stagionale. Il Grosseto ha comunque confermato lo straordinario momento di forma, uscendo imbattuto sul campo della vincitrice della Coppa Italia, nonostante la stanchezza accumulata nella entusiasmante trasferta di Champions League.

Il Circolo Pattinatori ha chiuso il primo tempo in vantaggio per 1-0 grazie una bella conclusione da lontano di Gaston De Oro, che è andata a infilarsi alla sinistra del portiere Corona. La rete del puntero italo-argentino ha messo la parola fine ad una prima frazione ricca di emozioni e di occasioni da una parte e dall’altra. L’Edilfox, ben messa in difesa, va vicina al gol per due volte con Alessandro Franchi e una con Pablo Saavedra. Il Gamma Innovation, intenzionato a rimanere sulla scia delle big, si rende pericolosa con Francesco De Rinaldis, che sfodera un gran numero, prima di andare al tiro, mentre Menichetti ferma da campione i tentativi ravvicinati di Festa e Bruno Alonso.

Nella ripresa Sarzana aumenta il ritmo alla ricerca del pareggio, anche se nei primi cinque minuti si registra solo un’opportunità per Garcia. A rispondere ci pensa “Tonchi” De Oro che impegna Corona. La gara si sveglia e fioccano occasioni: il Grosseto prova con Paghi, i liguri con Festa, sul quale compie un miracolo Menichetti, con Garcia e Alonso. Al 10’ il match s’infiamma: Bruno Alonso devia in rete un tiro dalla distanza di Garcia, ma otto secondi dopo Pablo Saavedra, con un “alza e schiaccia” riporta avanti l’Edilfox, tra le proteste locali, che volevano l’annullamento per lo spostamento della rete. I rossoneri locali non ci stanno e Facundo Ortiz, servito da Borsi, sorprende Menichetti con un tiro che vale il 2-2. Questa volta il pareggio resiste 25 secondi, prima della deviazione vincente di capitan Saavedra. Facundo Ortiz a 4’05 dalla sirena ristabilisce la parità, piazzando a fil di palo una punizione di prima concessa per il decimo fallo di squadra del Cp. Il Grosseto si getta in avanti alla ricerca del nuovo vantaggio, ma non riesce a trovare la zampata vincente per la buona difesa ligure. 

L’Edilfox supera in rimonta un mai domo Cgc Viareggio (4-3)

Edilfox Grosseto-Cgc Viareggio 4-3

EDILFOX:  Menichetti, Sassetti; Franchi, Nacevich, Cabella, Mount, De Oro, Paghi, Rodriguez, Saavedra. All. Michele Achilli.

CGC VIAREGGIO: Gomez, Torre; Puccinelli, Moyano, D’Anna, Raffaelli, Ipinazar, Rosi, Maldini, Falaschi. All. Massimo Mariotti.

ARBITRI: Ulderico Barbarisi e Donato Mauro.

RETI: nel p.t. al 7’11 Moyano (V), 12’54 Moyano (V), 13,40 Saavedra (G), 17’46 Moyano (V) su rigore, 21’04 De Oro (G), 24’17 Rodriguez (G); nel s.t. al 7’38 Franchi (V).

Seconda vittoria stagionale per l’Edilfox Grosseto che s’impone di misura (4-3) sul Cgc Viareggio al termine di cinquanta minuti tutt’altro che facili per la grinta che i bianconeri di Massimo Mariotti hanno messo per tornare in Versilia con un risultato. Il Circolo Pattinatori ha fatto la partita, in maniera talvolta contratta, con passaggi  spesso lenti, ma alla fine sono riusciti a conquistare un successo che permette di affrontare la trasferta in Champions League (la squadra è partita per La Roche sur Yon al termine dell’incontro di mercoledì sera) con la necessaria serenità. 

Mister Michele Achilli parte per la prima volta con un quartetto argentino (Rodriguez, Nacevich, De Oro, Saavedra) davanti al portiere Menichetti. L’inizio dell’Edilfox è arrembante, con il tiro dalla distanza di Rodriguez e Saavedra.

La prima grande occcasione per la “big red machine” arriva dopo appena 2’33: gli arbitri concedono un rigore per il fallo di Rosi  su De Oro; il tiro di Stefano Paghi va purtroppo a sbattere sul palo alla sinistra di Gomez. Il Viareggio non sta a guardare e Menichetti ferma una buona opportunità per l’ex D’Anna e poi va con il petto a respingere il tiro di Rosi. Al 7’ Gomez mette il guantone per respingere un bel tiro di De Oro. Nell’azione successiva il Cgc va in vantaggio con un tiro da lontano di Moyano. Achilli corre subito ai ripari chiamando in pista Franchi e Mount. E proprio l’inglese al 12’ colpisce in pieno un palo su un grande conclusione dalla destra. L’Edilfox ma la partita, ma viene ancora colpita da Moyano che raddoppia. Nemmeno cinquanta secondi dopo arriva il 2-1 firmato da Saavedra che trasforma un tiro diretto. Il Cp insiste, ma si divora due buone occasioni con Franchi e Mount. Menichetti ferma una conclusione ravvicinata di Ipinazar. Per un fallo di De Oro in area il Viareggio conquista un rigore che Moyano trasforma a mezz’altezza. A 3’56 dal termine del primo tempo “Tonchi” De Oro riavvicina il Grosseto mettendo in rete un assist al bacio di capitan Saavedra su una veloce azione di contropiede. Prima della fine del tempo arriva anche il pareggio su un tiro dalla distanza di Mario Rodriguez che Gomez non riesce a trattenere. Nella ripresa il Cp Grosseto comanda il gioco, ma non riesce a trovare la rete del sorpasso, nonostante alcune buone occasioni di Saavedra e  Paghi, sulle quali si supera Gomez. All’ottavo la sblocca Franchi che sfrutta un servizio da dietro porta di Saavedra. L’Edilfox insiste, ma Rodriguez e Cabella sbattono sul portiere ospite. A metà secondo tempo, con 12’12 da giocare, Moyano si vede deviare da Menichetti un tiro diretto concesso per un dubbio decimo fallo di squadra.  Saavedra non riesce a firmare il quinto gol dopo una bella serpentina e poca fortuna hanno avuto i maremmani su alcune chiare occasioni da rete. Nelle battute finali il coach ospite Mariotti prova la carta della disperazione, con cinque giocatori di movimento contemporaneamente in campo ma Grosseto resiste e per poco Paghi non infila la quinta rete a porta sguarnita.

L’Edilfox brinda alla prima vittoria sulla pista di Sandrigo (7-1)

Telea Medical Sandrigo-Edilfox Grosseto 1-7

TELEA SANDRIGO: Català, Bernardelli; Rigon, Brendolin, Lazzarotto, Diquigiovanni, Poletto, Miguelez, Contro, Thiel. All Franco Vanzo.

EDILFOX GROSSETO: Menichetti, Sassetti; Franchi, Nacevich, Cabella, Mount, De Oro, Paghi, Rodriguez, Saavedra. 

ARBITRI: Joseph Silecchia e Francesco De Palma.

RETI: nel p.t. 7’56 Thiel, 10’32 Paghi, 12’18 Rodriguez, 18’07 Nacevich, 22’24 Paghi; nel s.t. al 9’20 Mount​, ​​ 12’34 Saavedra, 17’29 De Oro.

NOTE: ​cartellino blu a Miguelez ​e Poletto​.​

Prova di forza del Circolo Pattinatori Grosseto Edilfox che espugna la pista della Telea Medical Sandrigo e conquista la prima vittoria stagionale in serie A1. Il quintetto biancorosso, opposto a un avversario di ottimo livello, che ha perso un po’ di lucidità nella ripresa di fronte all’hockey champagne degli avversari, ha fornito una prova davvero convincente, con un primo tempo in crescendo, con quattro reti nell’ultimo quarto d’ora dopo il vantaggio locale, e una ripresa da grande squadra, con il controllo delle offensive locali (grazie anche alle belle parate di ​Giovanni ​Menichetti), prima di prendere in mano la partita, allungando fino al 7-1 finale. 

I ragazzi di Michele Achilli hanno costruito il successo nell’ultimo quarto d’ora del primo tempo, con quattro reti che hanno ribaltato il vantaggio iniziale dei veneti

Nei cinque minuti iniziali il Grosseto appare più propositivo e aggressivo, ma il Sandrigo passa per primo in vantaggio all’8’ con un veloce contropiede finalizzato dal tedesco Thiel, su servizio di Miguelez. Passano tre minuti e mezzo e l’Edilfox trova il pareggio con una punizione di prima trasformata da Paghi, che si allarga sulla destra a batte Català. Un gran tiro di Mario Rodriguez dalla distanza permette ai biancorossi di effettuare il sorpasso, I grossetani insistono e prima della fine della prima frazione trovano altre due belle reti, firmate da Nacevich, che trasforma in oro un lancio lungo dalla sinistra di Stefano Paghi. Un tiro da lontano dello stesso Paghi beffa Català e manda l’Edilfox al riposo sul 4-1.

Alla ripresa delle ostilità  il Sandrigo si rende pericoloso con un missile dell’ex Correggio Thiel, mentre un miracolo di Català nega al Grosseto il quinto centro. L’Edilfox controlla il match senza problemi, ma continua ad attaccare, rendendosi pericoloso con Saavedra, Rodriguez, il cui tiro va a sbattere sulla traversa. Al 10’ Mount, lasciato libero dalla difesa, trafigge il portiere veneto con un tiro dalla distanza. Menichetti, autore di una gran partita, respinge d’istinto un gran tiro di Thiel e quello successivo di Brendolin. Il portierone dice no e nel capovolgimento di fronte “Tonchi” De Oro mette in un piatto d’argento il 6-1 firmato da Saavedra. La partita è ormai nelle mani del Grosseto,  padrone del campo contro un Sandrigo incapace di una reazione. La conclusione di Paghi va a sbattere sul palo. Il settimo centro di serata lo firrma Gaston “Tonchi” De Oro, che festeggia la prima rete in biancorosso con un tiro diretto concesso per il blu a capitan Poletto.

I risultati della 2ª giornata: Gamma Sarzana-Wasken Lodi 2-1, Engas Vercelli-Galileo Follonica 3-3, Teamservicecar Monza-Trissino 2-3, Telea Sandrigo-Edilfox Grosseto 1-7, Cgc Viareggio-Ubroker Bassano 1-1. Rinviate: Tierre Montebello-GDS Forte dei Marmi, Montecchio Precalcino-Why Sport Valdagno.

La classifica: Trissino, Sarzana 6; Bassano, Follonica, Vercelli 4; Grosseto, Forte dei Marmi Lodi 3; Viareggio 1; Monza, Montebello, Valdagno, Sandrigo, Montecchio 0.

Scivolone casalingo dell’Edilfox contro il Vercelli (7-5). Decidono le punizioni di prima trasformate da Neves

C.P. Edilfox Grosseto-Engas Vercelli 5-7

EDILFOX GROSSETO: Menichetti, Sassetti; Rodriguez, Saavedra, Franchi, De Oro, Paghi, Nacevich, Mount, Cabella. All. Michele Achilli.

ENGAS VERCELLI: Verona, Raffa; Zucchiatti, Loguercio, Brusa, Canet, Neves, Zucchetti, Oruste. All. Sergi Punset.

ARBITRI: Roberto Giovine e Roberto Toti; ausiliario Pier Paolo Montomoli.

RETI: nel p.t. al 4’48 Zucchetti (V), 8’40 Diogo Neves (V), 12’36 Mount (G), 13’20 Nacevich (G), 22’21 Canet (V), 23’17 Rodriguez (G); nel s.t. a 3’48 Neves (V), 8’02 Neves (V), 9’36 Neves (V), 17’40 Neves (V), 18’25 Saavedra (G), 24’18 Mount (G).

NOTE: espulsione temporanea (2’): De Oro nel p.t.; Zucchiatti, Franchi, Rodriguez nel s.t. Infortunio a Oruste. 

Inizia con una sconfitta amara la stagione del Circolo Pattinatori Edilfox, battuto (7-5) sulla pista Mario Parri di via Mercurio da un Engas Vercelli cinico nello sfruttare i cinque tiri diretti avuti a disposizione, tutti trasformati da Diogo Neves, arrivato alla corte di Punset dal Sandrigo. I biancorossi di Michele Achilli hanno invece fallito le tre opportunità. E alla resa dei conti sta tutta qui la differenza tra le due formazioni. Il Grosseto, dopo essere riuscito a rimettere in piedi la gara nel primo tempo, nella ripresa ha accusato il colpo e anche a causa delle belle parate di Matteo Verona non è più riuscito a recuperare. 

Un ko per certi versi inatteso, anche se Achilli in settimana aveva messo in guardia i suoi ragazzi sulla pericolosità dei piemontesi.La squadra ha avuto qualche comprensibile pausa nella prima frazione, ma nella ripresa ha cercato con insistenza la rete, finendo forse per innervosirsi un po’.

L’Edilfox ha presentato subito in campo l’ultimo arrivato, Gaston De Oro, nel quintetto iniziale insieme al portiere Menichetti, Rodriguez, Franchi e Saavedra. 

I primi minuti di gioco scorrono all’insegna dell’equilibrio, ma è il Vercelli, che ha perso l’argentino Oruste (sospetta frattura al naso) dopo una manciata di secondi, a colpire per primo con un tiro dalla distanza di Zucchiatti. Il Grosseto si getta subito in avanti alla ricerca del pareggio, ma un fallo di De Oro, sanzionato con il cartellino blu, consente a Diogo Neves di raddoppiare su una punizione di prima. 

Gaston “Tonchi” De Oro all’esordio con la maglia biancorossa dell’Edilfox (foto Mario Spalletta)

I Pattinatori accusano il colpo, per alcuni minuti sembrano come bloccati. Dalla panchina si alzano però i due stranieri che rimettono in parità il match nel giro di 44 secondi. Mount va a segno con un bel diagonale dalla destra, Nacevich mette in rete una palla respinta da Verona. Il Grosseto diventa padrone del campo e cominciano a fioccare occasioni, anche se i piemontesi resistono e a 2’39 dalla fine del primo tempo tornano avanti con una bella incursione di Canet. Non passa nemmeno un minuto e Mario Rodriguez raccoglie l’assist di  Pablo Saavedra per mettere in fondo alla rete il 3-3. La gara si fa bellissima e prima della sirena Menichetti e Verona salvano il risultato con ottimi interventi. Nella ripresa, al 4’, Diogo Neves firma la doppietta sul tiro diretto

Un brutto fallo di Zucchiatti (espulso) su Franchi, manda sul dischetto per un tiro diretto Paghi, il cui tiro viene neutralizzato da un grande intervento di Verona. Una punizione di prima, concessa per il fallo di Franchi su Zucchetti permette all’Engas di portarsi sul 5-3 dopo otto minuti. Menichetti ferma con i pattini il tentativo di Neves, che però riprende e mette in fondo alla rete. Neves firma anche la quarta rete personale, mettendo sotto la traversa un tiro diretto concesso per il fallo (dubbio) di Rodriguez. La gara diventa nervosa, con gli arbitri che stentano a tenerla sotto controllo. Paghi fallisce una punizione di prima, mandando la palla a lato. Stessa sorte il tentativo di Alex Mount sul decimo fallo di squadra dei piemontesi. Diogo Neves segna il quinto tiro diretto di serata sul quindicesimo fallo del Cp, ma ci pensa il capitano Pablo Saavedra a tenere in vita le speranze grossetane a 6’36 dalla fine. Mount a 42 secondi trova anche il quinto gol, ma non c’è più tempo per andare oltre e arriva il primo stop di una stagione lunga, nella quale ci sarà tutto il tempo per recuperare. 

L’Edilfox sogna per un tempo a Lodi, poi viene condannato da un tris in cinque minuti dei campioni d’Italia

Wasken Lodi-Edilfox Grosseto 5-2 (p.t. 1-1)

WASKEN LODI: Grimalt, Porchera; Schiavo, D’Anna, Barbieri, Cervi, Greco, Antonioni, Mendez Ortiz, Torner. All. Pierluigi Bresciani.

EDILFOX GROSSETO: Menichetti, Sassetti; Mount, Nacevich, Saavedra, Rodriguez, Paghi, Franchi, Cabella, Biancucci. All. Federico Paghi.

ARBITRI: Alessandro Eccelsi e Louis Antony Hyde.

RETI: nel p.t. 8’55 Rodriguez, 14’43 Greco; nel s.t. 3’56 Mendez Ortiz, 5’38 Greco, 8’49 D’Anna, 18’ Mendez Ortiz, 18’24 Paghi (rigore)

NOTE: espulsione temporanea (2’) Nacevich.

Tre reti in cinque minuti condannano alla sconfitta l’Edilfox Grosseto nella seconda partita dei quarti di finale al “PalaCastellotti” contro il Wasken Lodi. I ragazzi di Federico Paghi hanno sognato per un tempo il grande colpo, andando in vantaggio e chiudendo sull’1-1 al prima frazione, ma nella ripresa Mendez e Greco e D’Anna, tra il 4’ e il 9’,  hanno permesso ai giallorossi di far girare il match dalla loro parte e di qualificarsi per la semifinale, contro la vincente della serie tra Valdagno e Follonica. Il Cp esce di scena a testa alta, dopo un grande campionato.

Nel primo tempo l’Edilfox parte con lo spirito giusto e mette in seria difficoltà la retroguardia lodigiana. E’ di Pablo Saavedra il primo squillo della gara. I campioni d’Italia devono impegnarsi per evitare guai: Rodriguez a tu per tu con Grimalt, dopo un bello scambio con Franchi, mette alto. I locali colpiscono un palo pieno di Mendez, mentre Menichetti ferma Torner. Al 9’ il Circolo Pattinatori trova il guizzo vincente con un gran tiro di Rodriguez dal limite che s’infila sotto l’incrocio della porta difesa da Grimalt. Franchi prova a fare il bis, ma il Lodi aumenta la pressione. Al 13’, per un fallo da cartellino blu di Nacevich su Mendez, il padroni di casa hanno la possibilità di pareggiare con una punizione di prima con Torner, ma Menichetti para. In power play i grossetani si  difendono bene, ma a due secondi dal rientro del quinto giocatore maremmano arriva il tiro di Alberto Greco che fa secco Menichetti. Nei rimanenti dieci minuti di gara le due squadre si fronteggiano, sfoderando grandi difese e all’intervallo il risultato è fermo sull’1-1.

La ripresa si apre con un tentativo di Greco, che finisce sul corpo di Rodriguez. Mendez, il bomber della stagione viene invece fermato da Menichetti e dalla traversa. L’occasione più ghiotta dell’inizio ripresa capita a D’Anna, che non riesce a trovare l’attimo giusto a porta sguarnita, permettendo il recupero del portiere biancorosso. La gara si sblocca al 4’ con un missile di Mendez che Menichetti non riesce a trattenere. Il Lodi ci crede sempre di più e dopo nemmeno due  minuti trova anche la terza rete con un gran tiro di Greco che s’infila nel sette.  Il Wasken continua a macinare gioco e occasioni: al 9’ arriva anche il 4-1 dell’ex D’Anna che sfrutta il passaggio di Greco. I biancorossi accusano il colpo e faticano a ritrovare la vivacità d’inizio partita. Rodriguez ha la possibilità di accorciare le distanze al 14’, ma Grimalt para il suo rigore. Qualche minuto dopo finisce invece sul palo un tiro di Nacevich. Il 5-1 del Lodi è uno show di Mendez che controlla e mette in rete. Il Grosseto non molla e Stefano Paghi infila in rete un rigore preciso e potente che vale il 5-2. E’ l’epilogo di un’annata comunque bellissima per il Cp che ha centrato per la prima volta nella sua storia i playoff scudetto.

Quarti di finale

 Wasken Lodi-Edilfox Grosseto 2-0 (4-1, 5-2), Trissino-Engas Vercelli 2-0 (4-0, 3-2), Galileo Follonica-Why Sport Valdagno 1-1 (8-7 dopo rigori, 7-8 dopo rigori), GDS Forte dei Marmi-Ubroker Bassano 1-1 (4-3, 3-5). Gara3, sabato 7 maggio: Follonica-Valdagno, Forte dei Marmi-Bassano.