Mister Achilli: «E’ una sconfitta anche per la città di Grosseto, che non ha un palazzetto idoneo»

Dalle emozioni del dopo Sarzana, che ha sancito la vittoria dei quarti di finale in due incontri, alla delusione per l’ufficializzazione dell’impossibiità di giocare le semifinali in via Mercurio e del trasferimento al Capannino di Follonica per proseguire questa straordinaria stagione.

«Mi dispiace tantissimo – dice l’allenatore del Cp Edilfox Michele Achilli – perché il pubblico stava riempiendo gli spalti, è un peccato tremendo. E’ una sconfitta per Grosseto, una città di 80.000 abitanti, deve fare un mea culpa per non avere un palazzetto idoneo».

«Andare a giocare le semifinali a Follonica è il peggio castigo che ci potesse capitare – aggiunge mister Achilli –  Speriamo di riempire la pista del Capannino con i grossetani, anche se m’immagino come sarebbe stato bello giocare con l’entusiasmo di sabato sera. Non partiamo battuti e questo episodio aumenterà la nostra voglia di vincere».

«Abbiamo dato il dispiacere più grande possibile ai nostri tifosi dopo l’euforia derivante dalla vittoria dei quarti di finale», è il pensiero del capitano Pablo Saavedra.

Doccia fredda per gli sportivi: la semifinale con il Trissino si giocherà al Capannino. L’on. Rossi: «Saremo vicini al presidente Osti»

La Federazione sport rotellistici raffredda il grande entusiasmo dell’Edilfox dopo l’entusiasmante vittoria casalinga contro il Sarzana: la semifinale contro il Trissino si dovrà disputare sul neutro di Follonica. 

Il Circolo Pattinatori, dopo che la giunta comunale ha approvato approvato lo studio di fattibilità economica e tecnica di un progetto da 3.340.000 euro, preparato dall’architetto Fabrizio Casini, per la costruzione di nuovo Palasport accanto alla tensostruttura di via Mercurio, ha ricevuto una deroga dalla Federazione sport rotellistici, fino al 30 giugno 2025, per utilizzare il proprio impianto di gioco per le gare di serie A1; una deroga che non vale però per semifinali e finali, nelle quali serve una capienza di 1.000 e 1.200 posti a sedere. L’impianto invece, può ospitare al massimo 370 persone e nelle ultime settimane si è rivelato insufficiente.

E così i tifosi dovranno spostarsi al Capannino di Follonica per seguire le gesta dei loro beniamini. 

«Il Comune ha detto che non ci sono le risorse per un progetto di quel costo – sottolinea Osti – Di conseguenza dobbiamo trovare altre strade per essere in grado di avere un impianto a norma per il 1° luglio 2025. Nel corso del colloquio con l’onorevole Fabrizio Rossi è venuta fuori l’ipotesi di una ristrutturazione dell’attuale impianto per raggiungere la capienza richiesta. La spesa, a prima vista, è sostenibile per l’amministrazione comunale che,  in momento in cui lo sport delle rotelle è tornato ad essere di gran moda. ci deve stare vicino e far sì che la società possa continuare a migliorare i suoi risultati. Da parte nostra, dopo aver investito già 700.000 per ammodernare il centro in concessione, ci impegniamo a preparare un progetto di ristrutturazione,  con il quale magari poter accedere a bandi di finanziamento, ma chiediamo un chiaro impegno da parte dell’amministrazione comunale per un’opera ormai improcrastinabile».

«Purtroppo è una carenza che abbiamo e alla quale dobbiamo mettere mano assolutamente – risponde l’onorevole Fabrizio Rossi, assessore allo sport del Comune di Grosseto – Già lo faremo con il prossimo piano operativo dove verrà inserito un progetto di ristrutturazione dell’impianto esistente in via Mercurio. Cercheremo di aumentare la capienza con le risorse che abbiamo, per dare la possibilità al Circolo Pattinatori di disputare il campionato di serie A1 senza deroghe da parte della Federazione. Il Cp Grosseto è un’eccellenza sportiva della nostra città e va salvaguardata al massimo».

Prima dell’impianto, c’è da pensare alla trasferta a Follonica: «Valuteremo in questi giorni insieme alla giunta – dice l’onorevole Rossi – di dare una mano alla società dal punto di vista economico perché l’impianto di Follonica ha un costo che dovrà essere onorato. Saremo vicini al presidente Osti».

La Fisr non accoglie la richiesta del Trissino, la semifinale scudetto scatterà mercoledì 10 maggio

Si disputerà, come da calendario, mercoledì 10 maggio gara1 della semifinale scudetto tra Circolo Pattinatori Edilfox e Trissino. La Fisr non ha accolto la richiesta della società veneta di posticipare l’incontro a giovedì 11 maggio; una richiesta motivata con il fatto che da venerdì a domenica i ragazzi di Alessandro Bertolucci saranno impegnati a Viana do Castelo, in Portogallo, a difendere la Champions League conquistata lo scorso anno.

Il programma completo della semifinale: 10/5, Grosseto-Trissino. 13/5 e 17/5 Trissino-Grosseto, ev. 20/5 a Grosseto, ev. 24/5 a Trissino.La terza semifinalista è il Lodi che ha superato in due incontri (3-1 e 5-4 ai rigori) il Vercelli.  La quarta uscira mercoledì sera dalla bella tra Forte dei Marmi e Follonica.

Al Carrefour non bastano le quattro reti di Alfieri nel primo tempo per superare il Pumas Viareggio

Carrefour Alice Grosseto-Pumas Viareggio 4-7

CARREFOUR ALICE: Del Viva, Saletti; Bruzzi, Giusti, Bardini, Casini, Ciupi, Alfieri, Montomoli, All. Fabio Bellan.

PUMAS VIAREGGIO: Dal Torrione, Paoletti; Carrieri, Cortesi, Bottarelli,  Pesavento, Cardella, Rugani, Cinquini. All. Mirko Bertolucci.

ARBITRO: Daniele Moretti.

RETI: nel p.t. 0’37 Alfieri, 2’31 Alfieri, 5’39 Bottarelli, 13’51 Alfieri, 17’39 Cortesi, 23’ Alfieri; nel s.t. 7’16 Bottarelli, 9’22 Carrieri, 10’08 Bottarelli, 11’45 Cardella, 24’09 Cardella.

NOTE: espulsioni temporanee Bruzzi, Giusti, Casini, Carrieri. Tiri diretti: Alfieri 1/1, Carrieri 1/1, Rugani 0/1.

Al Carrefour Alice non sono bastati un buon primo tempo e quattro reti di Lorenzo Alfieri per conquistare la seconda vittoria nel campionato di serie B, sulla pista di via Mercurio contro il Pumas Viareggio (7-4). I ragazzi di Fabio Bellan sono partiti forte, portandosi sul 2-0 nel giro di due minuti e mezzo. Il quintetto biancorosso ha anche resistito al ritorno dei versiliesi, andando all’intervallo sul 4-2. Nella ripresa però il Pumas ha cambiato volto alla gara nel giro di quattro minuti, portandosi dal 4-2 al 4-6. In classifica Bruzzi e compagni rimangono all’ultimo posto con 4 punti, in compagnia della Focacceria Orlando Forte dei Marmi, alla quale il Grosseto farà visita sabato prossimo alle 17,30.